Sconfitta amara per la Robur: bianconeri che cadono a Montespaccato con un 2-0

Finisce 2-0 per i padroni di casa del Montespaccato, che vincono 2-0 con una buonissima prestazione.
Nel primo tempo i ragazzi di Gilardino non danno l’impressione di giocare come sono abituati a far vedere e soffrono molto gli attacchi avversari, soprattutto con i due attaccanti Gambale e Calì. Al 18’ il gol del vantaggio del Montespaccato: Tataranno tenta una rovesciata in area di rigore, palla deviata dalla difesa, ma che finisce tra i piedi di Gambale che si trova davanti a Narduzzo ed effettua un tiro intercettato da Ruggeri che però non riesce a mettere il pallone fuori dallo specchio, mettendolo così nella sua porta. 1-0. La partita prosegue con il Montespaccato che attacca e gioca bene, mentre la Robur non riesce a giocare e tenta qualche timida reazione con tiri da fuori, risultati però vani.

Nel secondo tempo la musica sembra essere la stessa e infatti al minuto 47 su una punizione molto generosa al limite dell’area i padroni di casa trovano il raddoppio: il numero 21 Bassini si presenta sul pallone e con un tiro rasoterra sotto la barriera alla Ronaldinho pesca l’angolo alla sinistra di Narduzzo, il quale nulla può.

Dopo il 2-0 i bianconeri cercano di farsi vedere, ma non riescono a concludere. Da qui in poi è l’arbitro Di Loreto a prendersi la scena.

Il primo episodio è un gol di Guidone annullato per fuorigioco che pare tagliare le gambe al Siena, ma le sorprese non finiscono, perché al 75’ il mister Alberto Gilardino viene espulso per presunte proteste (pochi minuti prima era stato espulso anche il suo vice). Il tecnico bianconero  però, come fece Serse Cosmi nella stagione 2012-13, non lascia la panchina fino a quando non si sente costretto per poter far ripartire il gioco. Due minuti dopo l’ennesimo episodio dubbio: nel mezzo ad una mischia prende palla il capitano Guidone, il quale viene atterrato in area di rigore, ma non per il direttore di gara che lascia correre.
Si chiude dunque così una partita comunque ben gestita dal Montespaccato, che vince meritatamente e con un Siena non brillante, ma con qualcosa da recriminare.
Sarà fondamentale adesso per la Robur questo turno di riposo per poter rimettere in ordine le idee e per recuperare energie dopo le tante partite disputate nelle due settimane trascorse.

Scroll to top