Siena, il tabù continua: al Franchi passa il Pontedera. Gli ospiti di Studio Robur

La maledizione (o macumba, malocchio, tabù: chiamatela come vi pare) continua. Il Siena perde la quinta partita del campionato e per la quinta volta questo succede in casa, davanti al pubblico amico. Ma stavolta la sfortuna è talmente lampante che anche i tifosi comprendono, con gli applausi finali a testimoniare lo sforzo dei giocatori, che dominano un tempo, colpiscono due traverse con Guidone e Vassallo ma si arrendono al gol del ventenne Bruzzo, su uno dei pochi errori difensivi. Così è il giovane Pontedera ad issarsi al secondo posto a pari merito col Renate, mentre la Robur fallisce nuovamente il “salto di gradino”, per usare un’espressione di mister Dal Canto, e domani se fanno punti Novara e Carrarese rischia di ritrovarsi sesta. Per uscire da questo maledetto trend servirà ottimismo, come spiega Mattia Lombardo, tra i più positivi, e unità, parola ribadita in sala stampa dal legale e direttore generale Antonio De Rensis. Tutti questi contributi (più un’intervista all’ex patron Antonio Ponte, presente al Franchi) saranno mandati in onda domani sera nella tradizionale puntata del lunedì sera di Studio Robur (ore 21 su Canale 3). Conduce Giuseppe Ingrosso con Annalisa Petri. In studio Luciano Sardone, Valerio Beltrami e Lapo Cinelli. Si parlerà anche della gara di Coppa Italia Siena-Teramo, che vale l’accesso ai quarti di finale, e del prossimo impegno di campionato ad Alessandria.

Scroll to top