Notizie

Alex Zanardi: archiviata l’inchiesta sull’incidente

Tutto iniziò il 19 giugno 2020, quando Alex Zanardi, ex pilota e atleta paralimpico, guidava la sua handbike durante una gara nei pressi di Pienza e San Quirico d’Orcia, fino a quando non ci fu il fatidico scontro con un tir.

Il campione fu trasportato d’urgenza alle Scotte per poi essere trasferito al centro “Unità gravi cerebrolesioni” a Vicenza, dove si trova tutt’ora per cercare di recuperare e tornare alla normalità il prima possibile.

Nel frattempo però è stata anche aperta un’inchiesta sull’incidente. Dopo mesi e mesi di studi si è arrivati a capire la dinamica e il giudice Ilaria Cornetti è arrivato alla conclusione che non vi siano responsabilità per il camionista coinvolto, ed ha dunque proceduto con l’archiviazione.

Caso David Rossi: la Commissione convoca Raffaele Ascheri

La audizioni sul Caso David Rossi continuano.

Ieri il presidente della Commissione Zanettin ha ascoltato Paolo Mondani, giornalista del programma di Rai 3 “Report”, il quale da tempo è a favore dell’ipotesi che l’ex manager della Banca Monte dei Paschi non si sia suicidato, ma che si sia trattato di un omicidio.

Della stessa idea sono Maurizio Pierangiolo di “Quarto Grado” e Antonino Monteleone de “Le iene”, che verranno ascoltati successivamente.
Gli altri elementi da sentire e che da tempo invece, sono a favore della pista del suicidio sono i PM  Aldo Natalini e Nicola Marini, oltre all’ex Presidente della banca Giuseppe Mussari.

La commissione però, per completare il giro di audizioni, ha deciso di convocare lo scrittore senese Raffaele Ascheri, autore di “Cronaca di un suicidio annunciato”, il quale ritiene che ci sia stata una narrazione unilaterale del caso e che nell’ultimo periodo è stata seguita solo la versione dell’omicidio.

San Gimignano si racconta con la “Mappa di Dante” E’ un percorso a tappe. Con domande e giochi di parole guidate proprio da lui: il sommo poeta. Un cammino che si può narrare sui social alla scoperta di luoghi inediti della città turrita. E può condurre ad avere in premio un prodotto tipico del territorio, dell’artigianato o dell’enogastronomia.

E’ un percorso a tappe a San Gimignano. Con domande e giochi di parole guidate proprio da lui: il sommo poeta, Dante Alighieri. Un cammino che si può raccontare sui social. Chi finirà il percorso avrà in premia un prodotto tipico del territorio, dell’artigianato o dell’enogastronomia.

 

Nasce così una mappa, che diventa strumento per conoscere la San Gimignano “segreta” raccontata in modo del tutto originale, divertendosi. Nell’anno del 700esimo anniversario dalle morte di Dante Alighieri c’è un ulteriore progetto che si aggiunge alle iniziative che la città ha già promosso con “La San Gimignano di Dante”. Read More

Due nuove Scuole di specializzazione di area medica accreditate dal Ministero: con Chirurgia toracica e Medicina legale salgono a 32 i corsi dell’Università di Siena Al concorso di ammissione hanno partecipato 134 candidati

Si arricchisce l’offerta formativa dell’Università di Siena nel campo delle specializzazioni mediche. Il Ministero dell’Università e della Ricerca ha infatti accreditato, per il prossimo anno accademico, due nuove Scuole di specializzazione, in Chirurgia toracica e in Medicina legale, che fanno salire a 32 il numero complessivo dei corsi di area sanitaria.
“Le politiche di reclutamento concordate tra Università, in particolare i tre dipartimenti di area medica, e Azienda ospedaliera universitaria senese – commenta il rettore dell’Ateneo Francesco Frati – hanno permesso di ottenere questo importante risultato. Il numero delle scuole cresce grazie anche al coordinamento di una vasta rete formativa che, oltre alle strutture assistenziali dell’Aous, comprende strutture dell’Azienda Usl Sud-Est e altre istituzioni ospedaliere toscane, umbre e di altre regioni”. Read More

Dopo 4 mesi di stop, riaprono anche la Sinagoga ed il Museo Ebraico

Sono stati 4 mesi complicatissimi per la comunità ebraica, ma adesso può finalmente gioire: la Sinagoga e il Museo Ebraico sono stati riaperti al pubblico.
Per inaugurare la riapertura, la comunità ha organizzato un concerto con musica tradizionale ebraica. All’incontro erano presenti Enrico Fink (Presidente della comunità ebraica di Firenze e Siena), il quale ha espresso tutta la sua felicità e la sua emozione per questo ritorno al dialogo con il pubblico, Rav Gadi Piperno (capo rabbino della comunità ebraica di Firenze), che ha confermato le parole e le emozioni del presidente, e il sindaco Luigi De Mossi.

Per ripartire al meglio, la comunità ha trovato l’accordo con Opera Laboratori, per promuovere il museo e per attrarre più visitatori possibili.

Accordo tra Fondazione banca MPS : preliminare raggiunto su accordo transazione

 La Fondazione Monte dei Paschi di Siena e la Banca Monte dei Paschi di Siena SpA comunicano che, in data odierna, è stato raggiunto un accordo preliminare tra la Banca e la Fondazione in ordine alle richieste stragiudiziali riferite, in sintesi, all’acquisizione di Banca Antonveneta, all’aumento di capitale 2011 e agli aumenti di capitale 2014-2015.

Nell’accordo preliminare definito con l’assistenza dei rispettivi legali e approvato dalla Deputazione Amministratrice della Fondazione Monte dei Paschi di Siena, la Banca Monte dei Paschi di Siena si impegna a sottoporre alla deliberazione del prossimo Consiglio di Amministrazione della Banca, che si terrà il 5 agosto 2021, una transazione che definisce in maniera conclusiva ogni contenzioso in essere.

Per effetto dell’accordo preliminare la Fondazione otterrà, tra l’altro, il pagamento di 150 milioni di euro e impegni sulla valorizzazione del patrimonio artistico della Banca.

L’accordo preliminare consente alla Banca di ridurre le richieste risarcitorie per un ammontare pari a 3.8 miliardi, offrendo un contributo rilevante alla soluzione del principale elemento di incertezza che grava sul bilancio della Banca.

Tragedia fiume Elsa: trovato morto il ragazzo disperso

Il ragazzo, inghiottito dalle acque del fiume Elsa, dopo ore di ricerca è stato appena trovato morto. Si tratta di un ragazzo straniero di 17 anni, residente a Monticiano e faceva il venditore ambulante. Si trovava a Colle Val d’Elsa con i parenti per passare una giornata al fiume. Nel primo pomeriggio di oggi, il giovane è rimasto bloccato nelle acque e trascinato dalla forte corrente, fino a portarlo alla morte.

Tragedia al fiume Elsa: disperso un ragazzo di 25 anni


È successo nei pressi della cascata del Diborrato, nel Parco fluviale dell’Elsa, quando un ragazzo 25enne si è tuffato in acqua ed è stato inghiottito dalle correnti del fiume.
Il giovane al momento risulta disperso, nel frattempo i soccorsi e i vigili del fuoco proseguono le ricerche.

Entra nel vivo la festa del gruppo leader della GDO nel centro Italia che culminerà a settembre Etruria Retail compie 60 anni: inizia la festa tra iniziative, promozioni e attività speciali

Tante iniziative per un’unica grande festa. Etruria Retail compie 60 anni e si prepara a
vivere questo traguardo coinvolgendo collaboratori, soci, produttori e tutti coloro che hanno
scritto la storia dell’azienda. Nata a Siena nel 1961, Etruria Retail è oggi leader della grande
distribuzione nel centro Italia, dove è presente con 311 punti vendita, in 4 regioni (Toscana,
Umbria, Lazio, Liguria) e 17 province. Read More

Visite ai pazienti in reparti no covid, graduale e prudenziale ripresa mantenendo la massima attenzione Il direttore generale Barretta: «Massima prudenza e soprattutto massimo rispetto delle regole per tutelare la salute di pazienti, visitatori e professionisti dell’ospedale»

L’Azienda ospedaliero-universitaria Senese ha predisposto una graduale e prudenziale ripresa delle visite ai pazienti in reparti no covid, con la necessità di mantenere la massima attenzione per continuare a tutelare la sicurezza degli stessi pazienti ricoverati. «Da oltre un anno – spiega il professor Antonio Barretta, direttore generale dell’Aou Senese – ci siamo attenuti alle indicazioni del Ministero della Salute e della Regione Toscana nel regolamentare le visite ai pazienti da parte di parenti e amici, mettendo in campo tutte le precauzioni atte a tutelare gli stessi pazienti, le persone che accedono al nostro ospedale ed il personale medico e sanitario. Considerando l’attuale situazione epidemiologica, abbiamo deciso di riprendere con le visite, consapevoli dell’importanza che hanno per i degenti della nostra struttura, in particolare dal punto di vista psicologico. Chiedo pero’ la massima prudenza e, soprattutto, il massimo rispetto delle regole per le visite, requisiti fondamentali per continuare a tutelare la nostra struttura e consentire un graduale ritorno alla normalità anche per le nostre attività». L’accesso ai visitatori sarà consentito dai check-point, con misurazione della temperatura corporea, controllo del corretto utilizzo della mascherina, igiene delle mani e Read More

Scroll to top