Sport

Mercato ACN Siena: altra giovane promessa tra i bianconeri

La nuova gestione Perinetti sta portando numerosi giocatori e ieri è arrivata una nuova ufficialità: Massimiliano Mignogna, terzino destro, classe 2003, ha firmato il contratto con l’ACN Siena, la formula è quella del prestito di un anno. Il giovane è di proprietà del Crotone, con la quale ha collezionato 22 presenze in Primavera e 2 convocazioni in panchina in Serie A.
Mignogna domenica partirà con la squadra per il ritiro a Montecatini Terme.

ACN Siena: per il ripescaggio in C, la società si affida a Massimo Carignani

Come è stato comunicato qualche giorno fa, il Siena ha presentato tutta la documentazione per l’iscrizione in Lega Pro, e lo ha fatto regolarmente. La certificazione ufficiale del campionato di Serie C sarà il 27 luglio, ma nel frattempo la Robur si affida al Dottor Massimo Carignani, avvocato e tifoso del Siena, colui il quale ha vinto anche la sentenza quest’anno per la vittoria contro la Sangiovannese. In questo momento il Siena nella graduatoria per i ripescaggi si trova al quinto posto, dietro a Latina, Lucchese, Andria e Pistoiese.
I dubbi sono molti, ma tra oggi e domani c’è una possibilità che la Robur possa addirittura salire al terzo posto in graduatoria, tutto dipende dalle altre società.

La figura dell’avvocato Carignani però, sarà fondamentale per tutelare gli interessi della società e per vigilare sulla correttezza procedurale.
Dunque ci sono ancora speranze di vedere il Siena in Lega Pro.

Mercato ACN Siena: altri tre nuovi acquisti

 

Il Siena e Perinetti sembrano essere scatenati, infatti dopo i primi 7 acquisti, arrivano altri tre importanti rinforzi:

– Vincenzo Gatto, centrocampista, classe 1992, un grande colpo di mercato, dato che il partenopeo è ormai un veterano della categoria, tanto che la stagione precedente ha vinto il campionato con il Trento, totalizzando 8 reti e 4 assist. Un rinforzo dunque importantissimo per la squadra, che porta sicurezza ed esperienza.

– Lorenzo Coccia, esterno di sinistra, classe 2002, per lui categoria nuova, ma nelle passate stagioni ha militato nella Primavera del Frosinone ed era sempre aggregato alla prima squadra, dunque di certo un ragazzo non sprovvisto di qualità.

– Davide Ludovici, terzino destro, classe 2003, il più giovane acquisto della Robur fino adesso. Il ragazzo militava nella Roma under 18, ma è stato anche in Primavera e adesso lo aspetta questa importante sfida.

ACN Siena: depositata la documentazione per il ripescaggio in Serie C

La società bianconera ha fatto sapere con un comunicato stampa che oltre ad aver eseguito l’iscrizione al campionato di Serie D entro il 10 luglio, ha anche compiuto tutto il necessario per poter prendere parte al campionato di Lega Pro, qualora dovesse esserci il ripescaggio.

Il vice presidente Alessandro Belli ha detto che non sarà per niente facile arrivare al ripescaggio, ma la società si è sentita in dovere di provarci, pertanto si è impegnata al massimo nel presentare le documentazioni necessarie e nel pagare temporaneamente tutto ciò che serviva per l’iscrizione.

L’unica cosa che resta da fare ora è quella di attendere e di sperare che la Robur possa davvero fare il salto di categoria tanto desiderato.

ACN Siena: ecco altri quattro colpi di Perinetti

La Robur fa sul serio e Perinetti non si ferma.
Dopo gli addii di Mignani e Guidone, ecco quattro nuovi innesti:

– Diego Conson, difensore centrale, classe 1990, ha giocato per molto tempo in Serie C, dove ha militato nella passata stagione, è pronto e carico per dare esperi e sicurezza alla squadra.

– Alessandro Peroni, ala destra, classe 2000, ma nonostante la giovane età ha già collezionato numerose presenze, soprattutto con la maglia dell’Ancona-Matelica, sarà preziosissimo per fornire assist alle punte e magari anche per finalizzare a rete.

– Francesco Mataloni, classe 2002, portiere proveniente da Grassina, dove non ha trovato tantissimo spazio, ma non per questo non si arrenderà e darà il 100% per guadagnarsi il posto.

– Lorenzo Zaccone, classe 2002, ruolo terzino, nell’ultimo campionato ha giocato in Serie D con l’Atletico Terme Fiuggi, sfornando prestazioni non indifferenti, le quali hanno immediatamente interessato Perinetti.

Dunque un mercato molto intenso, e chissà cosa ci riserverà il futuro?

1000 Miglia: nel 2022 si passa per le Terre di Siena

Si è svolto a Siena un incontro con i rappresentanti di 1000Miglia – Dr. Cherubini e Dr. Ferrari – alla presenza dell’Ass. Tirelli e del Sindaco Galletti in rappresentanza dei Comuni della Valdorcia. Presente anche la ViceSindaco Borgogni di Buonconvento.
1000Miglia ha comunicato di percorrere nella prossima edizione prevista a Maggio 2022 le strade delle Terre di Siena senza entrare nel merito dei Comuni che saranno attraversati.
Le Amministrazioni coinvolte hanno manifestato una grande soddisfazione rispetto a questa decisione dimostrando fin da subito ampia disponibilità a concorrere ad una perfetta organizzazione della manifestazione.

EURO 2020: Italia campione e Siena sogna con tutta la nazione

La notte più bella del calcio italiano degli ultimi dieci anni, un’impresa storica, vista la famosa, quanto tragica, mancata qualificazione ai Mondiali del 2018.
Proprio dopo quel disastroso evento, il CT Roberto Mancini si è preso in mano la squadra, trasformandola in una macchina da guerra, come dice il telecronista storico Fabio Caressa.
La Nazionale è stata magica, 26 leoni, non hanno mai avuto paura di niente e di nessuno, hanno affrontato tutti a viso aperto, con la consapevolezza che tanto da perdere c’era ben poco.

La prima partita contro la Turchia è stata un assedio totale: l’armata ottomana non può nulla di fronte al gioco italiano, e perde con un netto 3-0. Inizio migliore non ci poteva essere.

Nella seconda partita contro la Svizzera, l’epilogo è lo stesso: Italia che attacca e impressiona, ed alla fine esce vittoriosa nuovamente con un altro 3-0 e il passaggio assicurato agli ottavi.

Per la terza partita del girone con il Galles, il CT Mancini e i suoi ragazzi non si sono comunque risparmiati e nonostante il passaggio già matematico, l’Italia porta a casa la vittoria anche qui con un bell’1-0.

Adesso siamo alle fasi finali, adesso non si può più sbagliare e agli ottavi di finale, l’avversario da battere è l’Austria, una squadra che non molla di un millimetro, e infatti la partita nei 90 minuti finisce 0-0, c’è bisogno dei tempi supplementari. Qui c’è l’intelligenza di Mancini, il quale con i cambi riesce a svoltare completamente la partita. Finisce 2-1 con i gol di Chiesa e Pessina, entrambi entrati a partita in corso e con un miracolo del portiere Gigio Donnarumma, che salva il risultato.

Ai quarti tocca il Belgio, una delle grandi favorite, sulla carta non c’è storia, sulla carta però, perché in campo è tutta un’altra storia: Donnarumma è una saracinesca, il centrocampo funziona brillantemente, e alla fine, gli Azzurri vincono per 2-1 grazie a due reti meravigliose: la prima di Barella, il quale si libera di tre uomini e deposita in rete, la seconda di Insigne, che da fuori area scocca il suo classico tiro a giro che finisce nel sette. È semifinale.

Arriva la Spagna adesso. La partita sarà una guerra e finisce 1-1 anche ai supplementari, si va dunque ai rigori e la freddezza di Jorginho e le mani di Donnarumma regalano la finale all’Italia.

Si gioca a Wembley, contro l’Inghilterra. Sarebbe un’impresa. 1-1 anche questa volta e non bastano nemmeno i supplementari, ancora una volta servono i calci di rigore per capire chi sarà il campione d’Europa. Gli Azzurri ce la faranno e il nostro Presidente della Repubblica in tribuna  scoppia con un salto di gioia e rappresenta e tutto il popolo italiano, il quale dopo tanto tempo che non succedeva, è sceso in piazza a festeggiare.
Tra le i festeggiamenti, non è stata da meno la nostra Piazza del Campo, che al rigore decisivo parato da Donnarumma è esplosa in un boato di gioia e ha sfoggiato orgogliosamente il Tricolore

ACN Siena: ecco i primi ingaggi di Perinetti

Sono passati pochi giorni dalla presentazione del nuovo DS Perinetti, il quale però non ha perso tempo ed ha cominciato subito a lavorare e ad ingaggiare i primi tre giocatori :

– Federico Botti, originario di Desenzano del Garda, classe 2002, ruolo portiere. La Robur ha trovato l’accordo con il Brescia, con un trasferimento a titolo temporaneo. Il giovane proviene da una stagione in Serie D, in cui ha collezionato 34 presenze con la squadra Arconatese, girone A.

– Giovanni Ricciardo, da Messina, classe 1986, nelle ultime tre stagioni ha totalizzato 38 reti, contribuendo fortemente alle promozioni delle sue squadre nei professionisti. L’ormai veterano, arriva a Siena con un contratto biennale, dopo essere stato in squadre come Palermo e Cesena.

– Francesco Disanto, ala sinistra, classe 1994, raggiunge l’accordo con la società dopo una trattativa complessa, a causa delle numerose richieste dalla Serie C. Nelle ultime due stagioni ha militato nel San Donato Tavarnelle, dove ha collezionato 47 presenze e 12 gol.

Eletto il consiglio direttivo del SC Fedelissimi per il biennio 2021-2022

Grande partecipazione alle elezioni per il rinnovo del consiglio direttivo del SC Fedelissimi per il biennio 2021-22. Un numero importante di votanti pari al 44,24% degli aventi diritto, molti dei quali hanno atteso la fine dello spoglio delle schede per acclamare il nuovo consiglio direttivo. Read More

Scroll to top