Redazione C3

Monteriggioni, il progetto Ecopunti si espande

Esauriti in poche settimane i 10 mila Ecopunti previsti nella prima fase. Pronti altri 25 mila Ecopunti

Successo oltre le aspettative e prima del termine previsto per Ecopunti, il progetto sperimentale di raccolta differenziata con premi per i cittadini più virtuosi promosso dal Comune di Monteriggioni. A distanza di poco tempo dall’avvio dell’iniziativa, lo scorso 15 giugno, sono già stati assegnati i 10 mila ecopunti che erano stati stanziati fino al 15 ottobre e che sono andati a 242 cittadini residenti nel Comune di Monteriggioni che hanno conferito correttamente rifiuti al Centro di raccolta comunale di Pian del Casone. Il buon esito del progetto sperimentale ha stimolato l’amministrazione comunale a mettere in palio ulteriori 25 mila ecopunti, che andranno a sostenere agevolazioni presso esercizi commerciali aderenti al progetto. L’iniziativa è rivolta alle unità domestiche e conta sul supporto della Cooperativa Sociale La Mattonaia Onlus e dell’Associazione No Profit Smart City Lab.

«Il progetto Ecopunti – spiega Raffaella Senesi, sindaco di Monteriggioni – ha riscosso interesse e partecipazione fin dall’inizio, sensibilizzando i cittadini sulla corretta raccolta differenziata a fronte di agevolazioni presso esercizi commerciali e riduzioni della Tari. Un risultato molto positivo e oltre le aspettative, che ha visto conferire rifiuti di diversa tipologia, tra cui ingombranti, apparecchiature elettroniche e altro, al Centro di raccolta comunale di Pian del Casone, al momento l’unico attivo sul nostro territorio per la chiusura provvisoria della struttura alle Badesse. Ringrazio i cittadini che hanno partecipato finora e invito tutti gli altri a usufruire di questa iniziativa, che abbiamo rilanciato con piacere puntando a unire tutela ambientale e decoro sul nostro territorio».

«Il successo di Ecopunti – aggiunge Fabio Lattanzio, assessore all’ambiente di Monteriggioni – assume un valore aggiunto per la sensibilità mostrata dai cittadini verso il proprio territorio e l’ambiente. Un impegno che ha contribuito sicuramente anche alla riduzione dell’abbandono indiscriminato di rifiuti ingombranti nelle nostre aree verdi, soprattutto fuori dai centri abitati, e alla diminuzione dei costi di smaltimento a carico della comunità. A questo si unisce anche l’interesse verso la nostra iniziativa mostrato da cittadini di Comuni limitrofi, che ci ha reso un esempio di buona pratica ambientale».

I nuovi EcoPunti stanziati potranno essere utilizzati per riduzioni presso gli esercizi commerciali convenzionati oppure accumulati in attesa del sorteggio finale di un buono pari a 200 euro, da spendere per l’acquisto di un tablet, tv o cellulare. EcoPunti prevede anche l’estrazione finale di due buoni da 100 euro, validi come riduzione sul pagamento della Tari per l’anno 2017.

Alessandra Amato si dimette da legale della Robur Siena

Il nome di Alessandra Amato rientra nella lista degli undici che risultano sotto indagine per le vicende dell’A.C. Siena

Alessandra Amato si è dimessa ieri da legale della Robur Siena. La notizia è apparsa sul sito ufficiale della squadra bianconera, a firma del presidente Anna Durio: “In virtù delle ultime notizie relative all’Ac Siena, l’avvocato Alessandra Amato ha ritenuto di dover presentare le dimissioni da legale della Robur Siena, anche per evitare strumentalizzazioni e recare danni all’attuale società. La Robur Siena conferma la piena fiducia riposta nell’avvocato Amato, rispetta la sua volontà e confida nella giustizia che farà il suo corso e farà chiarezza sui fatti”.

Il nome di Alessandra Amato rientra nella lista degli undici che risultano sotto indagine per le vicende dell’A.C. Siena. Gli altri sono: Massimo Mezzaroma, Valentina Mezzaroma, Pierpaolo Sganga, Christian Pallanch, Giuseppe Bernardinini Alberto Parri, Mario Lattari, Emma Capalbo, Riccardo Losi e Antonio Leggeri.

“Io sottoscritta Avv. Alessandra Amato – queste, invece, le parole contenute nelle dimissioni dell’avvocato – , con la presente intendo rassegnare in data odierna le mie dimissioni volontarie come legale della Robur Siena srl, avendo ricevuto in data odierna una notifica da parte della Procura della Repubblica di Siena che mi vedrebbe coinvolta in vicende che hanno riguardato l’A.C. Siena Spa, rispetto alle quali mi ritengo assolutamente estranea, come avrò modo di dimostrare. Pur tuttavia, al fine di evitare strumentalizzazioni di qualsivoglia genere da parte di terzi e a tutela dell’attuale società, ritengo giusto per il momento e fino a quando non si sarà conclusa l’intera vicenda giudiziaria rinunciare all’incarico di consulente. Distinti saluti”.

L’agricoltura senese soffre il caldo

L’assenza di precipitazioni, meno 63%, e il caldo record, più 2 gradi sulla media stagionale, mettono a dura prova il settore agricolo della provincia senese

Un’estate bollente come non si vedeva da anni anche sul territorio senese. A causa delle persistenti alte temperature e l’assenza, quasi totale, di piogge, in provincia di Siena quest’anno si inizierà a vendemmiare molto prima, già a partire dal mese di agosto a seconda delle zone. Avremo un grano di grande qualità, ma a scapito della quantità, a causa di una produzione ridotta e a “macchia di leopardo”, preoccupante invece il settore dell’olio di oliva e del miele dove ci si aspetta una drastica riduzione della produzione. Infine i foraggi, per quanto riguarda la provincia di Siena sono all’orizzonte perdite vicino all’80% del raccolto.

«La situazione metereologica di questa estate 2017 ha messo a dura prova le eccellenti produzioni agricole del nostro territorio – ha commentato il direttore di Coldiretti Siena, Simone Solfanelli – avremo su alcune produzioni una maggiore qualità ma con volumi più bassi, per altre si tratta di tirare le somme a fine stagione. Quello che ci aspettiamo è un significativo supporto alle aziende che hanno sofferto di più e la creazione di condizioni che permettano loro di ripartire al più presto e ripristinare le perdite subite».

A livello nazionale la situazione non è migliore, le temperature massime sono risultate superiori di 1,2 gradi alla media di riferimento e le precipitazioni in calo del 42%. Questi due parametri, messi insieme, hanno dato vita ad un mix esplosivo che aggrava la siccità nei campi e alimenta gli incendi spesso provocati dai piromani. E’ quanto afferma la Coldiretti sulla base dei bilancio finale Ucea sul pazzo mese di luglio dal quale si evidenzia che le anomalie maggiori sono al centro Italia con temperature massime superiori di 2 gradi la media e precipitazioni inferiori del 63% che hanno alimentato gli incendi dalla Toscana alle Marche fino al ’Gran Sasso in Abruzzo. Nelle campagne salgono a oltre 2 miliardi le perdite provocate da siccità, con 200 milioni di euro stimati nella sola Toscana, nubifragi e incendi  alle coltivazioni e agli allevamenti secondo una analisi della Coldiretti dalla quale si evidenzia che le colture più colpite sono i cereali, il pomodoro da industria, il lattiero caseario, l’olio di oliva, gli ortaggi ed i legumi.

L’allarme – sottolinea la Coldiretti – riguarda anche il foraggio per l’alimentazione del bestiame con prati e pascoli secchi mentre il caldo ha tagliato la produzione di latte fino al 20% ma si contano anche numerosi casi di animali morti soffocati dal caldo torrido nonostante le attenzioni degli allevatori per salvarli. Una vera e propria strage di animali è stata provocata anche dagli incendi che hanno pesanti effetti dal punto di vista ambientale dovuti alla perdita di biodiversità (distrutte piante e uccisi animali) e alla distruzione di ampie aree di bosco che sono i polmoni verdi del Paese e concorrono ad assorbire l’anidride carbonica responsabile dei cambiamenti climatici. Per ogni ettaro di macchia mediterranea andato in fumo – continua la Coldiretti – sono morti in media 400 animali tra mammiferi, uccelli e rettili. Ci vorranno almeno 15 anni per ricostruire i boschi andati a fuoco con danni all’ambiente, all’economia, al lavoro e al turismo secondo la Coldiretti che parla di un costo per la collettività stimabile in circa diecimila euro all’ettaro percorso dalle fiamme. Nelle foreste andate a fuoco – conclude la Coldiretti – saranno impedite anche tutte le attività umane tradizionali del bosco come la raccolta della legna, dei tartufi e dei piccoli frutti, ma anche quelle di natura hobbistica come i funghi che coinvolgono a settembre decine di migliaia di appassionati.

A Ferragosto la visita guidata alla Rocca Salimbeni

Per saltare la fila basta iscriversi entro le 15 di venerdì 11 agosto sul sito www.mpsart.it

A Ferragosto torna il tradizionale appuntamento con le visite guidate della sede storica di Banca Monte dei Paschi, in Piazza Salimbeni a Siena. Martedì 15 agosto, infatti, Banca Mps aprirà al pubblico, in via straordinaria e completamente gratuita, la collezione d’arte e l’archivio storico. Dalle 9 alle 12 sarà possibile effettuare le visite per ammirare gli straordinari capolavori custoditi all’interno di Palazzo Salimbeni, duecentesca sede storica della banca più antica d’Europa, ma anche scrigno di tesori artistici, storico-archivistici e librari.

L’iniziativa seguirà la formula già sperimentata a luglio scorso, con guide dedicate e l’utilizzo dell’innovativa applicazione Smartify, lanciata per la prima volta in Italia da Banca Mps e ideata dall’omonima community interest company nata a Londra con la missione di promuovere l’accessibilità e la portabilità delle informazioni per tutti gli appassionati d’arte. Un’innovativa applicazione che permette di riconoscere le opere d’arte semplicemente inquadrandole da dispositivi mobile iOS e Android. Banca Mps conferma così il connubio tra tradizione e innovazione per un appuntamento che è diventato una consuetudine per senesi, turisti e appassionati d’arte.

I visitatori potranno sperimentare un nuovo modo di vedere l’arte e potranno provare i contenuti multimediali dedicati ad una selezione di documenti conservati nell’archivio storico e alla statua di Sallustio Bandini, in Piazza Salimbeni, visibile con Smartify da diverse angolazioni e arricchita da un video che mostra le fasi salienti del restauro eseguito due anni fa. I nuovi contributi vanno ad aggiungersi ad una prima selezione di schede tecniche delle opere conservate a Siena all’interno del Museo San Donato, tesori di pittura, scultura ed arte decorativa, rigorosamente realizzati da artisti senesi o legati alla città, oltre ad una raccolta di alcuni tra i più importanti esempi di opere del ‘900 di autori quali Rosai, Donghi e Fattori.

Il percorso espositivo del museo di Banca Mps si snoda attraverso i diversi corpi di fabbrica che componevano l’antico castellare Salimbeni: il fondaco, luogo di compravendita delle merci, l’ampio cortile, fulcro del palazzo, la famosa scala progettata dall’architetto fiorentino Pierluigi Spadolini, l’archivio storico e infine la pinacoteca, riallestita in anni recenti seguendo i più moderni standard museali, così da garantire una maggiore sicurezza e conservazione del patrimonio. Qui i visitatori potranno ammirare la collezione che Banca Mps ha acquisito nel corso dei secoli: opere di pittura, scultura, grafica ed arte decorativa, rigorosamente realizzate da artisti senesi o legati alla città, quali Pietro Lorenzetti, Stefano di Giovanni detto il Sassetta, Sano di Pietro, Rutilio Manetti o Bernardino Mei, spesso commissionate dalla Banca stessa, che con il loro splendore restituiscono un significativo spaccato della storia e della cultura di Siena. Oltre ai preziosi capolavori artistici, sarà possibile visitare anche l’archivio storico, dove sono custoditi numerosi documenti antichi e libri mastri e contabili risalenti ai primi anni di attività della Banca.

Coloro che si sono iscritti o si iscriveranno entro venerdì 11 agosto alle 15 a MpsArtNews sul sito www.mpsart.it<http://www.mpsart.it>, potranno partecipare ad una delle visite guidate in programma saltando la fila. Basterà stampare il voucher che verrà inviato tramite e-mail a tutti gli iscritti alla Newsletter MpsArt News ed esibirlo, il giorno dell’apertura, al personale addetto che provvederà ad includere gli iscritti nel primo gruppo utile.

Maria Masini vince in doppio in Spagna

La tennista senese conferma così la posizione numero 474 nel ranking WTA di doppio

Dopo il trionfo a Cantanhede (Portogallo), Maria Masini si ripete nel torneo internazionale di Don Benito (Badajoz – Spagna) con montepremi $ 15.000. Punti importantissimi che le consentono di rimpiazzare quelli ormai “scaduti” ottenuti l’anno scorso nel $ 25.000 di Imola. La tennista senese, tesserata per il prestigioso Tennis Club Livorno e attualmente allieva del maestro Gino Bartoli, rimane così tra le prime 500 giocatrici del mondo dopo aver raggiunto il 17 luglio scorso la sua miglior classifica mondiale WTA di doppio con la posizione n. 474.

Nella bella comunità autonoma dell’Estremadura Maria e la spagnola Parres Azcoitia conquistano il titolo non cedendo nemmeno un set alle avversarie: le argentine Melina Ferrero e Sofia Luini superate in semifinale con il punteggio di 6-2 6-0 e la finlandese Mia Nicole Eklund e l’inglese Gabriella Taylor anch’esse sconfitte nettamente con un doppio 6-3 nel match decisivo.

Peccato invece per il titolo sfuggito nel torneo internazionale di Schio (Vicenza) al rientro in Italia. In coppia con l’italiana Anastasia Grymalska, Maria, dopo le belle vittorie in quarti ed in semifinale, non è riuscita a ripetersi contro le avversarie Federica Di Sarra (Ita) e Lisa Sabino (Sui) che sono apparse più motivate e concrete delle nostre.

La fisarmonica di Galliano al Castello di Monteriggioni

L’appuntamento venerdì 11 agosto alle 21.30, con ingresso libero

Il Castello di Monteriggioni torna ad accendersi venerdì 11 agosto, alle 21.30, con la fisarmonica di Richard Galliano, per un viaggio nella musica alla scoperta di uno strumento dalle molteplici forme espressive. L’artista, considerato l’erede di Astor Piazzolla, è italiano, ma il suo successo come fisarmonicista di musica jazz lo ha reso noto soprattutto in Francia, dove vive ancora oggi.

Richard Galliano porterà sul palco un repertorio che va dal classico al jazz, attraversando le frontiere musicali con entusiasmo, desiderio e passione. Unico fisarmonicista a registrare per la prestigiosa etichetta classica “Deusche Grammophon”, ha registrato più di 50 album a suo nome e ha lavorato con numerosi artisti di fama. Il suo ultimo lavoro risale all’anno scorso ed è dedicato a Wolfgang Amadeus Mozart.

 Informazioni. Il concerto di Richard Galliano fa parte del cartellone “Monteriggioni Porta del Medioevo”, che sta animando l’estate nel Castello di Monteriggioni. Per maggiori informazioni, è possibile contattare l’Ufficio turistico di Monteriggioni al numero 0577-304834 oppure all’indirizzo email info@monteriggioniturismo.it.

Agevolazioni scolastiche del Comune di Castelnuovo Berardenga

Fino al 2 ottobre domande aperte per la compartecipazione al costo della mensa scolastica a Siena

Nei giorni scorsi, è stato pubblicato il bando del Comune di Castelnuovo Berardenga, con scadenza 2 ottobre 2017, per richiedere il contributo dell’amministrazione comunale al costo del servizio di mensa scolastica richiesto dal Comune di Siena, portando avanti la convenzione avviata lo scorso anno e rivolta a residenti nel Comune di Castelnuovo Berardenga che hanno scelto di iscrivere i propri figli alle scuole dell’infanzia o primaria del capoluogo senese. Nei giorni scorsi, inoltre, il Comune castelnovino ha approvato l’avviso di rimborso per le spese di trasporto scolastico sostenute dalle famiglie di alunni che vivono in località non raggiunte dal servizio e che hanno dovuto utilizzare i mezzi di linea nell’anno scolastico 2016-2017. La scadenza delle domande è fissata per il prossimo 15 gennaio.

Servizio mensa scolastica. La compartecipazione del Comune di Castelnuovo Berardenga al servizio di mensa scolastica per alunni iscritti alle scuole dell’infanzia e primaria di Siena, introdotta nello scorso anno scolastico per fasce Isee fino a 15 mila euro, prevede, per l’anno scolastico 2017-2018, nuove opportunità per fasce Isee non superiori a 17.500 euro. Il contributo sarà pari al 20 per cento del costo sostenuto dall’utente ed è rivolto a famiglie residenti nel Comune di Castelnuovo Berardenga, con figli che frequentano il tempo pieno e che abbiano presentato domanda di servizio mensa al Comune di Siena. L’ammissione al contributo non darà diritto automaticamente all’erogazione, subordinata alla presentazione delle ricevute di pagamento del servizio al Comune di Siena e al controllo sulle dichiarazioni Isee. La liquidazione avverrà fino all’esaurimento dei fondi disponibili. Le domande devono essere redatte utilizzando il modulo scaricabile dal sito internet del Comune, nella sezione “Scuola – Iscrizioni scolastiche”, oppure disponibile presso l’Ufficio URP o l’Ufficio Scuola.

Rimborso trasporto scolastico. Il rimborso per il servizio di trasporto scolastico non usufruito sarà pari alla differenza tra il costo sostenuto per l’utilizzo di mezzi pubblici e il costo che l’utente avrebbe dovuto sostenere se avesse utilizzato lo scuolabus messo a disposizione dal Comune. L’iniziativa prevede contributi diversi in base alle fasce Isee dichiarate e, per usufruirne, occorre presentare la domanda utilizzando il modulo disponibile sul sito del Comune di Castelnuovo Berardenga, nella sezione ‘Archivio Bandi e concorsi’.

Per ulteriori informazioni, è possibile contattare anche l’Ufficio Scuola al numero 0577-3511 oppure all’indirizzo e-mail scuola@comune.castelnuovo.si.it.

Gli allievi di Daniele Gatti sul podio dei Rozzi

Gli allievi del Corso di direzione sono sette e provengono da Stati Uniti, Polonia, Guatemala, Svizzera, Corea del Sud e Italia

Grande evento domani alle 21.15 nel Teatro dei Rozzi, in Piazza Indipendenza, con il concerto del corso di Direzione d’orchestra tenuto all’Accademia Chigiana da Daniele Gatti. Co-docente del corso è Luciano Acocella, mentre l’esecuzione verrà affidata all’Orchestra Giovanile Italiana, orchestra in residence della classe.

Gli allievi effettivi del Corso di quest’anno sono sette giovani direttori, provenienti da Stati Uniti, Polonia, Guatemala, Svizzera, Corea del Sud e Italia.

Essi daranno vita a un concerto il cui programma allinea due tra i maggiori capolavori sinfonici di tutti i tempi: la Sinfonia n. 1 in re maggiore “Titano” di Mahler e La Mer di Debussy.

Daniele Gatti ha studiato e si è diplomato in composizione e direzione d’orchestra al Conservatorio Giuseppe Verdi di Milano. È il nuovo Chief Conductor della Royal Concertgebouw Orchestra di Amsterdam e Artistic Advisor della Mahler Chamber Orchestra. Ha ricoperto ruoli di prestigio presso importanti enti sia sinfonici che operistici in Italia e all’estero. Tra le orchestre che dirige regolarmente: Berliner Philharmoniker, Wiener Philharmoniker, Bayerischer Rundfunk, Orchestra Filarmonica della Scala. Ha inaugurato l’edizione 2008 dei Bayreuther Festspiele con Parsifal e ha diretto molte nuove produzioni ai Salzburger Festspiele. Tra i vari progetti portati a termine nel corso del suo mandato come Directeur Musical dell’Orchestre National de France sono da segnalare le integrali sinfoniche di Mahler, Brahms, Schumann, Čajkovskij e Beethoven, Parsifal in forma di concerto, un ciclo shakespeariano, il debutto conTristan und Isolde, con cui ha anche aperto la stagione del Teatro dell’Opera di Roma lo scorso anno. Nel 2013 ha inaugurato la stagione del Teatro alla Scala con La traviata, nel 2015 vi ha diretto Falstaff e nel 2017 Die Meistersinger von Nuernberg. Nel 2016 è tornato a dirigere l’Orchestra dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia all’Auditorium Parco della Musica di Roma e ha completato al Lingotto di Torino il ciclo delle Sinfonie di Beethoven.

Con la Royal Concertgebouw Orchestra ha avviato un ciclo di concerti dal titolo “RCO meets Europe”, che coinvolge i 28 paesi dell’Unione Europea nell’arco di tre stagioni. “RCO meets Europe” comprende il progetto “Side by Side”, che prevede la partecipazione di musicisti delle orchestre giovanili locali all’esecuzione del primo brano in programma, accanto ai professori della RCO. Ha recentemente diretto una nuova produzione di Salomè alla De Nationale Opera di Amsterdam e a dicembre inaugurerà la stagione del Teatro dell’Opera di Roma con La damnation de Faust. In campo didattico ha tenuto una Masterclass di direzione d’orchestra per I Suoni del Conservatorio, la rassegna concertistica del Conservatorio Giuseppe Verdi di Milano.

È docente dell’Accademia Chigiana dal 2016.

È stato insignito del premio Franco Abbiati e dell’onorificenza di Chevalier de la Légion d’Honneur.

biglietti (prezzo unico 5 euro) potranno essere acquistati on-line sul sito www.chigiana.it nonché, tutti i giorni dalle 10 alle 18, al bookshop di Palazzo Chigi Saracini (a Siena in via di Città 89) e, da due ore prima dell’inizio del concerto, alla biglietteria del Teatro dei Rozzi.

Per informazioni: tel. 0577-22091 oppure via e-mail: stampa@chigiana.it.

Modifiche alla linee urbane dei bus per il Palio

Dal 13 al 16 agosto saranno previste modifiche rispetto ai consueti percorsi delle linee urbane Palio di Siena: potenziamenti e modifiche ai servizi bus

Potenziamenti e modifiche ai servizi di trasporto pubblico urbano curati da Tiemme/Siena Mobilità sono previsti a Siena nei giorni del Palio di agosto.
Da domenica 13 a mercoledì 16 agosto saranno in vigore alcune variazioni rispetto ai consueti orari e percorsi delle linee urbane s21, s26, s27, s29, 50N (linea notturna), s51, s52, s54 e 590 (minibus infermieri).

Potenziamento servizi con navette 

Domenica 13 e mercoledì 16 agosto, dalle 15.30 alle 18.50 e subito dopo lo svolgimento della prova/Palio, saranno disponibili collegamenti potenziati tra il parcheggio dei Due Ponti e l’area esterna all’ospedale psichiatrico dentro Porta Romana e ritorno; tra il parcheggio dei Tufi, Coroncina e l’area ospedale psichiatrico e ritorno e, infine, tra la stazione Fs, il campeggio Colleverde e piazza del Sale e ritorno. Le partenze sono previste con cadenza ogni 15 minuti.

Inoltre, nei quattro giorni di Palio, subito dopo la prova del pomeriggio e nell’immediato dopo Palio, da piazza Gramsci e da piazza del Sale saranno garantiti potenziamenti per i servizi urbani e da piazza Gramsci quelli extraurbani diretti a Firenze.

Infine, lunedì 14 agosto gli uffici aziendali di Tiemme rimarranno chiusi al pubblico: sarà assicurata la copertura dell’ufficio informazioni e delle biglietterie.

Per tutti i dettagli sulle singole modifiche di ciascuna linea è possibile consultare le paline di fermata degli autobus, gli avvisi al pubblico distribuiti nelle biglietterie aziendali o visitare il sito internet www.tiemmespa.it

Domani Calici di Stelle 2017

Appuntamenti nella Loggia dei Nove di Palazzo Pubblico, nel piano nobile di Palazzo Sansedoni e nei giardini della Società “Camporegio” della Contrada del Drago

Stelle, vini e arte. Questi i protagonisti della notte di S. Lorenzo. L’appuntamento del 10 agosto è promosso dall’Associazione Nazionale Città del Vino, di cui il Comune di Siena è tra i soci fondatori, in collaborazione con il Movimento Turismo del Vino e l’Unione Astrofili Senesi, sarà ospitato nuovamente nella Città del Palio che, per l’occasione, aprirà in notturna i suoi scrigni d’arte più importanti.

Il fascino delle stelle cadenti, all’interno di spazi suggestivi e la partecipazione dell’Enoteca Italiana, come ogni anno, saranno sicuramente fattori attrattivi in grado di richiamare, come per le passate edizioni, una grande presenza di senesi e turisti.

«Un vero e proprio evento – come lo ha definito l’assessora al Turismo Sonia Pallai – per rafforzare ed evidenziare il valore e le potenzialità di un territorio attraverso le sue eccellenze come il vino e l’arte, che nel senese rappresentano un punto di forza indiscusso, costruendo, così, un’occasione in più per consolidare valori come cultura, turismo e accoglienza».

Calici di stelle quest’anno ha anche un carattere di solidarietà. Oltre alla consueta quota di adesione alla manifestazione il Comune ha acquistato 60 calici serigrafati dall’Associazione Città del Vino e dal Movimento Turismo del Vino che devolveranno la somma in beneficenza per la ricostruzione di un comune terremotato.

Oltre all’apertura del Museo Civico e della Torre del Mangia (biglietteria in funzione dalle 20,30 alle 23,15), sarà possibile visitare il “Cantiere Maestà” di Simone Martini (ore 21, 22 e 23 max 10 persone a gruppo per un costo di 6 euro a biglietto – prenotare entro le ore 13 di oggi 9 agosto ai numeri 0577 292614-15 -, oltre all’acquisto del biglietto di ingresso al Museo Civico, per motivi di sicurezza non potranno accedere persone con handicap motori e bimbi con meno di otto anni). L’ingresso alla Torre del Mangia, costo 10 euro, non prevede l’assaggio di vini, che saranno, invece serviti nella Loggia dei Nove di Palazzo Pubblico, biglietto di ingresso 7 euro comprensivo della visita al Museo e 2 degustazioni.

E sarà proprio dalla Loggia che tutti i visitatori potranno ammirare la volta celeste e conoscere i misteri del cosmo, con il supporto delle attrezzature e le spiegazioni dei volontari dell’Unione Astrofili Senesi. In sottofondo l’accompagnamento musicale dei musicisti dell’Istituto superiore di Studi Musicali “Rinaldo Franci” con il concerto dell’ensemble di sassofoni “The Golden Sax Quartet” che si esibirà nel Cortile del Podestà dalle 20,30 alle 21 e nella Loggia dalle 22,30 in poi.

Nella notte di S. Lorenzo sarà possibile entrare anche nel piano nobile di Palazzo Sansedoni (dalle 20,30 alle 24), dove poter ammirare alcuni tra i pezzi più pregiati della collezione di opere d’arte della Fondazione MPS. Ingresso 7 euro con due degustazioni, curate da Enoclub Siena per poter scegliere tra importanti vini Brunello di Montalcino, Chianti Classico e Vernaccia di S. Gimignano.

Per chi ama gli spazi all’aperto dalle 20,30 alle 24 saranno a disposizione i giardini della Società di Camporegio della Contrada del Drago (S. Domenico). Una terrazza su Siena dove, sempre a 7 euro e con due degustazioni, l’Associazione Nazionale Città del Vino condotta da Fisar delegazione di Siena Valdelsa proporrà i più importanti vini della produzione portoghese partecipanti all’ultima edizione del concorso enologico internazionale “La selezione del Sindaco”, oltre a una vasta proposta di vini italiani. Calici di Stelle 2017 è organizzato dall’Assessorato al turismo del Comune di Siena e realizzato con i proventi dell’imposta di soggiorno.

Scroll to top