Alessandro Piazzi

Barontoli: presentato il progetto di Centria per la metanizzazione

Questa mattina in conferenza stampa online il Comune di Sovicille e Centria reti Gas, la società di distribuzione del Gruppo Estra, hanno presentato il progetto di metanizzazione a servizio della frazione di Barontoli nel Comune di Sovicille.

Presenti il Sindaco Giuseppe Gugliotti, l’Amm.re Delegato del Gruppo Estra, Alessandro Piazzi, il Responsabile Area progettazione di Centria, Massimo Marmorini, il tecnico Area Progettazione di Centria, Marco Paoletti. Read More

Rinnovata la partnership tra Ego Handball e Estra Spa

Si rinnova il sodalizio tra Ego Handball Siena e Estra Spa, dopo le Finals di Coppa Italia dello scorso febbraio, dove il brand dell’azienda senese campeggiava sulla special edition indossata dalla Ego per la manifestazione, presentata negli studi di Sky da Stefano Meloccaro, adesso la squadra per la prima volta indossa sul campo e ben in vista sulle nuove maglie, il marchio di Estra. Read More

Dietro la Vittoria – approfondimento economia, puntata 30 giugno 2020

Durante la puntata del 30 giugno di “Dietro la Vittoria”, approfondimento economico con:

  • Alessandro Piazzi, Amministratore Delegato Estra Spa
  • Massimo Guasconi, Presidente Camera di Commercio di Siena e Arezzo
  • Armando Gradone
  • Marco Forte, Provveditore Fondazione MPS

 

ESTRA presenta il Bilancio di Sostenibilità 2019 del Gruppo

938.338 milioni di euro di valore distribuito agli stakeholder, contratti a tempo indeterminato per il 95,7% del personale del Gruppo, 23.439 ore di formazione erogate e oltre 12.455 tonnellate di emissioni di CO2 evitate grazie alla produzione di energia da fonte rinnovabile. Sono questi alcuni dei dati più significativi emersi dal Bilancio di Sostenibilità 2019 del Gruppo Estra.

 

“La sostenibilità ambientale è al centro degli obiettivi del nostro Gruppo che la persegue con  convinzione e commitment attraverso una molteplicità di iniziative al servizio dei territori e della collettività” – ha dichiarato l’Amministratore Delegato di Estra, Alessandro Piazzi.

“La creazione di valore condiviso è il concetto cardine attorno a cui operiamo. Ciò è ancor più vero nell’attuale contesto in cui l’emergenza Covid-19 ha messo in luce l’importanza di porre in campo iniziative a sostegno delle comunità nell’ambito di un’azione collegiale con le istituzioni e il mondo produttivo nel suo insieme” – ha affermato il Presidente di Estra Francesco Macrì.

La sostenibilità come risposta all’emergenza Covid-19

Nell’ottica di rafforzamento dei principi di sostenibilità ambientale il Gruppo Estra ha attivato un processo di allineamento tra i temi materiali del Gruppo e i Sustainable Development Goals (SDGs), introdotti dalle Nazioni Unite nel 2015. Tale abbinamento ha posto in luce come le attività del Gruppo incrocino numerosi dei 17 Goal; in particolare: la lotta al cambiamento climatico; il consumo e produzione responsabile; l’energia pulita e accessibile; le città e comunità sostenibili; le imprese, innovazione e infrastrutture; il lavoro dignitoso e la crescita economica; la parità di genere; la riduzione delle disuguaglianze.

Perseguire la sostenibilità significa avere già degli anticorpi per affrontare l’emergenza:

–       l’attenzione per la salute e la sicurezza di tutti i dipendenti ha garantito l’utilizzo massiccio dello smart working a cui hanno ricorso oltre 450 persone (su 760 dipendenti). Estra ha deciso di adottare ulteriori misure a sostegno dei lavoratori in caso di contagio da Coronavirus. Lo ha fatto stipulando una copertura assicurativa la cui validità si estende a tutti i dipendenti, fino al 31 dicembre 2020;

–       la sensibilità verso i propri clienti ha garantito un supporto a famiglie ed imprese che, a causa dell’emergenza Covid19, hanno avuto difficoltà oggettive nel pagamento delle bollette del gas e dell’energia elettrica, con rateizzazioni senza applicazione di interessi;

–       l’avere, negli anni, realizzato infrastrutture tecnologiche (fibra ottica, WiFi, sperimentazione 5G) ha assicurato connessioni di qualità per la digitalizzazione dei processi;

–       la responsabilità sociale di impresa ha tutelato il tessuto sociale con donazioni agli ospedali, il sostegno ad associazioni e ha contribuito alla didattica a distanza con Energicamente, il progetto educativo nazionale di e-learning sui temi dell’innovazione energetica e del consumo sostenibile, utilizzato da oltre 800 insegnanti;

–       la riduzione di emissioni inquinanti con la produzione di energia da fonti rinnovabili e le attività per l’efficientamento energetico di imprese e abitazioni, diminuiscono il fattore di rischio sanitario dovuto all’inquinamento atmosferico.

Le conseguenze sociali ed economiche dell’emergenza sanitaria sono inevitabili, ma Estra è impegnata a limitarne le conseguenze e a contribuire alla ripresa.

 

Valore economico generato e distribuito agli stakeholder

Nel 2019 il valore economico generato è stato pari a 1.003.862 milioni di euro in crescita del 19% rispetto all’anno precedente per effetto della crescita dei ricavi. Il valore distribuito agli stakeholder si è attestato a 938.338, così suddiviso: ai fornitori la maggior parte della ricchezza prodotta pari a 860,7 milioni; al personale dipendente 39,3 milioni; ai soci e finanziatori 27,9 milioni in termini di dividendi distribuiti e di oneri finanziari corrisposti in linea con l’esercizio precedente; alla Pubblica Amministrazione, 7,7 milioni in termini di imposte dirette e indirette; alla collettività e al territorio 2,6 milioni distribuiti per sponsorizzazioni (sportive, culturali e sociali), liberalità e quote associative.

Valore del capitale umano

Le persone rappresentano per Estra una risorsa essenziale per la creazione di valore e il miglioramento e lo sviluppo dei processi interni. Dal 2018 al 2019 il numero di dipendenti del Gruppo è aumentato di 54 unità, passando da 707 a 761 persone. Nel 2019 è proseguito il trend, già registrato nel biennio 2017-2018, di progressivo aumento dei contratti a tempo indeterminato con il 95,7% di dipendenti a tempo indeterminato a fronte del 93,8% del 2018. La crescita ha interessato trasversalmente tanto i dipendenti uomini (da 411 a 454) quanto le donne (da 252 a 274). Nel 2019, complessivamente sono state erogate 23.439 ore di formazione per una media di 29 ore per lavoratore. La vasta offerta formativa messa a disposizione dal Gruppo testimonia l’impegno profuso ai fini della crescita professionale dei dipendenti considerata come leva di sviluppo e garanzia di qualità dei servizi offerti da Estra.

 

Valore ambientale

La salvaguardia dell’ambiente, l’utilizzo razionale delle risorse naturali, insieme allo sviluppo sostenibile sono, da sempre, al centro dell’attenzione del Gruppo Estra. Nel 2019 le emissioni di CO2 evitate grazie alla produzione di energia da fonte rinnovabile sono state pari a oltre 12.455 tonnellate. La quantità di emissioni evitate di CO2 per interventi di efficientamento energetico è inoltre raddoppiata tra il 2018 e il 2019, passando da 150 a 307 tonnellate, ciò per merito in particolare del risparmio di CO2 derivante dalle ristrutturazioni e riqualificazioni condominiali. Per quanto riguarda i rifiuti prodotti, il 92% dei rifiuti prodotti viene inviato a recupero anziché smaltito, ciò a dimostrazione del valore che il Gruppo attribuisce alla sostenibilità anche nel settore dei rifiuti.

Rapporto con i clienti e qualità dei servizi

Nel 2018 il numero complessivo dei clienti finali gas e energia elettrica è stato pari a oltre 800 mila in aumento del 3,4% rispetto al 2018, così suddiviso: 635.574 clienti gas metano e 164.859 clienti energia elettrica. La qualità dei servizi e il rapporto di fiducia con i clienti sono obiettivi primari per il Gruppo Estra. Indice dell’attenzione del Gruppo per la correttezza e trasparenza del processo di vendita è il Protocollo di autoregolazione per contratti e attivazioni non richieste firmato assieme alle Associazioni dei Consumatori. I servizi di qualità offerti da Estra sono testimoniati dalla costante diminuzione dei reclami, ridotti del 23% dai 4.003 del 2018 ai 3.066 del 2019. Sempre nell’ottica di garanzia di servizi di qualità il Gruppo pone un’attenzione prioritaria sulla sicurezza degli impianti; è sistematica l’attività di ispezione delle reti di distribuzione gas (ogni anno quasi il 100% della rete) per garantire elevati standard di sicurezza.

 

Valore al territorio e alla collettività

Sono numerose le iniziative realizzate dal Gruppo per lo sviluppo dei territori volte a promuovere la cultura della sostenibilità e stili di vita coerenti con l’uso consapevole e responsabile delle risorse naturali. È questo il caso ad esempio del progetto didattico “Energicamente”, promosso da Estra insieme a Legambiente, giunto alla sua 9° edizione. “Energicamente” mira a sensibilizzare le nuove generazioni sui valori della tutela ambientale e dell’utilizzo ecocompatibile dell’energia; al centro del progetto il percorso ludico-didattico che accompagna i ragazzi in modo interattivo con un innovativo approccio digitale grazie alla formazione sulla piattaforma web di “Energicamente”. L’educazione ambientale è al centro anche del progetto “ROARR, Limita lo speco” e dell’iniziativa finanziata da Erasmus+ per la formazione della nuova figura professionale del “Project Manager del Bilancio di Sostenibilità e del Report Integrato”. L’attenzione del Gruppo al territorio e alle comunità si esprime anche attraverso progetti ad hoc volti a valorizzare l’innovazione come nel caso del programma E-qube Startup&Idea Challenge realizzato in collaborazione di Nana Bianca e Startup Italia.

Primo piano – “E-qube Startup&idea Challenge”

Presentata presso l’Aula Magna del Rettorato dell’Università di Siena la 3° edizione di “E-qube Startup&idea Challenge”, iniziativa ideata dal Gruppo Estra Spa, con interviste al Rettore dell’Università di Siena Francesco Frati, all’amministratore delegato del Gruppo Estra Alessandro Piazzi e al direttore generale Paolo Abati, all’amministratore delegato di Nana Bianca Alessandro Sordi, al direttore operativo di Tate.it Micael Saillen e infine al Vice Sindaco del Comune di Siena Andrea Corsi

Estra compra Ecolat ed entra così in Sei Toscana

Estra acquisisce il 100% del capitale sociale di Ecolat S.r.l., azienda del settore servizi ambientali e rifiuti, socia di Sei Toscana S.r.l.

Estra S.p.A. ha acquisito il 100% di Ecolat S.r.l., società attiva nel settore dei servizi ambientali e ciclo dei rifiuti in Toscana. Ad agosto del 2018, aveva acquisito il 12% della società e con l’atto stipulato ieri, Estra è divenuta il socio unico dell’azienda.

Ecolat S.r.l., socia di Sei Toscana S.r.l., è titolare di un impianto di selezione e valorizzazione dei rifiuti provenienti dalle raccolte differenziate multi-materiale dei Comuni nelle province di Grosseto, Arezzo, Prato e Firenze, è gestore nella stessa area del Centro di raccolta del Comune di Grosseto e di una piattaforma di stoccaggio di rifiuti recuperabili urbani.

Con questa acquisizione Estra entra, a pieno titolo, nella compagine sociale di Sei Toscana S.r.l. (l’azienda che gestisce i servizi ecologici integrati nella Toscana Sud).

L’acquisizione totale di Ecolat consente ad Estra di affermarsi ulteriormente nell’attività di gestione del ciclo integrato dei rifiuti, strategica per la crescita ed il rafforzamento del Gruppo nell’ottica di svolgere in misura crescente il ruolo di multiutility.

«Con questa operazione – dichiarano Francesco Macrì, presidente di Estra e Alessandro Piazzi, amministratore delegato di Estra – ci mettiamo a disposizione, con spirito costruttivo, di un territorio dove siamo già presenti, anche per ripristinare una governance pubblica in un servizio molto rilevante per la qualità della vita dei cittadini».

Premiato il miglior lavoro in sicurezza sul gas

A Siena premiato il miglior lavoro in sicurezza sul gas. Il protocollo garantirà più sicurezza per i cittadini e per gli operatori di Centria

Si compie oggi l’ultimo atto del primo Campionato per la formazione del personale interno tecnico-operativo, sulla salute e sicurezza sul lavoro organizzato da Centria s.r.l.Società del gruppo Estra attiva nella distribuzione di gas naturale e nella distribuzione e commercializzazione di GPL – con la proclamazione dei vincitori e con una giornata di discussione sul valore della sicurezza nei servizi erogati e del know how di eccellenza sviluppato da Centria con nomi prestigiosi della formazione nel campo della sicurezza sul gas in Italia.

Ad aprire i lavori Marco Nencini, Project Manager e Resp. impianti Centria, uno dei quattro del gruppo project che hanno organizzato i due eventi: quello aretino del 4 ottobre e quello odierno di Siena.

Hanno portato il loro contributo Cristiano Fiameni, direttore tecnico CIG; Luigi Giglioni, ispettore Accredia;  Davide Maccioni, dirigente della Direzione territoriale INAIL di Arezzo/Siena; Fabrizio Moscariello, direttore commerciale dell’ente di certificazione ICIM.

L’iniziativa si inserisce nel percorso intrapreso dalla società per implementare il framework sulla tutela della salute sicurezza sul lavoro, sviluppato dall’Associazione Premio Qualità Italia (APQI) e validato da Confindustria, Inail e Accredia, volto all’applicazione del modello europeo di eccellenza EFQM (European Foundation for Quality Management).

Al termine della giornata sono state premiate le tre squadre che si sono distinte per le migliori performance nelle prove in campo nei Campionati per la sicurezza. La loro performance diverrà il modello al quale attenersi nell’espletamento delle attività tecnico-operative sulle reti gas da parte di tutto il personale.

Si è trattato del primo evento in Italia mirato a sviluppare la sicurezza nell’effettuazione di attività in presenza di gas, sicurezza sia per gli utenti che per il personale che effettua i lavori, svolto in un “campo prova” appositamente costruito e unico in Italia per la sua struttura, per la sua completezza e sicurezza. L’evento, progettato dai project manager aziendali secondo le direttive previste dal Project Manager International (PMI), ha visto coinvolto tutto il personale operativo e di coordinamento tecnico in una intera giornata, valutando anche le competenze trasversali degli assistenti delle squadre operative.

La formazione così intesa non solo diventa permanente ma attrezza tutto il personale a lavorare con alti standard di sicurezza passando da un approccio tipicamente di aula ad uno esperienziale di tipo situazionale (learning by doing).

Presente alla giornata Siliano Stanganini, amministratore delegato di Centria e tutto il Consiglio di Amministrazione di Estra, il cui portavoce è stato lo stesso amminstratore delegato, Alessandro Piazzi, che ha dichiarato: «Investiamo in formazione puntando all’eccellenza. Quando si lavora sul gas non possiamo accontentarci di fissare buoni standard, dobbiamo puntare al top. Centria ha fatto della tutela della salute e della sicurezza dei lavoratori un baluardo della propria attività. Il miglioramento continuo e in sicurezza applicato all’esecuzione dei lavori e delle prestazioni secondo le procedure aziendali, riproduce sicurezza non soltanto per i lavoratori ma anche per i cittadini utenti».

Durante le premiazioni che si sono svolte nel pomeriggio alla presenza del presidente di Estra, Francesco Macrì, lo stesso ha dichiarato: «Siamo orgogliosi quest’oggi di premiare i nostri campioni di Centria, squadre che si sono contraddistinte nelle prove in campo sul gas dimostrando capacità, professionalità e coesione in sicurezza. La formazione e l’addestramento rappresentano percorsi necessari per la riduzione dei rischi e la sicurezza del personale e che permettono di acquisire quelle regole e metodologie che fanno parte del sistema portante della prevenzione».

Estra: inaugurata prima colonnina per ricarica veicoli elettrici

Stamani avvenuto il taglio del nastro. l’azienda ha deciso di investire in progetti nel segno dell’eco-sostenibilità ambientale.

Viene inaugurata oggi nella sede Estra di Siena, alla presenza dell’Amministratore Delegato Alessandro Piazzi, la prima colonnina pubblica per la ricarica di veicoli elettrici  ESTRA. Posizionata nel parcheggio della sede in Viale Toselli 9/A.

Un progetto fortemente voluto da Estra, che sta muovendo i primi passi nel settore della mobilità elettrica per rispondere alle esigenze di un trasporto sempre più evoluto e a basso impatto ambientale.

“Un investimento – afferma  Alessandro Piazzi – che conferma l’impegno del Gruppo a sostegno dei principi dell’efficienza energetica e dell’ecosostenibilità. La mobilità elettrica rappresenta un tema cruciale per il nostro futuro, su cui l’azienda, da sempre attenta all’ambiente, ha deciso di puntare”.

La stazione di ricarica sarà accessibile a tutti negli orari di apertura della sede ed è dotata di 2 prese di tipo 2 a 22 kW (ricarica accelerata). Ricaricare un veicolo è molto più semplice di come si possa pensare: per fare il “pieno” sono infatti sufficienti una carta di credito e un tocco sul display del proprio smartphone. Un sistema di ricarica veloce ed innovativo, reso possibile da Estra attraverso la app dedicata “e-ricaricati”, disponibile per IOS e Android. Per attivare e gestire ricarica e pagamento con il telefonino, è sufficiente scaricare la app “e-ricaricati”, registrarsi e avviare la procedura di ricarica. Più d’una le funzioni della app, che permette anche di visualizzare tutte le stazioni su mappa interattiva. Per usufruire del servizio non è necessario essere clienti Estra.

Quella di Siena è l’ottava colonnina attiva in Toscana. Attualmente le colonnine attive nelle regioni servite dalla multiutility sono 9. Altre 6 saranno attivate entro la fine dell’anno.
Fino al 31 dicembre il “pieno” sarà gratuito in tutte le stazioni di ricarica Estra.

Questa mattina Estra ha ospitato un convegno sulla mobilità elettrica promosso dall’associazione Man.Tra. (associazione Manutenzione e Trasporti) dal titolo “E-mobility: da suggestione a prassi”. Al Presidente di Estra, Francesco Macrì il gradito compito di porgere i saluti di benvenuto e aprire i lavori.

Secondo il primo rapporto nazionale sulla mobilità sostenibile, realizzato da Lorien Consulting in collaborazione con La Nuova Ecologia, un italiano su cinque si affida alla sharing mobility e uno su tre è propenso all’uso dell’auto elettrica. Dal sondaggio risulta che cresce la propensione nei confronti dell’auto elettrica, considerata la forma di alimentazione più sostenibile (33%). Gli italiani si dichiarano decisamente favorevoli (72%) a estendere all’Europa e all’Italia la proposta olandese di vietare la vendita delle auto a benzina o diesel entro il 2025. Il 23% lo è addirittura “molto”. Il 78% afferma di essere disponibile a spendere l’11% in più per un’auto elettrica rispetto a un’auto inquinante. C’è poi un 32% disposto a spendere ancora di più. Il 73% pensa che un costo inferiore della ricarica o incentivi fiscali potrebbero aiutare nell’acquisto dell’auto elettrica. Per il 65% aiuterebbe anche facilitare il rifornimento, con punti di ricarica diffusi e la possibilità di ricaricare la propria auto da casa.

C’è il nuovo punto clienti di Estra

Nei più ampi locali dello store Estra in piazza Gramsci orari più lunghi, migliore accoglienza e un elimina code intelligente

Spazi più ampi e confortevoli, 36 ore di apertura, un elimina code intelligente e uno schermo con notizie e novità da Estra. Sono alcune delle caratteristiche del nuovo “store” Estra appena inaugurato a Siena nei nuovi locali di Piazza Gramsci. Da domani (venerdì 27 ottobre) i cittadini potranno rivolgersi al nuovo “punto.clienti” aperto tutti i giorni feriali per 36 ore complessive (rispetto alle 25 dell’ufficio presso la sede in Viale Toselli chiuso da oggi). Questo il nuovo orario: tutte le mattine dal lunedì al sabato dalle  9 alle  13 e i pomeriggi di lunedì, martedì, giovedì e venerdì dalle 16 alle 19).

L’arredamento, completamente rinnovato, evidenzia un dualismo armonico tra innovazione tecnologica e senso di familiarità grazie al gioco tra elementi plastici e legno che caratterizzano rispettivamente l’area operativa e quella per l’accoglienza clienti. Legno e tubi si fondono infine in gioco di significati simbolici: il legno è simbolo della nostra territorialità e dell’attaccamento alle radici toscane, i tubi segno dell’innovazione. Qui, un fascio di tubature, riferimento all’infrastruttura tecnologica dell’azienda, diventa la quinta scenografica verso cui il cliente guarda e dove ritrova i colori appartenenti al logo.

Nel nuovo “punto.clienti” si possono sottoscrivere offerte commerciali di gas ed energia elettrica e ottenere preventivi e consulenze sull’efficienza energetica domestica. E per chi è già cliente Estra svolgere tutte le pratiche (volture, chiarimenti su bollette, subentri, informazioni, ecc.).

Lo spazio si identifica come una Smart Home”, si può infatti parlare di una proposta di risparmio innovativa basata sul concetto di consumo intelligente che assicura in ogni caso il comfort desiderato. E’ anche un punto vendita con la presenza di spazi espositivi interattivi grazie ai quali i clienti potranno acquistare prodotti come biciclette elettriche, lampade led, termostati intelligenti per caldaie e condizionatori.

Il nuovo “punto.clienti” è dotato di un elimina code intelligente che garantisce la priorità di accesso alle persone diversamente abili e alle donne in gravidanza e in grado di semplificare e velocizzare le operazioni di sportello: permettendo la scelta dell’operazione di cui si necessita, si verrà automaticamente indirizzati all’operatore competente. Non solo: un dispositivo collocato alle postazioni di lavoro offrirà la possibilità di esprimere un giudizio sul servizio ricevuto secondo un grado di valutazione che va da insufficiente a ottimo. I dati verranno utilizzati per migliorare la qualità delle prestazioni.

Ma non basta: per tagliare ulteriormente eventuali tempi di attesa ed essere in fila senza fare la fila, arriva QURAMI, l’applicazione per smartphone, già in funzione negli store di Arezzo e Prato, che consente di prendere il numero per la fila tramite il proprio dispositivo, conoscere in tempo reale il numero di persone che si hanno davanti, conoscere il tempo di attesa. E ancora: QURAMI invia anche un messaggio quando si avvicina il turno per lo sportello. In pratica l’innovativa APP fa la fila al posto dei clienti negli uffici al pubblico di Estra delle tre città toscane.

Tra i servizi offerti l’installazione, nella sala d’aspetto, di un canale di informazione: Estra TV, uno schermo che come un filo diretto con l’azienda, renderà disponibili notizie, informazioni di utilità, approfondimenti, offerte commerciali.

Tutta la clientela potrà usufruire del parcheggio gratuito per un’ora nelle aree adiacenti la Fortezza e lo Stadio comunale: basterà richiedere il ticket presso lo store.

«L’apertura di un nuovo store di Estra nel cuore della città di Siena – ha sottolineato il sindaco Bruno Valentini – è indubbiamente un successo, ancor più in un periodo economico avverso. Le attività di Estra sono molto importanti per l’Amministrazione e l’implementazione dei servizi offerti ai cittadini testimoniano una vicinanza e una capacità concreta di rispondere ai bisogni di una comunità che cresce e alle sue maturate esigenze, in termini di orari di apertura, di offerte e di servizi innovativi».

Vicinanza ribadita dal presidente di Estra Francesco Macrì: «Con l’apertura dello store a Siena non soltanto affermiamo la nostra rinnovata presenza sul territorio, ma chiudiamo in un certo senso un cerchio: tutte e tre le realtà che hanno costituito Estra (Prato, Arezzo e Siena) infatti, dispongono, da oggi, delle medesime strutture di servizio al pubblico. Un modello che ci differenzia da altri competitors, che hanno modalità di rapporto con i clienti molto distanti. Il modello commerciale di Estra non solo è rispettoso e trasparente verso la propria clientela, ma evolve in innovazione tecnologica e messa a punto di offerte personalizzate».

Tema, a sua volta, ripreso dall’amministratore delegato di Estra Alessandro Piazzi: «L’idea dello store che unisce prodotti e attività di diverso genere in un’ambientazione progettata con cura è, a nostro avviso, una nuova frontiera commerciale e comunicativa che favorisce una relazione più solida con i nostri clienti. Vi saranno infatti offerte innovative di fibra ottica, servizi e dispositivi di ultima generazione, che consentono ad aziende e cittadini di risparmiare sui costi dell’energia».

Scroll to top