Riapertura delle giostre ai Giardini de La Lizza sabato 27 novembre

Sabato prossimo, 27 novembre, alle 15:30, torneranno ad aprirsi le giostre ai Giardini de La Lizza. Diverranno metà della Passeggiata di grandi e piccini per tutto il periodo di festività che andrà a concludersi con l’Epifania.

Molte delle attrazioni saranno chiaramente per bambini, ma anche adolescenti e più maturi, avranno un richiamo per popolare le ore serali a cominciare dalla pista sul ghiaccio per proseguire con calciometri e pugnometri – ce ne saranno quattro -, tradizionale meta per qualche risata o più serie sfide di virilità. Ci sarà un mini ottovolante bruco-mela, attrazione che ha una sua storia. Nato e fabbricato la prima volta per la romagnola Fiabilandia, si deve la sua creazione allo scenografo e illustratore Armando Tamagnini, che ne modellò testa e corpo vettura, componendo nel 1974 il primo convoglio a forma di bruco e la mela bacata dal quale passa. Ci sarà una mini giostra a catene, una volta denominata più schiettamente “calcinc…”; ci sarà il Salto-trampolino e lo scivolo Mini-slitta. Non mancheranno la Rotonda con la pesca delle ochette, quattro intriganti pesche verticali, il padiglione labirinto con gli specchi umoristici, il cinemavision e un chioschetto per dolciumi e bevande. L’intera attrazione è stata proposta e voluta dall’Associazione Centro Storico Città di Siena che sta curando per l’Amministrazione Comunale il miglior allestimento ed arredo del Centro per festeggiare le imminenti feste. E ai Giardini de la Lizza c’è da immaginarsi che, nonostante i primi rigori della stagione che volge all’inverno, di calore ce ne sarà tanto.

Scroll to top