Condividi

news

12 Gen, 2018

Errati avvisi TARI e IMU, l’intervento del Comune

Il Comune di Siena ha contestato alla ditta aggiudicataria gli errati avvisi TARI e IMU recapitati ad alcuni cittadini

Alcuni cittadini hanno segnalato agli uffici comunali di Siena di aver ricevuto dalla ditta incaricata dal Comune errati avvisi di accertamento TARI e IMU. Il Comune di Siena informa di aver già contestato il fatto alla ditta aggiudicataria AEG s.p.a..

Il Comune svolge da anni, attraverso ditte esterne selezionate con bando pubblico, un importante e doveroso programma di recupero dell’evasione fiscale su IMU, TASI e TARI. In prossimità di fine anno sono stati recapitati ai contribuenti molti accertamenti IMU e TARI, parte dei quali sono stati contestati dagli interessati. La ditta incaricata è la società AEG s.p.a. di Lucca, che dal 2016 ha ottenuto l’affidamento dei servizi di supporto per il recupero dell’evasione tributaria, sostituendo la precedente società. AEG s.p.a. sta anche costituendo un sistema integrato dei dati relativi ai contribuenti con quelli territoriali e cartografici del Comune, in particolare per le risultanze catastali.

Il Servizio Tributi del Comune ha richiesto la massima precisione nella elaborazione dei dati che, per la prima volta dall’istituzione dell’IMU nel 2012, sta interessando tutte le proprietà immobiliari sul territorio comunale. Lo sportello aperto al pubblico da parte di AEG s.p.a., in collaborazione con gli uffici comunali, ha il compito di agevolare l’accesso dei contribuenti e di fornire chiarimenti ed informazioni, oltre naturalmente a gestire le richieste di riesame o di annullamento degli atti impositivi risultanti inesatti o sbagliati. Il Comune controllerà che gli atti errati vengano tempestivamente annullati.

Il Comune verifica costantemente l’esecuzione del contratto da parte dell’appaltatore. La percentuale degli eventuali annullamenti degli avvisi inviati è infatti uno dei parametri individuati ai fini del monitoraggio sulla qualità del servizio reso e tale indice è già stato utilizzato per verificare in modo tempestivo il rispetto degli impegni assunti dalla ditta, compresa l’attendibilità degli accertamenti.