Redazione C3

Il giovane campione del nuoto britannico si chiama Pietro Forconi

Il 14enne è nato a Siena ma vive a Londra con la famiglia da molti anni

L’astro nascente del nuoto britannico è un senese. Pietro Forconi ieri, giovedì 27 luglio, ha vinto la medaglia d’oro nei 1500 stile libero ai British Summer Champs 2017, per la società Winchester City.

Il giovane 14enne, nato a Siena, vive a Londra con la famiglia da molti anni.

Mps, in 1600 con i requisiti per uscire

Le uscite saranno 1200. Il prossimo incontro azienda-sindacati ci sarà il 3 agosto

L’azienda stima che i dipendenti in possesso dei requisiti per l’adesione al Fondo di sostegno al reddito siano circa 1600. E’ la risposta dei responsabili delle risorse umane del gruppo Mps ai sindacati che, durante gli incontri sul progetto di adeguamento degli organici, avevano chiesto quanti dipendenti avessero i requisiti per  aderire al Fondo di solidarietà attraverso cui è prevista l’uscita di 1200 unità entro la fine del 2017. L’uscita, secondo quanto emerso dall’incontro odierno, avverrà per gran parte dei dipendenti il primo novembre di quest’anno come già comunicato alle sigle sindacali in sede d’illustrazione del piano di ristrutturazione predisposto da banca Mps, in accordo con la Commissione europea e la Bce.

Nell’incontro di oggi tenutosi a Rocca Salimbeni a Siena i sindacati hanno chiesto alcuni dati aggiuntivi sulla distribuzione territoriale ed operativa dei dipendenti che saranno interessati dalla manovra al fine di valutare le ricadute sul personale che rimarrà in servizio. L’incontro tra le parti è stato aggiornato al 3 e al 4 agosto, in queste date potrebbe essere affrontato anche il piano della chiusura degli sportelli. (Fonte ANSA)

Scoperta una supernova peculiare all’Osservatorio di Montarrenti

Simone Leonini, Massimo Conti, Luz Marina Tinjaca Ramirez e Paolo Rosi l’hanno individuata grazie a un telescopio automatico Ritchey-Chretien

Scoperta una supernova peculiare all’Osservatorio Astronomico di Montarrenti da Simone Leonini, Massimo Conti, Luz Marina Tinjaca Ramirez e Paolo Rosi, nell’ambito del Montarrenti Observatory Supernovae Search Hight Cadence Project. La nuova strategia di ricerca, atta a sorvegliare galassie candidate con una cadenza di 2-3 giorni, è stata sviluppata allo scopo di massimizzare le scoperte e rendere disponibili alla comunità astronomica internazionale nuovi transienti individuati nelle prime fasi esplosive.

Grazie al telescopio automatico Ritchey-Chretien (D=0.53m; f/8.7) dell’osservatorio gestito dall’Unione Astrofili Senesi, è stato registrato in due distinte epoche (2017-07-16 21:21:23 UT, R = 17.6 Mag. e 2017-07-19 21:58:08 UT, R = 17.1 Mag. – catalogo USNO B1) un nuovo evento esplosivo nella galassia a spirale barrata face-on UGC10602. La galassia, che brilla di Mag. 14.2 nella costellazione che raffigura il grande eroe mitologico Ercole, dista circa 390 milioni di anni luce dalla Terra.

La nuova sorgente luminosa, collocata in uno dei bracci galattici, è stata individuata dal programma di autodetection FiSNe (Find SuperNovae) che confronta le immagini della survey con quelle di riferimento segnalando all’operatore i possibili candidati per una successiva analisi. L’esito positivo delle verifiche, ha consentito l’emissione del rapporto di scoperta (TNS Astronomical Transient Report N. 12676) tramite il sistema elettronico adottato dall’International Astronomical Union. A solo 24 ore dall’annuncio, il team di astronomi del Padova-Asiago Supernova Group, con l’ausilio del telescopio di 1.82m di Cima Ekar equipaggiato di spettrografo AFOSC, hanno caratterizzato l’evento come supernova di tipo Ia della singolare sottoclasse SN1991bg, individuata pochi giorni prima del suo massimo di luminosità.

La velocità di espansione del materiale espulso dalla stella è stata dedotta in circa 11.600 Km./sec. (The Astronomers Telegram n. 10589; TNS Classification Report n. 1088). La sottoclasse 1991bg identifica una rara tipologia di supernova sub-luminosa individuata solo nel 10% della popolazione di un evento esplosivo prodotto da una nana bianca la cui massa ed energia esplosiva è inusualmente inferiore rispetto alle classiche supernovae di tipo Ia. L’astro è stato ufficialmente designato SN2017fof ed attribuita la paternità della scoperta agli astrofili senesi, collaboratori dell’Italian Supernovae Search Project.

Opera del Duomo di Siena, assemblea tra gli iscritti CGIL

I lavoratori si riuniranno in assemblea il 1 agosto

Tensione all’Opera del Duomo di Siena, i lavoratori si riuniranno in assemblea, convocata tra gli iscritti CGIL, il 1 agosto.

Gli argomenti all’ordine del giorno saranno molti e di rilievo, a partire dal recente rinnovo del Contratto Nazionale di riferimento e del conseguente percorso che porterà ad affrontare il Contratto Integrativo Aziendale, scaduto ormai da 6 anni e di fatto mai applicato dall’Ente.

«E’ importante che le istituzioni e la cittadinanza sappiano – spiegano il sindacato FP CGIL e la RSU CGIL – che ancora oggi, a distanza di 2 anni dalla sentenza che sanciva le ragioni del personale in merito alla pretesa cessione di ramo d’azienda in favore di Opera Civita Spa, sono ancora troppi gli aspetti nebulosi… e per di più, ogni giorno, assistiamo a sottrazioni di competenze in favore della società appaltatrice».

Dall’assemblea dei lavoratori prevista per il 1 agosto potrebbe quindi scaturire un programma di azioni da mettere in campo per ottenere la piena applicazione di quanto riconosciuto in sede di giudizio. I lavoratori, le lavoratrici e la FP CGIL sembrano non arrendersi.

Il consiglio comunale ricorda Mauro Barni

Dopo l’intervento di Mario Ronchi è seguito un minuto di silenzio

Prima dell’inizio dei lavori del consiglio comunale odierno, il presidente Mario Ronchi ha voluto ricordare l’ex sindaco di Siena Mauro Barni, scomparso il 21 luglio scorso all’età di 90 anni: «In apertura di seduta mi sembra opportuno e doveroso tenere un breve momento di ricordo di un nostro concittadino recentemente scomparso il professor Mauro Barni. In questi giorni molti rappresentanti politici e delle istituzioni cittadine, hanno espresso un doveroso e pubblico omaggio illustrando la sua straordinaria attività professionale e il suo costante contributo alla vita culturale, sociale e politica della nostra città. Tutti hanno sottolineato il suo rapporto di relazione con la nostra comunità, fatto di passione e di autentica conoscenza di ogni aspetto della nostra realtà civica. In virtù dell’onore da voi conferitomi di rappresentare come Presidente il Consiglio comunale, ho ritenuto di celebrare oggi il professor Mauro Barni in questa sede, nella sala del Capitano del popolo del Civico Palazzo, ove fu protagonista a lungo con incarichi prima di consigliere e poi di Sindaco. Appassionato alla vita politica fu eletto consigliere comunale una prima volta nel 1968 nella lista del Partito Socialista italiano, poco prima di assumere la carica di Magnifico Rettore dell’Università degli studi di Siena. Poi nel 1979, rieletto consigliere nello stesso gruppo, assunse la carica di Sindaco, carica che mantenne fino al 1983. Non è oggi la sede per ricordare e illustrare il suo operato in ambito amministrativo, sicuramente ci saranno in futuro occasioni e seminari per ricordare Mauro Barni come protagonista indiscusso della storia del novecento senese. Mi preme invece oggi offrire una risonanza del discorso che il professor Mauro Barni tenne il 31 luglio 1979 subito dopo la proclamazione del voto in Consiglio comunale in base al quale risultò con il voto di n. 25 consiglieri sui 40 componenti l’Assemblea eletto Sindaco. In questa sua orazione, che mi permetto di sottoporre alla vostra attenzione in alcune parti anche per la sua ancora viva corrispondenza all’attualità, infatti si comprende lo spirito e la tensione che ha animato la sua passione civica, l’orgoglio e la consapevolezza della missione della nostra città nel continuare ad offrire un apporto da protagonista alla vita non solo del nostro Paese ma anche dell’Europa.

Dopo i saluti ai consiglieri comunali infatti affermava “il primo moto del mio animo sotteso da consapevole orgoglio e da controllata emozione si rivolge alla mia città che io sento come un grande episodio storico emergente da una indistinta lontananza, mosso da alterne cadenze ma sempre ricco di eventi grandi e mai banali e tuttavia vivo per i suoi inesauribili apporti alla nostra civiltà. Con la consapevolezza del grande patrimonio storico, culturale e civile che conserva a Siena, pur nella sua attuale dimensione, un ruolo di singolare rilievo e prestigio tale da indurre una qualità originale ed elevata di ogni atto di governo e di ogni intervento produttivo di effetti sulla vita e sulle fisionomie cittadine, con l’amore profondo che mi lega a questo centro meraviglioso dove sono nato a questo civico palazzo, emblematica sintesi della tradizione senese e dell’amministrazione civica in cui il mio povero babbo fu impiegato, alle contrade, espressione eloquenti ed esaltanti di vera partecipazione ed alle grandi istituzioni senesi aventi un respiro non contenibile in un abbraccio municipalistico, con la certezza politica del ruolo primario del Comune nella vicenda ammnistrativa e nella composizione costante di quadro armonioso e programmato di ogni attività produttiva nel consapevole rispetto dei ruoli e dei compiti di ogni altra legittima istanza… mi accingo a questo compito nuovo ed estremante difficile con umiltà ma anche con fierezza sostenuta dalla volontà fermissima di lavorare al meglio delle mie possibilità”.

Dopo aver fatto memoria di queste appassionate parole espresse in questa aula 38 anni orsono dal neo sindaco Mauro Barni, in cui si affermava la responsabilità e la doverosa centralità della azione amministrativa in una città patrimonio del mondo, credo sia doveroso porgere le più sentite condoglianze alla famiglia ed osservare il suo ricordo con un minuto di silenzio».

Con la notte di San Lorenzo torna Calici di Stelle

Il 10 agosto i grandi vini sposano l’arte

Stelle, vini e arte. Questi i protagonisti della notte di S. Lorenzo. L’appuntamento del 10 agosto è promosso dall’Associazione Nazionale Città del Vino, di cui  il Comune di Siena è tra i soci fondatori,  in collaborazione con il Movimento Turismo del Vino e l’Unione Astrofili Senesi, sarà ospitato nuovamente nella Città del Palio che, per l’occasione, aprirà in notturna  i suoi  scrigni d’arte più importanti.

Il fascino delle stelle cadenti, all’interno di spazi suggestivi e la partecipazione dell’Enoteca Italiana, come ogni anno, saranno sicuramente fattori attrattivi in grado di richiamare, come per le passate edizioni, una grande presenza di senesi e turisti.

«Un vero e proprio evento  – come lo ha definito l’assessora al Turismo Sonia Pallai – per rafforzare ed evidenziare il valore e le potenzialità di un territorio attraverso le sue eccellenze come il vino e l’arte, che nel senese rappresentano un punto di forza indiscusso, costruendo, così,  un’occasione in più per consolidare valori come cultura, turismo e accoglienza».

Calici di stelle quest’anno ha anche un carattere di solidarietà. Oltre alla consueta quota di adesione alla manifestazione il Comune ha acquistato 60 calici serigrafati dall’Associazione Città del Vino e dal Movimento Turismo del Vino che devolveranno la somma in beneficenza per la ricostruzione di un comune terremotato.

Oltre all’apertura del Museo Civico e della Torre del Mangia (biglietteria in funzione dalle 20,30 alle 23,15), sarà possibile visitare il “Cantiere Maestà” di Simone Martini (ore 21, 22 e 23 max 10 persone a gruppo per un costo di 6 euro a biglietto, oltre all’acquisto del biglietto di ingresso al Museo Civico, per motivi di sicurezza non potranno accedere persone con handicap motori e bimbi con meno di otto anni). L’ingresso alla Torre del Mangia, costo 10 euro, non prevede l’assaggio di vini, che saranno, invece serviti nella Loggia dei Nove di Palazzo Pubblico, biglietto di ingresso 7 euro comprensivo della visita al Museo e 2 degustazioni.

E sarà proprio dalla Loggia che tutti i visitatori potranno ammirare la volta celeste e conoscere i misteri del cosmo, con il supporto delle attrezzature e le spiegazioni dei volontari dell’Unione Astrofili Senesi. In sottofondo l’accompagnamento musicale  dei musicisti dell’Istituto superiore di Studi Musicali “Rinaldo Franci” con il concerto dell’ensemble di sassofoni “The Golden Sax Quartet” che si esibirà nel Cortile del Podestà dalle 20,30 alle 21 e nella Loggia dalle 22,30 in poi.

L’arte di Cesare Olmastroni in una mostra

Domani l’inaugurazione della personale di Cesare Olmastroni  a Palazzo Patrizi

Nel segno del grande affetto e dei profondi legami tra Cesare Olmastroni e la città di Siena, la rassegna ArteSiena propone a Palazzo Patrizi “Una vita tra i pennelli”, la personale composta dalle opere del pittore scomparso nello scorso mese di marzo.

L’inaugurazione della mostra, che resterà fruibile a ingresso libero fino al 20 agosto nella Galleria che l’Amministrazione comunale ha voluto intitolare proprio a Cesare Olmastroni, è in programma per le 17.30 di domani, venerdì 28.

“Una vita tra i pennelli” sarà aperta al pubblico dal lunedì al giovedì, in fascia 15.30/18.30, e dal venerdì alla domenica anche di mattina dalle 10.30 alle 13.30, a eccezione del weekend 4/6 agosto durante il quale osserverà soltanto l’orario pomeridiano. Chiusura il 16 agosto in occasione del Palio dell’Assunta.

La rassegna pittorica ArteSiena rientra in EstatinSiena, il cartellone unico di appuntamenti culturali promossi dal Comune di Siena da giugno a settembre 2017. Il programma integrale è online sul sito istituzionale www.comune.siena.it, con aggiornamenti sul portale di promozione turistica Enjoysiena e tramite l’hashtag #estatinsiena.

Il rifiuto di Tornasol non dovuto ai farmaci

Il procuratore di Siena Vitello interviene sulla vicenda. Il cavallo della Tartuca risulterebbe positivo, per il prelievo del 2 luglio, ad alcune sostanze

Il procuratore della Repubblica di Siena Salvatore Vitello ha diramato un comunicato stampa relativo alle analisi sul cavallo Tornasol:

 “Con riferimento al procedimento penale iscritto a seguito dei prelievi effettuati la sera del 2 luglio 2017 sul cavallo Tornasol, assegnato alla contrada della Tartuca, atteso l’interesse pubblico della vicenda, si comunica che sono pervenuti i risultati delle analisi nonché la relazione di valutazione tecnica del competente ufficio del Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali.

A fronte della negatività delle analisi relative ai prelievi effettuati alla data del 29 giugno 2017 è stata riscontrata, per i prelievi del 2 luglio scorso, la positività delle stesse con riguardo ad alcuni farmaci.

In relazione a tale aspetto le indagini proseguono per svolgere i necessari approfondimenti.

Allo stato non sussiste invece alcuna relazione tra le sostanze rilevate nel sangue ed il comportamento tenuto dal cavallo Tornasol durante i tentativi di entrata tra i canapi”.

Quale futuro per il territorio amiatino?

Questo venerdì la Regione incontrerà istituzioni e operatori amiatini

Un progetto di promozione integrata, che coinvolge tre assessorati regionali, per valorizzare il territorio dell’Amiata spaziando nei settori del turismo, dell’agroalimentare, della cultura e dell’artigianato. La presentazione del progetto sarà il cuore della giornata di confronto che Regione Toscana e Toscana Promozione Turistica, in collaborazione con le Unioni dei Comuni Amiata Val d’Orcia e dei Comuni Montani Amiata Grossetana, hanno organizzato per venerdì prossimo, 28 luglio, a partire dalle 11 alla Videoteca comunale di Abbadia San Salvatore.

«Un’area così complessa e variegata – spiega l’assessore alle attività produttive e al turismo Stefano Ciuoffo – ha assolutamente necessità di individuare un piano di promozione integrata per non disperdere le forze e ottenere risultati duraturi. Per questo occorre un intervento su più ambiti per rispondere alle varie esigenze del territorio sotto i vari aspetti. Lo sviluppo di questa parte della Toscana deve avvenire mettendo in rete e unendo le competenze di istituzioni, operatori e associazioni di categoria, una modalità che può consentire all’Amiata di rendersi competitiva e di sfruttare le enormi potenzialità che possiede».

Durante la sessione mattutina l’assessore al turismo e alle attività produttive Stefano Ciuoffo, accompagnato dai direttori dei tre assessorati competenti Albino Caporale (Attività Produttive), Roberto Ferrari (Cultura e Ricerca) e Roberto Scalacci (Agricoltura e sviluppo rurale), ed il direttore di Toscana Promozione Turistica Alberto Peruzzini discuteranno il progetto con i sindaci dei comuni interessati (Abbadia San Salvatore, Castiglione d’Orcia, Piancastagnaio, Radicofani, San Quirico d’Orcia, Arcidosso, Castel del Piano, Castell’Azzara, Roccalbegna, Santa Fiora e Seggiano) in un incontro riservato a sindaci ed assessori.

Nel pomeriggio, a partire dalle 14.30, l’incontro proseguirà con gli operatori e le associazioni di categoria del territorio. La conclusione è prevista intorno alle 16.

Rapolano Terme, domani la Notte Bianca

Apertura straordinaria dei negozi fino a mezzanotte, giochi e musica in strada. Dalle 22 anguria gratis per tutti

Una notte senza fine tra musica, shopping e animazione per i più piccoli. E’ la Notte Bianca in programma a Rapolano Terme domani. “Al calar del sole…si risveglia il colore”, questo il nome dell’iniziativa, prevede l’apertura straordinaria fino a mezzanotte dei negozi, l’intrattenimento di musica dal vivo e animazione per i bambini in tre punti diversi del paese (giardini pubblici I Piani, giardini pubblici in Piazza della Repubblica e lungo la Via Provinciale Sud).

La Notte Bianca partirà alle 18 all’asilo nido comunale ”Jacopo Benedetti” per una merenda-aperitivo offerta a grandi e piccoli. Dalle 20 saranno aperti tutti i punti ristoro del paese e dalle 22 anguria gratis per tutti. L’evento è organizzato dai commercianti di Rapolano Terme con il contributo e patrocinio del Comune di Rapolano Terme e con la partecipazione delle associazioni del territorio.

Scroll to top