Primo Piano – Una città come Siena merita una strategia sul turismo

Una città patrimonio dell’umanità genera delle aspettative e ha degli obblighi, se non giuridici, almeno morali. Ad esempio, quello di trainare tutta la Toscana meridionale nella promozione turistica. O, banalmente, di esercitare il ruolo di coordinamento su una ambito provinciale, come previsto, o almeno di coordinare l’ambito territoriale omogeneo definito dalla Regione Toscana. Qualcosa bisogna pur fare, oltre ai proclami e alla mera animazione (dai trenini alle ruota panoramica, dalla mongolfiera ai mercatini), per tamponare l’attuale tendenza all’improvvisazione, tra card inutili e annunci di prodotti turistici velleitari, eventi di basso livello e nessuna programmazione. Il movimento Per Siena chiede una linea di discontinuità verso l’attuale improvvisazione, auspicando un intervento degli amministratori comunali affinché facciano intravedere un progetto organico, per uno sviluppo sostenibile del nostro territorio.

Scroll to top