Notizie

Covid, imprese agricole: scadono il 30 giugno termini per ottenere garanzie per liquidità

Hanno tempo fino al 30 giugno le imprese agricole e agroalimentari per ottenere prestiti in liquidità fino a 200mila euro con garanzia gratuita.

E’ la misura messa a punto dalla Regione Toscana rivolta alle aziende colpite dall’emergenza pandemica, che hanno bisogno di sopperire a necessità di risorse liquide: deriva dalle misure 4.1.6, rivolta alle imprese agricole, e dalla misura 4.2.2, rivolta alle imprese agroalimentari, del Programma di sviluppo rurale Feasr 2014-2020.

“E’ un’opportunità – spiega la vicepresidente e assessora all’agroalimentare Stefania Saccardi – che abbiamo voluto creare per rendere possibile ottenere garanzie gratuite previste nella programmazione dello sviluppo rurale anche per l’erogazione di liquidità a favore degli agricoltori in sofferenza a causa del periodo che stiamo attraversando. Sappiamo che adesso l’urgenza è rappresentata in molti casi dalla mancanza di disponibilità e cerchiamo quindi di venire incontro a questa necessità”.

Le Pmi e le Smal Mid Cap (imprese che indipendentemente dal fatturato hanno un numero di dipendenti inferiori a 500 unità) che sono state colpite dalla crisi potranno dunque chiedere liquidità non superiori a 200 mila euro, alle banche convenzionate e i prestiti dovranno essere erogati entro il 30 giugno 2021.

Tra i requisiti: occorre avere avuto nel 2020 una riduzione di fatturato rispetto al 2019. Viene meno quindi, rispetto a prima, l’obbligo di presentare giustificativi basati su piani aziendali o documenti equivalenti e prove che dimostrino che il sostegno fornito tramite lo strumento finanziario sia stato utilizzato per gli investimenti.

Le banche abilitate sono la Banca di Cambiano, il Monte dei Paschi di Siena, Credem, Creval e Iccrea Banca impresa.

Read More

Riaperture, Scaramelli (Italia Viva): “No al canone per il suolo pubblico”

Depositato l’atto sull’esenzione per attività di somministrazione e commercio. Possibilità di suolo antistante per i locali senza dehors Read More

Preimmatricolazioni aperte all’Università di Siena per il nuovo anno accademico

Si può già scegliere tra tutti i corsi di laurea triennale e a ciclo unico non a numero programmato Read More

“E questo è il fiore…”: Arci Siena celebra il 25 aprile sui social

Iniziativa inserita nella manifestazione “Strade di Liberazione” promossa in tutta italia dall’Anpi
Siena. “E questo è il fiore…”. Read More

Vaccino Covid, due giorni di accesso libero negli hub per gli over 80

La Toscana procede a pieno ritmo con la campagna di vaccinazione degli over 80, dando loro la possibilità di recarsi direttamente, senza appuntamento, negli hub nei prossimi due giorni.

 

Domani mercoledì 21 e giovedì 22 aprile, dunque, le persone con più di 80 anni, che non sono state ancora contattate dal proprio medico di famiglia o che non si sono registrate sul portale o non si sono rivolte al numero verde 800117744 messo a loro disposizione per prenotare, potranno accedere alla somministrazione del vaccino senza prenotazione, recandosi presso l’hub più vicino, munite di tessera sanitaria. Per conoscere l’elenco degli hub è possibile telefonare al numero verde 800117744.

Mancano pochi giorni al 25 aprile, data entro la quale la Regione Toscana intende raggiungere l’obiettivo della più elevata copertura vaccinale, riservata agli ultraottantenni toscani tramite la somministrazione della prima dose Pfizer, riservata agli over 80 come da disposizioni nazionali.

Un traguardo ragionevolmente raggiungibile, se si considera che gli over 80 che vivono in Toscana sono in realtà poco più di 300mila e che alle ore 18 di oggi, martedì 20 aprile, gli ultraottantenni, che hanno già ricevuto la prima dose, sono 269.806 (mentre sono 111.566 quelli a cui è stato inoculato anche il richiamo). Un risultato, questo, che colloca la Toscana al primo posto per somministrazione delle prime dosi e al terzo per il ciclo vaccinale completo nella graduatoria delle Regioni italiane, stilata da Gimbe (dati aggiornati al 19 aprile, ore 6:05).

“Sono soddisfatto del risultato raggiunto. Stiamo lavorando, tutti insieme, senza risparmiarci, per mettere in sicurezza la salute dei nostri anziani, oltre che quella delle persone più vulnerabili – commenta il presidente Eugenio Giani -. Il mio ringraziamento per questo immenso lavoro quotidiano va soprattutto agli operatori sanitari e ai medici, sempre in prima linea, quando si tratta di curare e assistere chi ne ha maggiormente bisogno”.

Nello stesso tempo, la Regione Toscana sta spingendo il più possibile anche sul fronte della somministrazione delle prime dosi nelle persone a elevata fragilità e in quelle di età compresa tra i 70 e i 79 anni (categorie ritenute dal Governo di massima priorità), compatibilmente con l’effettiva disponibilità di vaccini già consegnati o in arrivo questa settimana.

Nella giornata di ieri, lunedì 19 aprile, sono state consegnate solo 6mila dosi AstraZeneca, a cui se ne aggiungeranno altre 20mila attese per giovedì 22 aprile (già tutte prenotate anche per i richiami).

Sempre il prossimo giovedì 22 aprile è attesa una nuova fornitura di 90mila vaccini Pfizer, le cui consegne sono pressoché regolari, a cadenza settimanale, tanto da poter essere utilizzati anche per le altre categorie prioritarie per età e patologia, una volta portata a termine la vaccinazione degli over 80, ormai imminente.

Attualmente non è prevista l’apertura ad altre fasce anagrafiche, oltre a quella degli over 70, in considerazione del limitato numero di vaccini al momento utilizzabili.

Mentre è in fase di pianificazione la possibilità di programmare le prenotazioni a lungo periodo anche per gli over 70. Come riportato sul portale regionale, aggiornato in tempo reale, le persone a elevata fragilità, che hanno ricevuto la prima dose, sono 64.044 (i richiami sono 12.541), mentre gli over 70 con prima dose somministrata sono 121.898. In Toscana sono state somministrate in tutto oltre un milione di vaccini, di cui 755.854 sono prime dosi e 270.703 richiami totali.

Read More

L’Associazione Arturo Pratelli dona 1100 euro all’Associazione Insieme per i Bambini Onlus per le esigenze di reparto della Pediatria

Generoso e lodevole gesto da parte dell’Associazione Arturo Pratelli, che ha deciso di devolvere una somma di 1100 euro all’Associazione Insieme per i Bambini Onlus, che svolge la propria attività all’interno della Pediatria dell’Azienda ospedaliero-universitaria Senese. Read More

Lotta al Covid: visita istituzionale dell’Arma dei Carabinieri per conoscere da vicino i professionisti impegnati in prima linea

Incontro con il generale Giuseppe Vadalà, commissario straordinario del Governo per gli interventi di bonifica delle discariche in infrazione UE, accompagnato dal Comandante Provinciale dell’Arma, colonnello Nicola Ferrucci Read More

  ESTRA: l’Assemblea dei Soci approva il bilancio d’esercizio al 31 dicembre 2020 con la distribuzione di Euro 17.500.000 di dividendi

L’Assemblea dei Soci di Estra S.p.A. ha approvato il bilancio d’esercizio al 31 dicembre 2020, nonché la destinazione dell’utile di esercizio pari a Euro 9.638.783. Read More

Scroll to top