Folgore

Il 183° Reggimento Folgore ha ricevito la cittadinanza onoraria

l Comune di Siena ha conferito oggi  (21 marzo), durante una seduta straordinaria del Consiglio Comunale con cerimonia solenne, alla quale erano presenti le autorità cittadine, la Cittadinanza Onoraria al 186° Reggimento Paracadutisti Folgore. La consegna per le mani del Sindaco Luigi De Mossi al colonnello Michele Fraterrigo. Un omaggio all’unità militare che da oltre 40 anni è di stanza nella caserma “Bandini” della nostra città,  incentrato sul valore e il merito dimostrato dai paracadutisti in tempo di guerra e di pace.

<<Questa città è particolarmente grata ai paracadutisti per la loro lunga e proficua permanenza nella nostra comunità – ha sottolineato il Presidente del Consiglio comunale Marco Falorni – che li ha visti spesso operare in sinergia, in tante iniziative, con il Comune e con altri enti e istituzioni senesi. Piace sottolineare, per esempio, quanto sia importante la collaborazione fornita a questa amministrazione, sotto il coordinamento delle autorità preposte all’ordine pubblico, in tema di sicurezza, una esperienza tuttora in corso, molto apprezzata dai cittadini e anche dai visitatori della nostra Siena>>.

La prefettura di Siena interviene sulla presenza dei parà

La prefettura di Siena interviene sull’eventuale aumento della presenza dei parà della “Folgore” in città

La prefettura di Siena, attraverso una nota stampa, interviene nel dibattito di questi giorni sull’eventuale aumento della presenza dei parà della “Folgore” in città:

“In relazione ad alcuni articoli di stampa riferiti al concorso dei paracadutisti della “Folgore” nell’azione di presidio di obiettivi e siti “sensibili” della città di Siena, si ritiene doveroso precisare quanto segue.

Dal mese di ottobre 2017, i parà della “Folgore” sono stati posti a disposizione del Prefetto di Siena – che ne aveva fatto richiesta al Ministero dell’Interno, su parere favorevole del comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica, subito dopo gli attentati terroristici di Barcellona e Cambrils – per incrementare il livello di vigilanza a tutela di obiettivi di interesse prioritario presenti nel capoluogo, quali Piazza del Campo e Piazza Duomo.

In questo quadro, il supporto assicurato dai militari della “Folgore” a forze di polizia e polizia municipale trova la sua necessaria ed esclusiva cornice di riferimento nel comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica – cui partecipa di diritto, tra gli altri, il Sindaco di Siena – e nelle conseguenti direttive generali del Prefetto e disposizioni operative del Questore.

E’ soltanto in tale contesto, pertanto, che potranno esaminarsi eventuali diverse modalità di impiego dei parà della “Folgore”, in aderenza, in ogni caso, alla specifica missione assegnata alle forze armate nell’ambito di “Strade sicure””.

Dodici militari a presidio dei luoghi sensibili di Siena

E’ una conseguenza della richiesta fatta dal Comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza a seguito degli attentati di Barcellona e Cambrils

Dal prossimo 9 ottobre, dodici militari della “Folgore” vigileranno sui siti sensibili presenti a Siena. La disposizione degli uomini sul territorio è stata stabilita stamani durante il Comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza, presieduto dal prefetto Armando Gradone.

La disposizione dei dodici militari è stata disposta con provvedimento del Capo della Polizia in accoglimento della richiesta formulata dal Prefetto di Siena su proposta del Comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica riunitosi il 19 agosto scorso, subito dopo i gravi attentati di Barcellona e Cambrils.

Sarà il questore di Siena Maurizio Piccolotti a sovraintendere all’operatività del presidio.

Scroll to top