Notizie

Posata la prima pietra dell’International School of Siena

Realizzato da Inspired, grazie a un accordo con GSK Vaccines, potrà ospitare circa 300 studenti

Con una cerimonia ufficiale, alla presenza delle autorità locali, si è svolta la posa della prima pietra che sancisce l’inizio dei lavori per la costruzione del nuovo campus di International School of Siena. La scuola fa parte del gruppo International School of Europe, membro del Gruppo Inspired, il network di scuole d’eccellenza presente in tutto il mondo che ha deciso di mettere in atto questo consistente investimento in Italia grazie a un accordo siglato con GSK Vaccines srl per l’utilizzo del terreno all’interno del campus di Siena. La nuova struttura ospiterà, a lavori ultimati, circa 300 studenti dai 3 ai 18 anni, garantendo continuità nel percorso di studi agli allievi già iscritti ed espandendo notevolmente la capacità della sede attuale.

Ad accogliere gli ospiti intervenuti per l’occasione il professor Stephen Spurr, Group Education Director del Gruppo Inspired, che ha illustrato gli obiettivi che la scuola potrà raggiungere grazie alla nuova sede e le tempistiche della costruzione, ringraziando tutti coloro che hanno contribuito alla riuscita dell’operazione. A partire da GSK Vaccines srl che, attraverso la presenza del proprio amministratore delegato Rino Rappuoli, ha ribadito la propria soddisfazione per aver contribuito alla realizzazione di questa importante iniziativa di educazione internazionale, fondamentale per il territorio senese.

Marc Ledermann, CEO Inspired Europe e Victoria Watson, Principal di IS Siena, hanno ripercorso le principali tappe della costante crescita della scuola, fondata nel 2010, anticipando le prospettive future che la attendono all’interno di una realtà dinamica e all’avanguardia come Inspired.

Al termine dei lavori, la nuova sede di International School of Siena si svilupperà su una superficie coperta di 3.400 mq distribuita su 2 piani, e 3.500 mq di giardino per le attività all’aperto. Le aule e i laboratori – ampi, luminosi e attrezzati – sono stati concepiti come spazi non solo didattici ma polifunzionali, con l’obiettivo di favorire il benessere e la socializzazione degli studenti. Per rispettare gli spazi e le esigenze delle diverse età scolastiche, nello sviluppo del progetto sono stati separati i vari cicli di insegnamento. Il piano terra, con ingressi indipendenti, e apertura diretta sugli spazi verdi, sarà dedicato alla scuola dell’infanzia (Early Years) e alle elementari (Primary Years Programme) mentre il primo piano sarà dedicato agli studenti delle scuole medie  (Middle Years Programme e, in previsione, Diploma Programme).

International School of Siena è ufficialmente autorizzata a utilizzare i programmi formativi dell’IB (International Baccalaureate® – www.ibo.org) appositamente studiati per le scuole di ispirazione internazionale, adottati oggi da più di 4700 istituti in oltre 150 nazioni. Qui a Siena, come in tutte le scuole del Gruppo, l’inglese è utilizzato come lingua veicolare e le programmazioni linguistiche sono differenziate in funzione delle esigenze dei singoli allievi: International School of Siena accoglie, infatti, studenti di tutte le nazionalità, in un clima realmente internazionale e senza frontiere.

La Pantera ricorda Bastianini con uno spettacolo a teatro

Al Teatro dei Rinnovati: arie d’opera, immagini, video, recitativi, danza, e tante sorprese per ricordare l’indimenticabile Ettore Bastianini

A cinquant’anni dalla morte del grande baritono senese Ettore Bastianini la Contrada della Pantera, in collaborazione con il Comune di Siena, organizza una serata evento al Teatro Comunale dei Rinnovati.

L’appuntamento “Ricordando Ettore”, che si terrà a ingresso libero venerdì prossimo, 22 settembre alle 21, è stato presentato questa mattina durante la conferenza stampa tenuta dall’assessora alla Cultura Francesca Vannozzi, dal priore della Contrada della Pantera Pasquale Colella Albino, dal direttore dell’Unione Corale Senese Francesca Lazzeroni e dal regista della serata Marcello Vanni.

«Un omaggio doveroso – ha aperto la conferenza Vannozzi – per uno dei più grandi baritoni verdiani che siano mai esistiti. Un orgoglio per la città di Siena che gli ha dato i natali e soprattutto perché, a distanza di 50 anni dalla sua morte, continua ad essere ricordato a livello internazionale, per l’eredità che ha lasciato nel mondo della lirica, con premi e momenti di musica a lui dedicati».

«L’appuntamento del 22 settembre, ideato dalla (sua amata) Contrada della Pantera, è stato accolto con entusiasmo dall’amministrazione comunale perché rappresenta l’occasione per far conoscere, anche a chi non è appassionato di opera, l’artista ma, soprattutto, l’uomo che per l’unicità della sua voce ha portato il nome di Siena nel mondo. Acclamato nei più importanti teatri internazionali, dove ha cantato insieme a interpreti come Maria Callas, Renata Tebaldi, Mario Del Monaco, Franco Corelli, Carlo Bergonzi, solo per citarne alcuni, mantenne sempre la sua originaria umiltà, bontà e generosità, come ricordava lo stesso Del Monaco, che da lui cercava di imparare la perfetta dizione».

Una dizione frutto della sua senesità, che permise all’entusiastico pubblico del Metropolitan di New York di comprendere le opere che eseguiva. Le parole scandite in maniera impeccabile unite a una tecnica invidiabile e ad una ricchezza di armonici resero la sua voce, di bronzo e al tempo stesso di velluto, unica come ricordavano le celeberrime Giulietta Simionato e Leyla Gencer: «Una vera fortuna lavorare con lui. Era perfetto».

E fortunato è stato il popolo di Stalloreggi che continua a ricordarlo anche nei canti di Contrada come uomo, Capitano vittorioso, mecenate e artista. «Quando rientrava a Siena e nella sua Pantera – ha detto Pasquale Colella Albino – tornava ad essere il ragazzo scanzonato e umile che era stato da piccolo, quando da garzone della bottega di Gaetano Vanni girava la città in bicicletta per consegnare le paste. Un modo di essere che fu sempre il tratto più significativo del suo carattere, facendolo restare vivo nel cuore di ogni panterino». «Per me – ha aggiunto il Priore – ricordare Ettore in questa importante occasione è motivo di orgoglio e soddisfazione, ma anche di intima commozione, perché quando morì il Priore della Pantera era mio nonno Arturo Viviani. Oggi a 50 anni dalla sua prematura scomparsa la Contrada regala alla città un grande spettacolo in sua memoria. La voce di Ettore riecheggerà sempre nelle strade del nostro rione e il popolo della Pantera sarà sempre orgoglioso di ricordare a tutti che noi “…siam quelli di Bastiano…”».

Durante la serata, chi lo vorrà, potrà fare delle donazioni per regalare alla città un busto di Bastianini a memoria.

A farci conoscere la vita di questo grande personaggio, e non solo negli aspetti più noti già scritti nelle pagine della storia della lirica, sarà Marcello Vanni, il regista dello spettacolo che, nell’illustrarne i contenuti, non è riuscito a nascondere, da panterino, la sua emozione.

«Lo spettacolo – ha spiegato Vanni – suddiviso in cinque parti, racconterà la vita di Ettore Bastianini attraverso una serie di flash back che rievocheranno l’umile infanzia, il forte rapporto con la sua Contrada e con la città, l’amore della sua vita, e la fama che lo portò a calcare i più prestigiosi palcoscenici del mondo. A intervallare i vari momenti, in cui i recitativi degli attori Lucia Donati e Carlo Borgogni (testi di Marina Berti e Maurizio Bianchini) saranno supportati da video e foto abilmente montati da Riccardo Domenichini, le più famose arie, tratte dalle opere interpretate da Bastianini, cantate dall’Unione Corale “Ettore Bastianini” diretta dal M° Francesca Lazzeroni, dai senesi Umberto Ceccherini (tenore) e Cristina Ferri (soprano) e Silvia Pacini (soprano) e Davide Procaccini (basso), accompagnati al pianoforte da Guglielmo Pianigiani e Simone Marziali. Ad arricchire la serata i ballerini Elenora Satta e Filippo Del Sal del Balletto di Siena con la coreografia di Marco Batti». «In più – ha aggiunto – una serie di sorprese che renderanno lo spettacolo un vero e proprio evento da regalare alla città».

La stessa mattina del 22 alle 10, sempre ai Rinnovati, la Contrada della Pantera e l’Unione Corale Ettore Bastianini effettueranno una matinée dedicata alle scuole, durante la quale sarà presentato un video, realizzato da Patrizia Sudati, con la quale seguirà una conversazione, per divulgare la conoscenza di Ettore Bastianini e della lirica.

«Un prodotto multimediale – come ha spiegato Francesca Lazzeroni – per far conoscere ai giovani, ma non solo perché l’ingresso è libero, “il tesoro” che abbiamo in casa. Filmati, foto e audio per raccontare l’uomo e la sua arte. Una vera operazione culturale da offrire alla città e per la quale continua l’impegno dell’Unione Corale».

Siena capitale del turismo mondiale

Il Wte – World Tourism Event 2017 si terrà a Siena dal 22 al 24 settembre, nella suggestiva sede del Complesso museale del Santa maria della Scala

Si terrà dal 22 al 24 settembre prossimo a Siena, nel Complesso museale del Santa Maria della Scala, l’edizione 2017 del WTE World Tourism Event, il Salone mondiale del Turismo delle città e siti Patrimonio Unesco, organizzato con il patrocinio della Commissione Nazionale Italiana per l’Unesco, del MIBACT, dell’Associazione Beni Italiani Patrimonio Mondiale Unesco, della Regione Toscana, del Comune di Siena e con il supporto di Enit e di Toscana Promozione Turistica.

Oltre all’esposizione aperta al pubblico ad ingresso gratuito, nella quale si potranno ammirare e conoscere i numerosi siti Unesco presenti e avere tutte le informazioni per  organizzare un viaggio da sogno, vi saranno anche molti momenti di approfondimento.

Il programma ufficiale della manifestazione è stato presentato nella sede della Regione Toscana in Piazza Duomo a Firenze, alla presenza dell’Assessore al Turismo della Regione, Stefano Ciuffo, del sindaco di Siena Bruno Valentini e dell’assessore al Turismo Sonia Pallai, del coordinatore scientifico dell’Associazione Beni Italiani Patrimonio Mondiale Unesco, Carlo Francini, del direttore di Toscana Promozione Turistica Alberto Peruzzini e di Marco Citerbo, organizzatore del Salone.

IL PROGRAMMA – Tra le novità del Salone la presenza, quest’anno per la prima volta, delle candidature alla Heritage List Unesco. Come quella a patrimonio culturale immateriale Unesco della Cerca e cavatura del tartufo in Italia, promossa dall’Associazione Nazionale Città del Tartufo. Ad essa sarà dedicato un incontro venerdì 22 settembre alle 12,30 (Sala della Bibliotechina).

Sabato 23 alle  10 sarà, invece, presentata la candidatura della Via Francigena in Toscana, sempre nella Sala della Bibliotechina, a cura delle Regione Toscana, mentre alle 17 la Sala San Galgano ospiterà “Bradisismo, vivere in un vulcano”, candidatura dei Campi Flegrei a Patrimonio Unesco, a cura dei Comuni Flegrei, Città Metropolitana di Napoli.

Uno degli appuntamenti più significativi sarà senza dubbio il Convegno dal titolo “Il Piano Strategico del Turismo, la declinazione sui Siti Unesco”, a cura dell’Associazione Beni Italiani Patrimonio Mondiale Unesco in collaborazione con il Ministero dei Beni Artistici Culturali e del Turismo, previsto per la giornata inaugurale, venerdì 22 settembre alle 15 (Sala San Galgano). Il direttore generale del Turismo al Ministero, dottor Francesco Palumbo, dialogherà con i gestori dei siti Unesco e diversi stakeholders del settore.

Sempre venerdì 22 settembre, la Sala Bibliotechina ospiterà anche la tavola rotonda “Analisi della capacità di carico nei Siti Unesco”, a cura dell’Università di Firenze in collaborazione con il Comune di Firenze e l’Associazione Beni italiani Patrimonio Mondiale UNESCO, un momento di riflessione sulle criticità imposte da turismo nei diversi siti (ore 10) e l’incontro “Airificazione delle città: uno studio sull’impatto degli affitti a breve termine in Italia”, a cura del Comune e dell’Università degli Studi di Siena, Laboratorio Ladest.

Sabato 23 settembre spazio anche alla scuola con il workshop organizzato dall’Associazione Beni Italiani Patrimonio mondiale Unesco, che festeggia a Siena il primo compleanno del progetto Patrimonio Mondiale nella #scuola, creato e realizzato proprio per divulgare la conoscenza del patrimonio italiano Unesco e promuovere la consapevolezza del suo autentico valore e significato presso i cittadini più giovani, attraverso il portale didattico www.patrimonionellascuola.it. L’appuntamento è alle ore 14,00 nella Sala della Bibliotechina.

Sabato sarà anche la giornata dedicata, come ormai è tradizione del Salone, al Turismo sostenibile e culturale, con i premi de L’Agenzia di Viaggi, il primo network multimediale dell’informazione turistica in Italia. Due i riconoscimenti assegnati, ogni anno, ad agenzie di viaggi, tour operator e istituzioni: il Premio Turismo Responsabile Italiano e il Premio Turismo Cultura, che saranno consegnati appunto sabato a partire dalle 10 nella Sala San Galgano a coloro che si saranno particolarmente distinti per proposte turistiche innovative e attente alla sostenibilità e alla promozione culturale del nostro Paese.

Infine, domenica 24 settembre, apertura dedicata alla dieta mediterranea con la tavola rotonda “Tipicità, Prodotti agroalimentari tradizionali e agrobiodiversità nei territori Unesco della   Toscana” a cura di Regione Toscana /Direzione Agricoltura e sviluppo rurale. (ore 10 Sala della Bibliotechina).

Per capire e promuovere il trend che sempre di più porta in Italia futuri sposi alla ricerca di una location unica per il matrimonio, l’Associazione Beni Italiani Patrimonio mondiale Unesco ha organizzato anche il workshop Dirsi Si nelle città Unesco, in collaborazione con la rivista Siti Unesco che ha lanciato proprio quest’estate la rubrica omonima. (Domenica 24 settembre, ore 15 Sala della Bibliotechina).

Molti anche gli appuntamenti di approfondimento dei siti Unesco presenti al WTE, un’occasione per i visitatori di conoscere i luoghi Patrimonio dell’Umanità, le loro tradizioni, la loro storia e la loro cultura. Si comincia venerdì 22 con “Bulgaria – So much to share”, incontro a cura di Sofia Tourism Administration (ore 12 Sala San Galgano), quindi con la presentazione dei siti Unesco della Lituania, paese bellissimo e tutto da scoprire, a cura dell’Ente Turismo della Lituania (ore 17 – Sala Bibliotechina). Sabato 23 settembre sarà la volta della Regione della Macedonia centrale, con la presentazione “Cultural Tourism in the Region of Central Macedonia” (ore 12 Sala San Galgano) e della Regione Toscana, ancora protagonista con l’incontro “Le Vie dei Medici, percorsi didattici nelle Ville e Giardini Medicei” (ore 12 – Sala Bibliotechina). Nel pomeriggio, protagonisti i beni gestiti dal Fai a cui è dedicato l’incontro “Worldheritage: Esperienza, divertimento e conoscenza – il nuovo approccio di visita nei beni gestiti dal FAI” (ore 15 – Sala San Galgano) e Pompei senza barriere, percorso per l’accessibilità ai disabili a cura della Sovrintendenza di Pompei (ore 16 Sala della Bibliotechina). Domenica 24, infine, spazio (ore 11 Sala Bibliotechina) alla letteratura con Urbino e le Città del Libro: un festival letterario nel cuore di un sito Unesco, a cura della Città di Urbino e ai siti Unesco della Regione Campania, protagonisti del convegno nella Sala San Galgano, a partire dalle 10.

Allerta arancione dalla mezzanotte per forti temporali

Temporaneo miglioramento nel pomeriggio di sabato e possibile nuovo peggioramento dalla sera fino alla prima parte di dopodomani, domenica 17

La sala operativa della Protezione civile regionale ha emesso un avviso di allerta con codice arancione per quasi tutta la Toscana (eccetto la parte della Lunigiana che ha codice giallo), a partire dalla mezzanotte di stasera fino alle 13 di domani, sabato 16 settembre, per temporali forti e rischio idrogeologico.

Dopo le piogge di oggi, venerdì, un peggioramento consistente inizierà dalla serata, fino alla mattina di domani, sabato, con rovesci e temporali sparsi su gran parte del territorio regionale. Temporaneo miglioramento nel pomeriggio di sabato e possibile nuovo peggioramento dalla sera fino alla prima parte di dopodomani, domenica 17.

I temporali potranno risultare localmente persistenti e associati anche a forti colpi di vento e grandinate. I temporali più intensi interesseranno porzioni limitate di territorio, la cui localizzazione risulta di difficile previsione.

Cumulati previsti a partire dalle ultime ore di oggi, venerdì, fino alla mattina di domani, sabato: sul nord-ovest medi poco significativi e massimi fino a localmente elevati. Sulle restanti zone medi significativi con massimi elevati, localmente molto elevati in concomitanza dei temporali più intensi e persistenti. Intensità oraria massima forte, a tratti molto forte.

Comportamenti da adottare. Ferme restando le indicazioni delle amministrazioni comunali si ricorda, in via generale, la necessità di evitare durante l’allerta ambienti all’aperto o zone esposte al rischio quali corsi d’acqua, creste di monte, rive del mare e di laghi, zone depresse nonché, in caso di evento, la necessità di cercare riparo in luoghi chiusi evitando comunque scantinati e locali al di sotto del piano di campagna. Mantenersi a distanza quanto più possibile da pali, alberi e tralicci con tensione, evitare di attraversare ponti che sono interessati da una piena del corso d’acqua, e spostarsi in auto solo per quanto strettamente necessario, non utilizzando sottopassaggi.

Temporali da codice arancione. In uno scenario caratterizzato da incertezza previsionale, sono previsti fenomeni pericolosi per l’incolumità delle persone, in grado di causare disagi anche prolungati e danni consistenti su aree anche estese. Saranno possibili gli effetti riconducibili al rischio idrogeologico-idraulico reticolo minore, che potrebbero verificarsi in maniera repentina ed improvvisa. A causa delle violente raffiche di vento, possibili ulteriori effetti tra cui ad esempio, rottura di rami e/o caduta di alberi, caduta di tegole, danni alle strutture provvisorie e/o agli edifici, abbattimento di pali, segnaletica e impalcature, trasporto di materiale, disagi e/o interruzione della viabilità e danneggiamenti alle reti di distribuzione di servizi (tra cui telefonia ed elettricità) con conseguenti interruzioni. Nel caso in cui si verifichino grandinate, possibili danni alle colture agricole, alle coperture degli edifici e agli automezzi. Infine a causa delle fulminazioni, possibili danneggiamenti agli edifici, alberi e alle reti di distribuzione di servizi (tra cui telefonia ed elettricità) e eventualmente l’innesco di incendi in aree boschive.

Rischio idrogeologico da codice arancione. Possibilità di fenomeni diffusi di instabilità di versante, localmente anche profonda, in contesti geologici particolarmente critici. Frane superficiali e colate rapide di detriti o di fango. Possibilità di significativi ruscellamenti superficiali, anche con trasporto di materiale, e di aperture di voragini per fenomeni di erosione. Possibilità di innalzamento dei livelli idrometrici dei corsi d’acqua minori, con fenomeni di inondazione delle aree limitrofe, anche per effetto di criticità locali (tombature, restringimenti, occlusioni delle luci dei ponti, etc.).

Possibili allagamenti di locali interrati e di quelli posti a pian terreno lungo vie potenzialmente interessate da deflussi idrici e danni e allagamenti a singoli edifici o centri abitati, infrastrutture, edifici e attività agricole, cantieri, insediamenti civili e industriali esposti ai suddetti fenomeni; possibili interruzioni della rete stradale e/o ferroviaria in prossimità di impluvie a valle di frane e colate di detriti in zone depresse in prossimità del reticolo idrografico. Possibili danni alle opere di contenimento, regimazione e attraversamento dei corsi d’acqua; possibili danni a infrastrutture, edifici e attività agricole, cantieri, insediamenti civili e industriali situati in aree inondabili; possibili criticità connesse a cadute massi in più punti del territorio.

Si segnala la necessità di porre particolare attenzione alle aree che siano state interessate nei mesi scorsi da incendi boschivi o di vegetazione e che presentano condizioni di elevata pendenza. In tali situazioni è da ritenersi molto probabile, in concomitanza con le precipitazioni più intense, la mobilitazione della copertura superficiale del suolo, di detriti e di rocce ove presenti.

Per ogni ulteriore informazione e per gli aggiornamenti della situazione in atto far riferimento alla Protezione Civile del proprio Comune e sul sito regionale .

Casole d’Elsa, inaugurata la scuola primaria e il “Pramac Village School”

Era presente anche Danilo Petrucci, pilota di Moto GP nella scuderia Pramac Ducati

Stamattina a Casole d’Elsa è stata inaugurata la scuola primaria e il “Pramac Village School”. Nella palestra comunale, che ospitava un gran numero di persone tra studenti, insegnanti, genitori e cittadini grande emozione ha suscitato la presenza di Danilo Petrucci, pilota di Moto GP nella scuderia Pramac Ducati.

Il sindaco Piero Pii, poi, ha salutato e ringraziato chi ha vario titolo, ha presenziato alla cerimonia: Paolo Campinoti, a.d. della PR Industrial, Alessandro Piazzi a.d. di Estra Spa, Eugenio Giani, presidente del Consiglio della Regione Toscana, il prefetto Armando Gradone, l’on. Luigi Dallai, mons. Alberto Silvani, vescovo della Curia di Volterra e la dott.ssa Monica Martinucci, dirigente Scolastico del 2^ Circolo “Arnolfo di Cambio.

Una giornata per informare sull’igiene orale

Il 2 ottobre al Poliambulatorio di Pian d’Ovile appuntamento con le persone anziane per informazioni sull’igiene orale

“Sorrisi per sempre”, il gruppo di Odontoiatri e Igieniste dentali che opera al Poliambulatorio di Pian D’Ovile della Usl Toscana Sud Est a Siena, ha organizzato per la giornata del 2 ottobre un appuntamento ad accesso libero per le persone anziane per dare informazioni su come occuparsi della salute della bocca e mantenimento dell’igiene orale.

La giornata è stata pensata in modo tale da accontentare tutti: un primo incontro informativo collettivo è previsto al mattino alle 10, un secondo incontro al pomeriggio alle 15. Basterà presentarsi ad uno dei due orari.

Il progetto fa parte dell’iniziativa per la terza età che l’Odontoiatria di Comunità dell’Azienda Usl Toscana Sud Est ambito territoriale senese aveva predisposto individuando, in primis, le strutture residenziali dell’Asp di Siena.

Con questa iniziativa di ottobre l’accesso è libero, tant’è che sono stati diramati inviti in giro e presso gli studi dei medici di famiglia.

Il primo step del progetto “Sorrisi per sempre” ha avuto luogo al Campansi qualche mese fa, dove il team diretto dall’odontoiatra Giuliana Mancini e composto dalle colleghe Maria Teresa Cucci e Daniela Franci e dalle igieniste dentali Serena Malatesti e Katia Guerrini, ha eseguito uno screening dentale e della bocca agli anziani ricoverati.

L’iniziativa a domicilio nella RSA, ricordiamo che ha permesso di individuare tempestivamente patologie importanti (due tumori orali) nonché di intervenire con adeguati trattamenti terapeutici su alcune delle persone ricoverate, eseguendoli sul posto ed evitando spostamenti dei pazienti presso gli ambulatori.

Secondo quanto previsto da un progetto regionale è stato aperto un canale di prenotazione agevolata, il 1° martedì del mese, per i pazienti parzialmente o non autosufficienti che sono residenti nelle RSA , presso il Poliambulatorio di Pian d’ Ovile per eseguire trattamenti odontoiatrici.

«L’iniziativa del 2 ottobre in particolare – spiega Giuliana Mancini – riguarda la buona e corretta igiene orale, che è alla base di tutti i trattamenti di prevenzione e concorre alla cura delle malattie di denti e bocca, anche e soprattutto nelle persone anziane. Il messaggio che vogliamo dare, oltre alle accortezze è che bastano pochi accorgimenti per avere una bocca sempre a posto. E questo vale per tutti, bambini, adulti e persone anziane».

Paola Ricciardi Castagnoli vince il Premio Internazionale Tecnovisionarie

La professoressa, che guida il Comitato scientifico di TLS, premiata al Festiva Internazionale della Robotica di Pisa

Talento, creatività, ma anche attenzione all’impatto sociale ed etico di una professione ad alto contenuto di tecnologia e di innovazione. Sono questi i motivi per i quali Paola Ricciardi Castagnoli, direttore del Comitato Scientifico della Fondazione Toscana Life Sciences, ha ricevuto il Premio Internazionale Tecnovisionarie, nell’ambito del Festival Internazionale della Robotica, svoltosi nei giorni scorsi a Pisa.

La professoressa Paola Ricciardi Castagnoli, immunologa di fama mondiale, ha ricevuto il premio nella categoria WomanHealth, rivolto a ricercatrici e scienziate che si sono distinte in ambito Life Sciences. E Paola Castagnoli Ricciardi, nel settore, è un’autorità. È stata fondatrice e direttore scientifico dell’Istituto internazionale di Immunologia Umana SIgN, a Singapore, che rappresenta l’Istituzione di ricerca più prestigiosa del Sud Est Asiatico nel campo dell’Immunologia. Castagnoli, con il suo gruppo di ricerca, ha pubblicato 298 ricerche, in extenso, su riviste internazionali, che sono state citate in oltre 29 mila lavori scientifici. Dal dicembre 2016 guida il Comitato Scientifico di TLS, organismo che supporta il posizionamento e le scelte strategiche di TLS nel contesto regionale, nazionale e internazionale.

«Quello ricevuto a Pisa dalla professoressa Castagnoli – afferma Andrea Paolini, direttore generale di TLS – è un premio all’attività svolta fino ad oggi e anche ai contributi scientifici che la scienziata ha portato ad un settore delicato e complesso come è quello delle life sciences. Ci fa ovviamente piacere anche per il ruolo importante che ricopre in TLS, dove guida un Comitato di esperti di altissimo profilo scientifico e tecnologico che, tra le altre cose, supporta la Fondazione anche per creare canali di collaborazione tra il mondo della ricerca e quello dell’impresa».

Il Premio Internazionale Tecnovisionarie è promosso da Women&Tech – Associazione Donne e Tecnologie, fondata da Gianna Martinengo per valorizzare il talento femminile nella tecnologia, nell’innovazione e nella ricerca scientifica, per promuovere progetti e azioni finalizzati alla lotta agli stereotipi e alla discriminazione di genere e per contribuire all’orientamento dei giovani ai mestieri del futuro e verso modelli imprenditoriali sostenibili.

Lavoratori in nero in un cantiere edile di una scuola

Oltre all’impiego di lavoratori in nero, i Carabinieri hanno rilevato gravi violazioni in materia di sicurezza

In data 14 settembre 2017, militari del Nucleo Carabinieri Ispettorato del Lavoro di Siena, dando seguito al programma di vigilanza sui luoghi di lavoro nell’ambito dei lavori a committenza pubblica, con particolare attenzione all’edilizia scolastica, nel sud della provincia senese hanno proceduto ad ispezione un cantiere edile per il necessario adeguamento sismico di un edificio scolastico.

Gli esiti dell’accertamento hanno fatto rilevare l’impiego di personale “in nero”  determinando la sospensione dell’attività imprenditoriale della ditta esecutrice dei lavori nonché gravi violazioni in materia di sicurezza sui luoghi dei lavoro, per pericoli di caduta dall’alto determinati da negligenze nel montaggio del ponteggio in uso. Sono al vaglio responsabilità in vigilando dei diversi soggetti interessati. Verranno comminate sanzioni amministrative per € 5000 ed ammende per violazioni penali pari ad € 11.000 circa. L’attività si inquadra in un programma di controlli volti a contrastare la triste piaga del gran numero di infortuni sul lavoro che riguarda il nostro paese e quella del lavoro nero che, nonostante la stringente legislazione in materia, continua a permanere soprattutto in alcune aree d’Italia.

Due nuovi servizi on-line per stampare libretto e attestato vaccinale

Occorre collegarsi alla specifica sezione del portale dei servizi on-line di Regione Toscana “Open Toscana” (http://servizi.toscana.it/salute.html)

Con il mese di settembre, si registrano due importanti novità che riguardano i servizi on-line e che rendono più semplice e veloce l’accesso dei cittadini ai servizi della sanità toscana: la stampa del libretto vaccinale e dell’attestato vaccinale scolastico.

Ecco in sintesi cosa offrono questi due nuovi servizi.

Il primo, la stampa del libretto vaccinale, restituisce il dettaglio delle vaccinazioni effettuate dal cittadino. Il secondo, ai fini della Legge 119 del 31 luglio 2017, e all’obbligo vaccinale per l’iscrizione scolastica, fornisce lo specifico attestato o, in alternativa, un promemoria contenente le vaccinazioni non risultanti sul sistema regionale e l’invito a presentarsi presso il proprio centro vaccinale o il proprio pediatra per le verifiche e le azioni del caso.

Attualmente, sul sistema regionale, sono presenti le posizioni vaccinali di tutta la popolazione toscana, ad eccezione dei residenti nel territorio della ex Asl 10 di Firenze, per la quale sono in corso le ultime attività di validazione.

L’accesso ai nuovi servizi è previsto per tutti i canali on-line già presenti per la sanità toscana, ovvero: portale regionale dei servizi on-line “Open Toscana-sezione Sanità”; totem “PuntoSI”; app mobile “SMARTSST”. Si ricorda che per usufruire di tali servizi è necessaria aver attivato la propria tessera sanitaria presso uno dei numerosi punti presenti sul territorio toscano.

Ecco nel dettaglio come accedere.

Servizio WEB
Occorre collegarsi alla specifica sezione del portale dei servizi on-line di Regione Toscana “Open Toscana” (http://servizi.toscana.it/salute.html) e, selezionato lo specifico servizio, autenticarsi tramite la propria tessera sanitaria attivata. Il servizio è già attivo.

Totem PuntoSI
Occorre recarsi presso uno dei circa 180 totem “PuntoSI” sul territorio toscano (http://www.regione.toscana.it/-/puntosi), selezionare il servizio desiderato e autenticarsi tramite tessera sanitaria attivata. Il servizio è già attivo.

App SMARTSST
Anche l’App del Servizio Sanitario Toscano SMARTSST (http://www.regione.toscana.it/-/smart-sst) si arricchisce di queste nuove funzionalità. Chi utilizza già la App, dopo il relativo aggiornamento, vedrà attivarsi due nuovi bottoni relativi ai suddetti servizi. Per chi non ha invece già installato la App, basterà accedere al proprio appStore e installare l’app “SMARTSST”, seguendo le istruzioni per la relativa attivazione. Il servizio sarà disponibile a breve.

Per vaccinarsi

Per prenotare una vaccinazione è possibile rivolgersi alla Asl competente o al pediatra di famiglia

Mps aiuterà i territori colpiti dal nubifragio

Stanziato un plafond da 40 milioni di euro per famiglie e imprese dei territori livornesi e pisani colpiti dal nubifragio nello scorso fine settimana

Banca Monte dei Paschi di Siena ha attivato un’importante iniziativa in favore della popolazione di Livorno e dei comuni di Pisa colpiti dall’alluvione nella notte tra sabato 9 e domenica 10 settembre. Un concreto segnale di solidarietà, che si articola in un programma di interventi ed agevolazioni dedicati ad aziende e famiglie residenti nel territorio interessato dal maltempo.

Tra le misure previste, in particolare, lo stanziamento di un plafond da 40 milioni di euro da destinare a privati ed imprese per gli interventi di prima ricostruzione.

«Siamo vicini alla popolazione di Livorno e del territorio toscano che è stata così duramente colpita dal violento nubifragio dei giorni scorsi – ha dichiarato Maurizio Bai, responsabile dell’Area Territoriale Toscana di Banca Mps –. Banca Monte dei Paschi si è da subito attivata per ripristinare l’operatività delle filiali livornesi al fine di dare pronta assistenza alla popolazione, segno tangibile della volontà di sostenere il territorio anche e soprattutto nei momenti più difficili».

Saranno adottate, inoltre, tutte le misure necessarie per far fronte ai disagi più immediati che i clienti stanno affrontando in questo momento, come i problemi relativi allo smarrimento delle carte, dei libretti degli assegni e della documentazione bancaria di varia natura.

Tutte le filiali di Banca Monte dei Paschi di Siena sono a disposizione per fornire ulteriori informazioni.

Scroll to top