Con il 2018 arrivano le detrazioni per i mezzi pubblici

Dall’1 gennaio è entrata in vigore le detrazioni al 19% le spese sostenute per gli abbonamenti ai servizi di trasporto pubblico

Con il nuovo anno diventa più conveniente scegliere di fare l’abbonamento per muoversi con i mezzi di trasporto pubblici.

Dal 1° gennaio 2018 sono infatti entrate in vigore alcune novità fiscali previste dalla Legge di Bilancio che, in fase di dichiarazione dei redditi, consentiranno di detrarre i costi sostenuti nel corso del 2018 per gli abbonamenti al trasporto pubblico locale, regionale ed interregionale fino ad un massimo di 250 euro.

La detrazione è pari al 19% delle spese sostenute e spetta anche se le stesse sono sostenute per i familiari a carico. In sostanza, se nel corso del 2018 la spesa per l’abbonamento al bus sarà pari a 250 euro, sarà possibile scontare dalla dichiarazione dei redditi dell’anno prossimo 47,5 euro di costo abbonamento e cioè il 19% di 250 euro.

«Si tratta di una novità molto importante, finalizzata ad incentivare l’utilizzo del trasporto pubblico – commenta il presidente di Tiemme Spa, Massimiliano Dindalini – e che finalmente è stata concretizzata dal Governo all’interno della nuova Legge di Bilancio. Desideriamo rivolgerci fin da ora a tutta la nostra utenza affinché conservi il proprio abbonamento, così da poterlo allegare a tutta la documentazione fiscale utile in fase di dichiarazione dei redditi».

Scroll to top