IN CONSIGLIO IL BILANCIO CONSOLIDATO 2018

Durante la seduta di oggi, l’assemblea consiliare ha approvato il Bilancio consolidato 2018, con l’obiettivo, come ha spiegato il sindaco Luigi De Mossi <<di rappresentare in forma integrata lo stato patrimoniale e il conto economico del Comune insieme alle principali aziende che costituiscono il Gruppo Amministrazione Pubblica (GAP)>>.

Il perimetro di consolidamento include quest’anno Siena Parcheggi, Tra.in, ASP Città di Siena, Biblioteca degli Intronati, Società della Salute Senese e, per la prima volta, Siena Casa.

<<I valori esposti nel documento – ha proseguito – in attuazione del forte impegno messo in campo dall’attuale amministrazione, registrano complessivamente una crescita e diffusi segnali di miglioramento, sia per i positivi risultati di gestione delle aziende sia per l’ampliamento dell’area delle società partecipate. L’utile consolidato del 2018 che ammonta, infatti, a 14,281 milioni di euro, in aumento del 14,2% rispetto a 12,506 milioni del 2017, deriva, principalmente, dal risultato ampiamente positivo, a consuntivo, del capogruppo Comune di Siena, rafforzato da quello di Siena Parcheggi e ASP, oltre che, in misura più limitata, degli altri soggetti. Solo la Biblioteca presenta una modesta perdita economica, dovuta, esclusivamente, a spese finanziate con l’avanzo dell’esercizio precedente.

Il valore della produzione del “gruppo comunale” è cresciuto da 127,781 milioni di euro del 2017 a  140,506 del 2018 (+10%), contribuendo al miglioramento del risultato operativo, passato da +12,967 a +21,631 milioni di euro (+66,8%). Anche la gestione finanziaria presenta un miglioramento (38%), passando da  -2,214 milioni a -1,373 milioni di euro. Mentre il patrimonio consolidato dell’Amministrazione è valutato, al 31/12/2018, in 372,2 milioni di euro, con debiti totali che scendono da 115,254 milioni a 98,731 milioni di euro (-14,3%).

Il totale delle attività, costituite per circa l’85% da immobilizzazioni (beni durevoli), sale da 507,480 del 2017 a 526,842 milioni di euro (+3,8%) nel 2018.

Positiva, infine, anche la dinamica della liquidità del gruppo, che da 23,679 milioni di euro cresce a  30,772 (+30%

Scroll to top