Rubano un cellulare in un negozio e finiscono nei guai

La Polizia di Stato ha rintracciato a Firenze un cellulare rubato lo scorso maggio in un negozio
del centro di Siena, denunciandone il ricettatore.
Le indagini della Squadra Mobile della Questura di Siena sono scattate alla fine di maggio,
quando la commessa di un negozio di via di Città ha denunciato il furto del proprio telefono,
acquistato qualche giorno prima al prezzo di quasi mille euro.
La donna ha descritto come possibile autore un uomo che, molto probabilmente, si era finto un
cliente e, approfittando di un momento di distrazione, aveva rubato il telefono lasciato
temporaneamente sul bancone.
Dalle indagini svolte, incrociando le telecamere dei circuiti di videosorveglianza e l’analisi dei
dati di traffico telefonico successivo al furto, i poliziotti sono riusciti a risalire ad un rumeno, B.C.
di 38 anni, che abita a Firenze e gestisce un negozio.
Gli investigatori, hanno scoperto tra l’altro che l’uomo, dal giorno del furto, ha sempre utilizzato
il telefono rubato.
Avendo raccolto quindi solidi elementi sul suo conto, la locale Procura della Repubblica ha
delegato alla Polizia una perquisizione domiciliare e personale alla ricerca del telefono e
dell’autore del furto.
I poliziotti della Squadra Mobile, si sono pertanto recati a Firenze, dove hanno perquisito la sua
abitazione e hanno trovato il cellulare rubato a Siena, riscontrandone l’effettivo utilizzo.
B.C., è stato quindi denunciato per il reato di ricettazione.
Per quanto riguarda il possesso del telefono, lo straniero s’è giustificato dicendo di averlo
acquistato sul sito “Subito.it” da un ignoto venditore, versione che ovviamente discordava con le
indagini svolte.
Il telefono è stato sequestrato e nei prossimi giorni verrà restituito alla vittima.
Proseguono intanto le indagini per verificare eventuali altri canali di ricettazione.

Scroll to top