Robur, domani c’è il Trestina in diretta tv. In palio il 3° posto

Il Siena domani va a Trestina senza nessun allenatore in panchina, Gilardino e Caridi sono entrambi squalificati. In settimana si erano fatti i nomi di Grammatica o del preparatore dei portieri Cancarini, che aveva svolto il lavoro di traduttore in panchina ai tempi di Pahars e Gazzaev, ma alla fine ci sarà soltanto il team manager Antonino Scimone a fare da intermediario, un compito apparentemente facile viste le piccole dimensioni dello stadio Casini e la vicinanza tra campo e tribuna, dove siederà Gilardino. Che dovrà fare i conti con la probabile assenza di Guberti, che ha accusato un risentimento al polpaccio alla fine dell’allenamento di mercoledì. Senza gli infortunati Sare e Forte per il mister il dubbio principale ruota intorno alle quote più giovani. Mignani se la gioca con Pavlak per il 2002, Ruggeri e De Angelis per il 2001, considerando che a sinistra mancherà Martina squalificato. Al centro dovrebbero giocare Terigi e Farcas, se il romeno si allarga a sinistra spazio per Guarino o Carminati, ormai ristabilito dopo l’infortunio. L’ultima sua gara risale al 28 febbraio, sempre in Umbria, a Città di Castello col Tiferno Lerchi.

Stavolta si giocherà a pochi chilometri, a Trestina contro la rivelazione del campionato, che in casa ha fatto 30 dei 44 punti totali e ha perso solo una volta, con la Pianese. Mister Bonura, che ha corteggiatori in Serie C, non avrà per squalifica due titolari, il centrale Cenerini e la mezzala Lignani, ma potrà contare sul temibile tridente composto da Sylla, Kribech e Esoussi, capocannoniere del girone con 15 reti assieme a Ubaldi, Jallow e Sorrentino. Proverà ad avvicinarsi Marco Guidone, a quota 12 e a secco da tre partite. Fischio d’inizio alle ore 15, diretta integrale su Antenna Radio Esse, il canale YouTube dell’Acn Siena 1904 e il canale 60 del digitale terrestre (Sportitalia).

Scroll to top