Condividi

news

16 Mag, 2018

Oltre un milione di euro per l’attività di bonifica in Valdichiana

Tamburini: «Oltre 1.100.000 euro di lavori in Valdichiana completati grazie alla preziosa collaborazione di Genio Civile  e amministrazioni comunali gli interventi 2017»

Via libera della Regione Toscana al piano delle attività di bonifica proposto dal Consorzio 2 Alto Valdarno per il 2018. Il semaforo verde è arrivato con la delibera n. 280/2018, con cui è stato approvato il programma di interventi di manutenzione sui corsi d’acqua, pianificato dall’ente consortile per l’anno già iniziato. In tutto, circa 4.700.000 euro di lavori che interesseranno tutte le unità idrografiche omogenee di competenza del Consorzio.

Di queste risorse, oltre 1.100.000 saranno utilizzate in Valdichiana, altrettante in Valdarno, quasi 700.000 in Casentino, quasi 600.000 in Valtiberina. Oltre 850.000 gli euro destinati al bacino di Arezzo, mentre sono 60.000 gli euro dirottati sull’area Marecchia-Foglia.

«La pianificazione degli interventi necessari per la corretta manutenzione dei corsi d’acqua assegnati all’Alto Valdarno è il frutto di attente valutazioni che tengono conto delle segnalazioni arrivate dalle amministrazioni comunali, di un rapporto di intenso scambio e confronto con il Genio Civile del Valdarno e dell’esperienza maturata dal Consorzio in questi anni di lavoro sul territorio –  commenta il presidente del CB2 Paolo Tamburini, soddisfatto per il “lasciapassare” arrivato da Firenze – Le opere programmate per il 2017 sono state completamente realizzate, adesso, atto regionale alla mano, stiamo cominciando a dare forma ai progetti già in cantiere per il 2018, consapevoli che, con una sempre più approfondita conoscenza dell’area di nostra competenza, i risultati raggiunti l’anno precedente potranno solo migliorare! Nel piano, inoltre, il Consorzio ha individuato e inserito una serie di nuove opere idrauliche e di bonifica e di interventi di manutenzione straordinaria su opere di terza categoria idraulica e bonifica che potranno essere realizzate se, ai sensi della lr 79/2012, sul Documento Operativo per la Difesa del Suolo, si renderanno disponibili risorse regionali. Ritornando al piano delle attività di bonifica fresco di approvazione, questo dà in buona sostanza il via libera alle attività di manutenzione ordinaria, per la gestione in efficienza del reticolo idraulico, delle opere di bonifica e delle opere idrauliche di terza, quarta e quinta categoria su tutto il comprensorio affidato alle cure del CB2 per la mitigazione del rischio idrogeologico. Alla Regione Toscana spetta la verifica sull’andamento dei lavori programmati ed il loro monitoraggio, che sarà effettuato trimestralmente, a partire dal prossimo 30 maggio, come concordato con ANBI, l’associazione rappresentativa dei consorzi. Questo a ulteriore garanzia che il contributo dei consorziati con cui, per legge, vengono finanziati i lavori di manutenzione ordinaria dei corsi d’acqua venga investito nel modo migliore».