Mps: Bivona,responsabilità pure di Authority,Viola e Profumo

“Che Alexandria e Santorini fossero dei derivati era scritto più di 400 volte negli stessi contratti. Leggendoli, chiunque sarebbe dovuto saltare sulla sedia”. Lo ha detto il banchiere Giuseppe Bivona, della Bluebell, socio di Mps e consulente di alcune parti civili, testimoniando al processo in corso a Milano agli ex vertici della banca. Secondo Bivona, nella vicenda Mps hanno responsabilità non solo gli ex vertici, ma anche le autorità di controllo come Bankitalia e Consob, e i vertici che hanno ‘ereditato’ la banca dall’ex presidente Giuseppe Mussari. Oltre a Mussari, fra gli imputati ci sono l’ex direttore generale Antonio Vigni, l’ex responsabile dell’area finanza Gianluca Baldassarri e l’ex direttore finanziario Daniele Pirondini. Sono accusati, a vario titolo, di falso in bilancio, aggiotaggio e ostacolo alla vigilanza. L’ex a.d Fabrizio Viola e l’ex presidente Alessandro Profumo “avevano tutte le informazioni necessarie – ha spiegato Bivona – Eppure, anche nei bilanci successivi al loro arrivo, quindi dal 2012 in poi, i derivati sono contabilizzati come titoli di Stato. Questa pratica è finita nel 2015, quando è intervenuta la procura”. “Nel 2012 un’ispezione di Bankitalia aveva rilevato che si trattava di derivati – ha ricostruito Bivona – nel 2013 lo hanno riconosciuto Nomura, controparte in Alexandria, e Deutschebank, controparte in Santorini, oltre al Riesame di Siena. Ne deriva che quei bilanci erano viziati. Eppure, nessuna autorità di vigilanza ha avuto da ridire sugli aumenti di capitale del 2014 e 2015. E’ stata la procura a fare quello che non avevano fatto Consob e Bankitalia”. Sia Consob sia Bankitalia sono parti civili al processo. A Milano è in corso anche l’udienza preliminare a carico di Profumo e Viola: per la seconda volta il pm ha chiesto il loro proscioglimento. Il 12 aprile, l’assemblea di Mps ha giudicato inammissibile la richiesta di azione di responsabilità promossa da Bivona nei confronti di Profumo e Viola.(fonte ANSA).

Scroll to top