Nasce il Terre di Siena Slow

Da un protocollo d’intesa sottoscritto da 32 Comuni e dalla Provincia, con il Comune  di Siena ente capofila, nasce “Terre di Siena Slow”. Un progetto bike friendly elaborato e condiviso con esperti nominati dai Comuni e dalle Associazioni sportive locali con il coordinamento del Bici Club Terre di Siena e Ari-Audax Randonneur Italia,  la partecipazione di FIAB Siena e Eroica, per la valorizzazione del territorio senese come meta d’eccellenza del cicloturismo a livello nazionale e internazionale, e presentato oggi, a  Palazzo Berlinghieri, in conferenza stampa dall’assessore al Turismo Alberto Tirelli, che ha ufficializzato la Francigena da percorso escursionistico a percorso ciclabile. <<Un lavoro lungo e articolato che speriamo possa essere accolto dalla Regione Toscana come esempio virtuoso da copiare anche in altri territori>>. Una storia, quella della bici in Terre di Siena, che ha radici lontane e che vede, già da tempo, appassionati della due ruote scegliere, per escursioni e vacanze slow, il territorio senese. Merito della bellezza del paesaggio, della varietà dei percorsi e della qualità dell’accoglienza.  <<Terre di Siena nasce da un’idea di Fiorenza Guerranti – ricorda il portavoce del Presidente della Provincia Roberta Di Pasquale – nel lontano 2002 quando era Direttore APT Siena. A lei un grazie particolare vista la sua lungimiranza nel riconoscere le potenzialità di un territorio che oggi viene definito da molti, l’ombelico del cicloturismo>>.

Scroll to top