ACN Siena 1904

Robur fuori dalla Coppa Italia: Teramo-Siena 1-0

Delusione per mister Gilardino, che allo stadio Gaetano Bonolis di Teramo non riesce a conquistare il passaggio ai quarti di finale. Gli undici di partenza erano tutti cambiati rispetto alla partita di domenica scorsa contro la Carrarese, anche perché domenica prossima si disputerà la quarta giornata di campionato contro l’Imolese.
Il primo tempo si chiude sullo 0-0, con le due squadre che non regalano troppe emozioni, sono imprecisi nei passaggi e tendono dunque a studiarsi.

Nel secondo tempo la musica cambia ed al 49’, il Teramo va subito in vantaggio: una punizione dal limite dell’area battuta sul secondo palo da Rossetti, Mataloni respinge una prima volta, respinge anche una seconda ribattuta, ma alla terza nulla può e il numero 21 David Biriligea sigla l’1-0.
Dopo la rete, i bianconeri provano una timida reazione, ma non riescono a concretizzare e subiscono le continue ripartenze avversarie.
Si chiude così dunque l’avventura della Robur in Coppa Italia e adesso deve solo pensare al campionato.

Una Robur che emoziona e regala gioia: Siena-Carrarese 3-0

La partita tra Siena e Carrarese, giocatasi domenica 12 settembre allo Stadio Artemio Franchi ha avuto un solo protagonista. I bianconeri hanno controllato molto bene la partita e a parte qualche piccolo rischio nel primo tempo, i ragazzi di Gilardino hanno dato prova di essere una grande squadra. Nel primo tempo ad avere le occasioni più ghiotte è Cassio Cardoselli, il quale, nel giro di pochi minuti costringe il portiere Vettorel a due grandi interventi: il primo in volo su un colpo di testa, il secondo invece su un tiro ravvicinato all’angolo di sinistra.
Dopo i due scossoni di Cardoselli, la Robur prende coraggio e si rende sempre più pericolosa e aumenta di gran lunga l’intensità del gioco.
I bianconeri recuperano un sacco di palloni e in contropiede sono sempre pericolosi, come accade al 30’, quando capitan Guberti stampa una traversa clamorosa dopo un tiro a giro da fuori area. La partita la fa il Siena, solo che al 45’ il risultato è fermo sullo 0-0, ma ecco che quando meno ce lo si aspetta arriva l’avvoltoio in area di rigore: Guberti mette in mezzo una palla apparentemente innocua, ma il bomber Alberto Paloschi sbuca come un fantasma sul primo palo e mette dentro il suo primo gol con la maglia bianconera, il gol dell’1-0.
Il secondo tempo non cambia faccia: Robur dominante e Carrarese che soffre, nonostante le due grandi prestazioni di Luci e Infantino. Al minuto 55 infatti dopo una bella azione, il Siena raddoppia: Nacho Varela recupera un pallone a centrocampo, supera due uomini, allarga per Guberti, il quale serve Bani, che cerca la conclusione ma viene murata, ma sulla ribattuta, da fuori area arriva Acquadro, che in un istante stoppa e scarica un tiro radente e preciso che non lascia scampo a Vettorel. 2-0

Dopo il gol del raddoppio i bianconeri abbassano leggermente il ritmo, ma tenendo sempre il controllo della partita. Gilardino però non si accontenta e vuole chiudere la partita, così decide di mettere in campo forze fresche, come Disanto, Pezzella, Karlsson e il nuovo arrivato, “El Nuevo Flaco” Montiel.

I giovani entrano con l’atteggiamento giusto e vogliono da subito far vedere di che pasta sono fatti e qualcuno ci mette anche poco a farsi notare: minuto 89’, Disanto intercetta un passaggio della difesa avversaria e si presenta solo davanti al portiere, ma invece di tirare, serve con l’esterno “El Nuevo Flaco” Tofól Montiel, il quale appoggia il pallone in rete, firma il 3-0 e  chiude una partita ben giocata da tutta la squadra, che adesso può concentrarsi per la partita di Coppa Italia giovedì contro il Teramo.

Allo Stadio Artemio Franchi la presentazione ufficiale di Tofól Montiel: lavoro e costanza, i principi per arrivare al successo

Oggi, nella sala stampa dello Stadio Artemio Franchi, si è tenuta la presentazione ufficiale dell’ultimo acquisto di mercato del Siena: Cristobal “Tofól” Montiel, l’ex centrocampista della Fiorentina.

Il giovane, classe 2000 è arrivato in prestito ed è subito pronto a lavorare per mister Gilardino, l’obiettivo è quello di fare una grande stagione e di togliersi grandi soddisfazioni.
Montiel, che ricorda molto “El Flaco” Pastore per il fisico esile e magrolino, non ha problemi per quanto riguarda gli schemi tattici ed pronto a ricoprire qualsiasi ruolo pur di conquistare i tre punti ad ogni partita. Infatti già alla Fiorentina il ragazzo è stato impiegato in varie zone del campo: mezz’ala, trequartista ed esterno.
Dunque le premesse per una grande stagione ci sono, adesso serve solo lavorare e dare il meglio sul campo.

Amaro in bocca per la Robur: Teramo-Siena 0-0

Una partita totalmente anonima quella tenutasi allo Stadio Bonolis di Teramo, tra Teramo e Siena. Stavolta i ragazzi di mister Gilardino non sono riusciti ad imporre il proprio gioco e non si sono mai resi realmente pericolosi. Dall’altra parte, il Teramo è riuscito a disputare nel complesso una buona partita, difendendosi bene e lasciando pochissimi spazi ai bianconeri.
Infatti la prima vera occasione della partita è dei padroni di casa, al primo minuto, quando Malotti scarica un mancino raso terra dal limite, ma il portiere Lanni compie un miracolo e mette in calcio d’angolo.

Subito dopo lo scossone, la Robur sembra uscire fuori e al 7’ arriva anche il gol: Bani battte una punizione dalla trequarti, sponda di testa di Terigi per Paloschi che appoggia in rete, ma l’arbitro fischia fuorigioco e il gol è annullato.

Il primo tempo prosegue con il Siena che tenta di attaccare, ma senza rendersi pericoloso e il primo tempo si chiude così.

Nel secondo tempo la musica non cambia: la Robur attacca, il Teramo difende. Nonostante le qualità di Paloschi, Varela, Disanto, la Robur non riesce a concretizzare e col passare del tempo perde lucidità, fino a non essere più pericolosa. Nei minuti finali, in realtà a fare veramente paura è il Teramo, che mette in seria difficoltà la difesa del Siena sulle palle inattive, ma all fine nulla di concreto. Si chiude dunque così una partita poco intensa e povera di occasioni e grandi intuizioni, una partita da pareggio.
Di sicuro il Siena si aspettava i tre punti e adesso Gilardino e i suoi ragazzi sono già a lavoro per la prossima partita contro la Carrarese al Franchi.

Mercato Robur: preso il centrocampista Tofòl Montiel in prestito dalla Fiorentina

Dopo l’arrivo di Pezzella, la società bianconera sembrava aver completato il reparto di centrocampo e invece, proprio all’ultimo momento il D.S. Perinetti è riuscito in questo improvviso colpo di mercato: Critobal “Tofól” Montiel, centrocampista spagnolo classe 2000, proveniente dalla Fiorentina, con cui è riuscito anche a debuttare in Serie A. La società ha optato per un prestito con diritto di riscatto e adesso lo spagnolo ha la possibilità di mostrare tutta la sua classe.

Buona la prima! Siena-Vis Pesaro 3-0 con Varela-bis

Non poteva esserci inizio migliore per la Robur, che ha letteralmente dominato sui rivali della Vis Pesaro. La serata è cominciata con la presentazione dei due nuovi innesti bianconeri, Karlsson e Pezzella.
Al fischio d’inizio i ragazzi di Gilardino sembrano avere la giusta mentalità e galvanizzati dai cori della curva, dopo neanche un minuto trovano il gol dell’1-0: sugli sviluppi un calcio d’angolo battuto corto, la palla filtra nel mezzo, e il neo acquisto Cassio Cardoselli se la ritrova fra i piedi e da due passi appoggia in rete per il gol del vantaggio.

La partita prosegue con grande intensità e nonostante le qualità degli avversari come Martin Tonso (ex Newell’s Old Boys, la prima squadra di Messi) la Robur non si tira indietro e mette in mostra tutto il meglio del suo repertorio ed al minuto 21 arriva il gol del raddoppio: contropiede perfetto di capitan Guberti, il quale cavalca tutta la fascia sinistra, palla in mezzo per il fuoriclasse Uruguayo Ignacio Varela, che controlla in area, finta il tiro per poi scaricare il pallone sotto la traversa.
Con il raddoppio, i bianconeri prendono completamente in mano il gioco e non rischiano quasi nulla, anche se è doveroso segnalare un grande intervento del portiere della Robur Lanni al 32’, dopo un tiro ravvicinato e rasoterra di Cannavò. Al 37’ forse l’episodio che determinerà le sorti della partita: Guberti intercetta un passaggio del capitano della Vis Pesaro Gavazzi, il quale si ritrova costretto a sdraiare il capitano bianconero e per l’arbitro è cartellino rosso.

Da questo momento in poi c’è una sola squadra in campo e al 59’ arriva addirittura il 3-0: azione magistrale del Siena nella metà campo avversaria, quattro passaggi che portano ancora Varela davanti alla porta e uno come lui non può sbagliare, 3-0 e partita chiusa.

Dopo il terzo gol, la partita perde d’intensità e il Siena controlla con estrema tranquillità il gioco ed al 68’ arriva anche l’esordio di Alberto Paloschi, non ancora al top della forma, ma con idee e giocate di alta qualità.

Si conclude così dunque una partita veramente ben giocata dalla Robur, che adesso si può preparare al meglio per la trasferta di Teramo domenica prossima.

Entusiasmo al Franchi per la presentazione della rosa della Robur Siena

Una serata con la “S” maiuscola quella tenutasi ieri sera allo Stadio Artemio Franchi per la presentazione della squadra della Robur Siena, che adesso è pronta per affrontare al meglio il campionato di Serie C.
I grandi nomi e il salto di categoria sono fattori che non hanno portato entusiasmo solo all’interno della società, ma anche a gran parte della città, che è tornata allo stadio per cantare e caricare la propria squadra del cuore.

La serata, condotta interamente dallo speaker storico Giacomo Muzzi, è iniziata con la presentazione dello staff di mister Gilardino e del direttore sportivo Giorgio Perinetti. All’annuncio di questi nomi, il pubblico è esploso in un boato di gioia ed emozione.
Successivamente sono stati presentati tutti gli altri membri della squadra e insieme a loro anche le nuove maglie della stagione 2021-2022: la prima maglia è la classica bianconera a scacchi, la seconda è un misto fra l’oro e il terra di Siena, proprio a ricordare il tufo della Piazza del Campo, la terza invece è un verde acceso e infine per il portiere hanno optato per un azzurro.
Non è finita qui però, perché oltre ai nomi che tutti conoscevamo, la società ha deciso di annunciare proprio per l’occasione una sorpresa di mercato: Claudio Terzi, il quale si è presentato, anzi ripresentato, al pubblico con grande entusiasmo.

Dunque le premesse per un grande cammino ci sono, data anche la presenza di nomi importanti come Alberto Paloschi, Ignacio Varela, Stefano Guberti…

Adesso l’unica cosa da fare è attendere la prima partita di campionato, che si terrà domenica 29 agosto al Franchi contro la Vis Pesaro.

Lanni eroe ai rigori: Siena batte Fermana ai tiri dal dischetto

Buona la prima di Coppa Italia per il Siena contro la Fermana. Nonostante la squadra costruita in così breve tempo, i ragazzi di Gilardino sembrano aver trovato la giusta intesa.
Il primo tempo non ha regalato molte emozioni, le squadre dovevano ancora sbloccarsi ed essendo la prima partita stagionale non volevano rischiare. Solo un episodio poteva sbloccare la gara, e infatti, è proprio un episodio a cambiare le sorti della partita. Al minuto 30 il numero 13 della Fermana Diouane riesce ad entrare in area e proprio sulla linea viene fermato irregolarmente da Gatto, per l’arbitro è calcio di rigore. Dal dischetto si presenta Marchi, il quale lascia partire un destro centrale, ma che non lascia scampo a Lanni. 0-1 Fermana.
La Robur però non si demoralizza, e anche grazie alla spinta dei tifosi continua ad attaccare, ma alla fine del primo tempo il risultato rimane sullo 0-1 avversario.
Nel secondo tempo i bianconeri sembrano avere qualcosa in più e al 56’ hanno subito l’occasione per pareggiare: Varela (entrato al posto di Conti) trova il varco per Cardoselli, che però davanti alla porta mette fuori.
La Robur attacca, ma la Fermana difende bene, c’è bisogno di un guizzo, di una giocata improvvisa che possa disorientare tutti, e al 60’ la giocata della giornata arriva: Guberti stoppa un bel pallone sulla fascia, si accentra e da fuori area lascia partire un destro a giro meraviglioso, che si infila nel sette, per il portiere Moschin non c’è niente da fare. 1-1 al Franchi.
Dopo il gol del pari, il Siena è galvanizzato e va all’offensiva, ma al 71’ arriva la sfortuna: dopo un normalissimo scontro di gioco, il centrocampista Vincenzo Gatto rimane con il piede piantato a terra, ma con il ginocchio che continua a ruotare, si capisce subito che l’infortunio non è banale ed il mediano bianconero è costretto ad uscire in barella.
Dopo l’infortunio, i ritmi sembrano essersi abbassati e le nitide occasioni da gol non arrivano più, la partita è destinata ai supplementari. Però al 90’ il Siena ha due occasioni clamorose sotto porta, le quali però non riesce a concretizzare, prima con Varela, poi con Marcellusi. Dunque i regolamentari non bastano, c’è bisogno dei supplementari.

Nella mezz’ora di supplementari si vede benissimo che le due squadre sono stremate e le occasioni non arrivano, dunque serviranno i calci di rigore.

I primi a calciare sono gli avversari e a calciare va il numero 20 Capece, il quale trova l’angolo giusto e spiazza Lanni. Per il Siena invece si presenta Terigi, che con molta tranquillità rimette tutto sul pari. Il secondo rigore della Fermana porta il nome di Rovaglia, ma il numero 29 si fa ipnotizzare da Lanni, il quale addirittura blocca il pallone. Per il Siena invece, va Marcellusi, che riscatta l’errore sotto porta del secondo tempo spiazzando il portiere e mandando la Robur in vantaggio. Per la Fermana si presenta Pistolesi, che apre alla sinistra di Lanni, ma il portierone bianconero ci arriva e la leva dalla porta. Per il terzo rigore della Robur si presenta Farcas, ma Moschin è bravissimo ad intuire l’angolo e porta speranza alla sua squadra. Il quarto rigore della Fermana tocca a Sperotto, il quale però sbaglia completamente la mira e butta il pallone fuori, dunque il prossimo rigore del Siena è decisivo. Dal dischetto si presenta ovviamente l’esperto Ignacio Varela e con estrema tranquillità spiazza il portiere ed esulta sotto la Curva Robur.

Grande soddisfazione dunque per Gilardino e i suoi ragazzi, che adesso possono prepararsi al meglio per la prima di campionato, in attesa di giocare il secondo turno il 15 settembre contro il Teramo.

Siena in Serie C: la soddisfazione di De Mossi

9 agosto 2021

Il sindaco De Mossi: “Siena, soddisfatti per la serie C.
La più bella vittoria è quella che deve ancora arrivare”

 

Il sindaco di Siena Luigi De Mossi esprime grande soddisfazione per l’avvenuto ripescaggio dell’Acn Siena in serie C.
“E’ un riconoscimento – sottolinea il primo cittadino – alla serietà e alla competenza della società Acn Siena, che, pur con il poco tempo a disposizione, ha fornito tutta la documentazione, peraltro sostenuta dalle necessarie ed ingenti garanzie finanziarie, per permettere il ripescaggio in serie C. Quello della Robur è un percorso che dall’estate scorsa, da quando questa amministrazione decise di affidare all’attuale società l’onore e la responsabilità di rappresentare il calcio senese dopo la mancata iscrizione alla C da parte della vecchia proprietà, ha vissuto anche periodi complicati, ma che sta proseguendo in maniera positiva, grazie pure alla riorganizzazione societaria e al consolidamento interno. Come diceva Enzo Ferrari, la più bella vittoria è quella che deve ancora arrivare. Speriamo che questo risultato sia propedeutico ad altri ambiziosi successi. In questo percorso sarà fondamentale il supporto dei tifosi, della città e della comunità tutta. L’amministrazione comunale farà come sempre la sua parte”.

ACN Siena: stasera alle 19 su Rai Sport i gironi del campionato di Serie C

Il campionato del Siena sta per incominciare e tutto è pronto, a parte qualche nuovo colpo che sta effettuando Perinetti. L’inizio del campionato è previsto nel weekend del 28-29 agosto e oggi alle 19 su Rai Sport usciranno i gironi del campionato. Con ogni probabilità la Robur farà parte del girone B, dove si trovano squadre come Carrarese, Ancona-Matelica, Entella, Cesena, Grosseto, Gubbio, Lucchese, Montevarchi…

Dunque un girone non semplice, ma che il Siena affronterà con il massimo impegno e con la massima serietà, come vuole il mister Alberto Gilardino.

Scroll to top