Notizie

Masgalano, Drago e Oca pari ma vince Fontebranda

Fontebranda ha vinto per l’articolo 14

Oca e Drago sono arrivati a pari merito in cima alla classifica per il Masgalano ma il premio, realizzato da Paolo Penko su commissione del Lion’s Club, è andato  alla Contrada di Fontebranda.

La ragione sta nell’articolo 14 che in caso di pari merito prevede la somma dei punteggi dei tre anni precedenti.

Oca e Drago hanno relizzato entrambi il punteggio di 679.

contrada   LUGLIO  AGOSTO                 TOTALE

DRAGO                                 337                               342                    679

OCA                                     340                          339                         679

TARTUCA                              338                             340                     678

BRUCO                                338,5                         339                    677,5

ISTRICE                                335                          337,5                   672,5

CHIOCCIOLA                          336                          332,5                    668,5

LEOCORNO                          327,5                         334                    661,5

NICCHIO                               322                            337                       659

GIRAFFA                               313                           340                        653

TORRE                                 308                           345                         653

AQUILA                                 338                          310,5                     648,5

ONDA                                   320                          321,5                     641,5

VALDIMONTONE                     334                           306                         640

CIVETTA                               319                           320                         639

LUPA                                    340                           290,5                    630,5

PANTERA                             318,5                        306                 624,5

SELVA                                 311,5                         312,5                 624

Domani riaprirà la Torre del Mangia

Si potrà di nuovo salire sulla Torre, ad esclusione dell’ultimo livello. I due agenti della polizia municipale Enrico Petrini e Antonio Cartoni, insieme a Giuseppe Giorgiadi, verranno premiati dal Sindaco

La Torre del Mangia riaprirà domani, sabato 19 agosto, ad esclusione dell’ultimo livello, dove è collocato Sunto. Sul luogo dell’incendio, posto in sicurezza, proseguono gli accertamenti relativi alle cause della combustione, rispetto alla quale si avranno risposte certe solo una volta concluse le indagini avviate della Procura.

Il pronto intervento di due agenti della Polizia Municipale in borghese e di un volontario della Croce Rossa, presenti in piazza ed intervenuti spontaneamente una volta notato il fumo dalla Torre, è stato provvidenziale. Hanno contenuto le fiamme e avvisato le forze dell’Ordine e la centrale dei vigili del fuoco, che sono intervenuti immediatamente. Grazie alla loro ammirevole condotta ed alla tempestività e professionalità dei vigili del fuoco il peggio è stato evitato.

Il sindaco Bruno Valentini premierà i due vigili urbani Enrico Petrini e Antonio Cartoni, insieme a Giuseppe Giorgiadi, in una cerimonia che il Comune di Siena organizzerà nel mese di settembre.

Il Sindaco ringrazia i vigili del fuoco che sono riusciti, agendo con grande competenza, in un’impresa estremamente faticosa e complessa, perché le operazioni si svolgevano all’interno della Torre, che conta circa 400 scalini, ed il trasporto dei dispositivi antincendio poteva avvenire solo manualmente, attraverso le strette scale.

Il primo cittadino ringrazia anche i numerosi dipendenti del Comune di Siena accorsi rapidamente sul posto che hanno raccolto e consegnato ai Vigili del Fuoco un gran numero di estintori presenti all’interno di Palazzo Pubblico, fornendo un supporto fondamentale.

Il sindaco Bruno Valentini esprime infine soddisfazione per il grande lavoro di squadra che consentirà all’Amministrazione Comunale di poter riaprire la Torre del Mangia già sabato 19 agosto e restituirla alla città, che con grande partecipazione, attenzione ed affetto ha seguito quanto accadeva ad uno dei monumenti più amati, un simbolo prezioso da difendere e custodire.

Si aprirà anche una riflessione su come illuminare Palazzo Pubblico durante la notte del Palio senza correre più rischi del genere, anche se questa prassi era in uso da anni.

Via dei Termini dal 21 agosto chiusa al traffico

A causa di un’indagine tecnica nel sottosuolo la strada rimarrà chiusa in una sua sezione fino a giovedì 31

Allo scopo di consentire un’indagine tecnica nel sottosuolo, il tratto di via dei Termini compreso fra le intersezioni con via del Cavalletto e via Pianigiani sarà chiuso al transito veicolare dalle 7.30 di lunedì prossimo, 21 agosto, alle 13 di giovedì 31.

I veicoli autorizzati dei residenti e degli addetti alle operazioni di carico e scarico per gli esercizi della zona potranno transitare in senso unico alternato con ingresso e uscita da via Pianigiani.

Gli autori della maglietta con la Torre del Mangia chiedono scusa

Antonio, Duccio, Gianni e Sara, così si firmano, chiedono scusa alla città con una lettera aperta

Dopo le parole di condanna del priore dell’Onda Massimo Castagnini, arrivano le scuse ufficiali dei contradaioli autori della maglietta con la Torre del Mangia:

“Vogliamo chiedere scusa alle istituzioni, alla cittadinanza tutta e alla Contrada Capitana dell’Onda per la realizzazione delle magliette con l’immagine della Torre del Mangia che brucia. La nostra voleva essere solamente una goliardata, ma evidentemente non siamo riusciti a far passare il nostro messaggio, andando sopra le righe e commettendo un errore. La maglietta non voleva essere offensiva nei confronti della città e del suo emblema, ovvero la Torre del Mangia, che da senesi in primis e poi da contradaioli riconosciamo come tale. La frase “chiedimi se sono felice” era riferita al discorso di Andrea Mari detto Brio durante la cena della prova generale, mentre l’immagine della Torre che brucia, utilizzata anche considerato il fatto che fortunatamente l’incendo della sera del 16 non aveva arrecato danni, voleva rappresentare la nostra contrada avversaria e non certamente il simbolo della città. Ci scusiamo ancora una volta con tutti e desideriamo chiudere, con questo comunicato, una vicenda sicuramente antipatica che non avremmo mai voluto creare”.

Antonio, Duccio, Gianni e Sara

L’Onda si dissocia dalle magliette con la Torre del Mangia in fiamme

Il priore dell’Onda Massimo Castagnini condanna l’iniziativa di alcuni contradaioli

Il priore dell’Onda Massimo Castagnini si dissocia dall’iniziativa di alcuni contradaioli che ieri, in occasione del giro della vittoria, si sono presentati con una maglietta dove c’era la foto della Torre del Mangia in fiamme.

“La Contrada Capitana dell’Onda esprime la sua dissociazione dall’iniziativa di poche persone nella realizzazione di quattro magliette di inqualificabile gusto, non rientranti nei valori e nella tradizione della Contrada”. Queste le parole di Massimo Castagnini.

Si è radunata ieri l’Emma Villas

Inizia la preparazione del team biancoblu. Il presidente Bisogno: «Voglio una squadra di leoni»

E’ cominciata l’avventura della Emma Villas Siena nella stagione 2017-2018. La squadra biancoblu si è radunata ieri mattina quando i giocatori biancoblu si sono ritrovati al PalaEstra in viale Sclavo per i saluti iniziali di questa annata che si prospetta lunga, difficile e faticosa.

Alla presenza del presidente della Emma Villas Giammarco Bisogno e di vari membri della dirigenza biancoblu, i giocatori sono arrivati nel palazzetto dello sport senese. Nel roster sono sei i giocatori confermati rispetto alla scorsa stagione: Fabroni, Vedovotto, Spadavecchia, Di Tommaso, Braga, Gradi. Per loro è stato un ritorno nel luogo dove ogni giorno hanno lavorato nella scorsa stagione, in un’annata che è stata positiva per i colori biancoblu con la vittoria della Coppa Italia di Serie A2 e con la conquista delle semifinali dei playoff.

Sette sono invece i nuovi acquisti che fanno parte del roster. Per loro quello di ieri mattina è stato un primo assaggio con la realtà senese. Per il libero Filippo Pochini si tratta di un ritorno alla Emma Villas, anche se rispetto ai tempi nei quali vestiva i colori biancoblu adesso la squadra si è spostata a Siena e gioca e si allena al PalaEstra. Il centrale Federico Bargi invece conosce il palazzetto dello sport di viale Sclavo da avversario, in quanto l’ex spoletino ha vissuto nella scorsa stagione delle vere e proprie “battaglie sportive” contro il team senese.

Quello di ieri è stato invece un primo contatto assoluto per il libero Andrea Giovi, ex Perugia e anche ex azzurro della Nazionale italiana, per lo schiacciatore Michele Fedrizzi, anche lui ex azzurro ed ex Trento, per l’opposto Martin Nemec, che con la maglia di Trento ha vinto uno scudetto, e per lo schiacciatore Alessandro Graziani. Nella tarda mattinata è arrivato a Siena anche lo schiacciatore brasiliano Alisson Melo, alla sua prima esperienza italiana ed europea dopo avere disputato buone stagioni nella Superlega brasiliana, tanto da meritarsi la convocazione in un collegiale della Nazionale della Selecao.

Il presidente Giammarco Bisogno ha salutato i giocatori e lo staff tecnico e ha parlato alla squadra prima che si svolgesse la prima seduta fisica dell’annata. Il massimo dirigente della Emma Villas Siena ha parlato delle caratteristiche che spera di vedere in questa formazione: «Voglio vedere una squadra di combattenti e di veri leoni – ha detto Bisogno –, composta da giocatori che facciano il loro lavoro con serietà, professionalità, impegno e attaccamento alla maglia. Spero di vedere una squadra che scenda sempre in campo con grinta e determinazione». E poi, rivolto proprio ai giocatori: «Lavorate al massimo e mettete in campo tutto quello che avete».

Poi è stato il turno di coach Bruno Bagnoli che ha fatto il suo primo discorso ai giocatori: «Sono molto contento di allenare questa squadra – ha affermato il tecnico – e sono sicuro che abbiamo delle buone carte da giocare per poter fare bene e per disputare una buonissima stagione. Dovremo sempre esserci con la testa, dovremo crescere nel corso dell’annata nella nostra conoscenza ed affiatamento e dovremo essere bravi ad aiutarci e a lavorare sempre come gruppo». I giocatori hanno subito dopo effettuato la prima seduta di lavoro fisico che è stata coordinata dal preparatore atletico Omar Pelillo.

On line la graduatoria per l’integrazione ai canoni di locazione

I richiedenti che lo ritengano opportuno possono presentare ricorso entro il prossimo 31 agosto

E’ in pubblicazione da oggi, 17 agosto, all’Albo Pretorio on line del Comune di Siena la graduatoria provvisoria scaturita dalle domande pervenute nel 2017 per il Bando di concorso per l’assegnazione dei contributi a integrazione dei canoni di locazione. L’elenco è consultabile anche sul sito www.comune.siena.it seguendo il percorso il Comune>Servizi>Patrimonio e Politiche Abitative>Bandi e Graduatorie Politiche abitative.

I richiedenti che lo ritengano opportuno possono presentare ricorso entro il prossimo 31 agosto (farà fede il timbro postale) avverso la graduatoria provvisoria con raccomandata A.R. da inviare a: Commissione Comunale c/o Comune di Siena – Servizio Patrimonio e Politiche Abitative – Piazza del Campo, 1 – 53100 Siena; oppure  tramite posta certificata all’indirizzo comune.siena@postacert.toscana.it.

Per ulteriori informazioni contattare il Servizio Patrimonio e Politiche Abitative (Casato di Sotto, 23) ai numeri 0577 292496/292277.

L’ordine delle tre buste considerando la Lupa

Nella prima possa la Contrada di Vallerozzi sarebbe stata al terzo posto

Di seguito l’ordine di allineamento tra i canapi delle mosse del Palio di ieri, 16 agosto, con la presenza della Contrada della Lupa che è stata esonerata dalla Carriera per un’insorta zoppia all’arto posteriore destro del cavallo Quore de Sedini.

Nella prima mossa la Lupa era prevista al terzo posto, dopo Valdimontone e Chiocciola.

Seconda mossa: Istrice, Oca, Torre, Chiocciola, Onda, Aquila, Bruco, Valdimontone, Lupa. Selva di rincorsa.

Terza mossa: Lupa, Aquila, Torre, Oca, Onda, Istrice, Valdimontone, Selva, Bruco. Chiocciola di rincorsa.

Morosita Prima al Ceppo per un trauma

Ha riportato un trauma al posteriore destro

Il cavallo Morosita Prima della Contrada Sovrana dell’Istrice durante la Carriera di oggi, 16 agosto, ha riportato un trauma all’arto posteriore destro. Prontamente soccorso e stabilizzato è stato trasportato alla clinica veterinaria Il Ceppo presso la quale sono in corso gli accertamenti del caso.

La Lupa non corre, la nota del Comune

La nota del Comune sull’assenza della Contrada della Lupa nel Palio di stasera:

“Attivata la procedura prevista dall’art. 50 del Regolamento del Palio nei confronti del cavallo Quore de Sedini andato in sorte alla Contrada della Lupa.

Il responso unanime del Collegio veterinario, composto dal Veterinario Comunale, dal collega nominato dal Magistrato delle Contrade e dal veterinario della Contrada della Lupa, ha sancito l’impossibilità di correre per un’insorta zoppia all’arto posteriore destro. Di conseguenza il sindaco Bruno Valentini ha disposto l’esclusione della Contrada della Lupa dal Palio del 16 agosto 2017″.

Scroll to top