GSK Vaccines

Aria di tregua tra GSK Vaccines e sindacati

Il percorso di avvicinamento tra le rappresentanze sindacali e GSK Vaccines prosegue per garantire continuità delle attività dei siti di Siena e Rosia

GSK Vaccines e tutte le rappresentanze sindacali di Femca CISL, Uiltec UIL, Filctem CGIL e la RSU di GSK Vaccines esprimono soddisfazione per il lavoro svolto che rappresenta un’importante conferma dell’impegno e della visione comuni, per garantire continuità e competitività delle attività dei siti di Siena e Rosia, nel rispetto dei lavoratori.

L’incontro, che si è tenuto in Confindustria, è parte di un lungo percorso di confronto in cui tutti i soggetti coinvolti hanno potuto manifestare le proprie istanze, necessità, punti di vista per tracciare insieme un disegno strategico comune per una delle realtà aziendali più importanti del territorio.

Questo percorso è un esempio efficace di come, attraverso un dialogo aperto e costruttivo, si possa collaborare con l’obiettivo comune di tutelare le persone e le attività dei siti di Siena e Rosia per il futuro.

GSK soddisfatta per l’accordo con i sindacati

GSK Vaccines esprime soddisfazione per l’intesa raggiunta con Femca CISL e Uiltec UIL

GSK Vaccines esprime soddisfazione per l’intesa raggiunta con le rappresentanze sindacali di Femca CISL e Uiltec UIL, improntata al rispetto dei lavoratori e a tutela del sito di Siena e Rosia nel lungo periodo. L’ipotesi di accordo è stata siglata ieri, martedì 4 dicembre, dopo un lungo percorso di confronto che, a partire dal mese di ottobre, ha visto l’azienda condividere con la RSU e tutte le organizzazioni sindacali la strategia del prossimo biennio.

Il dialogo si è focalizzato principalmente su un processo di revisione dell’assetto organizzativo che permettesse al sito una maggiore competitività in termini di attrazione di ulteriori volumi e investimenti nel futuro, la valorizzazione delle competenze maturate negli anni e un progressivo ridimensionamento del numero totale delle collaborazioni temporanee.

Nonostante le numerose opportunità di incontro con tutte le sigle e l’apertura dimostrata nel recepire buona parte delle loro richieste, non è stato possibile arrivare ad una intesa unitaria anche con la delegazione Filctem CGIL. GSK ritiene quindi di aver compiuto tutti i passi necessari ad accogliere tutte le proposte presentate, tutelando al tempo stesso l’azienda, le persone e il sito nel medio e lungo periodo.

Il documento siglato include, a partire da gennaio 2019, la conversione di 40 contratti in somministrazione a contratti a tempo indeterminato GSK e circa 100 conversioni a contratto in somministrazione a tempo indeterminato (staff leasing), dando rilevanza al requisito di anzianità di servizio e stabilizzando così competenze maturate negli anni nelle aree chiave in produzione e in qualità. Questo si aggiunge alle oltre 1000 assunzioni a tempo indeterminato effettuate nel corso degli ultimi dieci anni a Siena e Rosia, di cui 600 stabilizzando precedenti contratti temporanei e staff leasing.

Inoltre, è stato concordato di elevare fino ad un massimo del 15% la percentuale di utilizzo dei contratti in staff leasing per il biennio 2019/2020, estendendolo a tutte le aree aziendali e a tutte le posizioni di GSK Vaccines srl, seguendo i nuovi criteri di graduatoria stabiliti dall’accordo, e continuando a rimanere al di sotto dei limiti previsti dalla legge (20%).

Quanto sopra permetterà un progressivo ridimensionamento nei prossimi anni del numero totale delle collaborazioni temporanee, in linea con il piano di evoluzione dell’azienda e in seguito alla conclusione di alcuni progetti che arriveranno a compimento, oltre che in considerazione delle recenti normative italiane sul lavoro.

L’azienda continuerà ad avvalersi di contratti temporanei che permettono al sito di rispondere in maniera flessibile e sostenibile alle necessità di business, pur rimanendo sotto il limite stabilito dalla legge e dalla contrattazione collettiva.

Accogliendo una richiesta pervenuta dalle sigle sindacali, l’azienda si impegnerà in futuro a utilizzare contratti a tempo determinato alle dirette dipendenze di GSK, laddove le esigenze aziendali lo consentano.

In fine, le parti si sono impegnate ad istituire un Osservatorio Aziendale, bilaterale e paritetico, con l’obiettivo di monitorare e valutare con le rappresentanze sindacali eventuali azioni in relazione alle prospettive produttive ed alle eventuali evoluzioni normative per il biennio 2019/2020.

GSK ha intenzione di mantenere nel tempo un dialogo aperto con le rappresentanze sindacali, nell’ottica di una collaborazione mirata a garantire la continuità delle attività di Siena e Rosia, che da oltre 100 anni producono innovazione, stimolando lo sviluppo sul territorio di un ecosistema integrato di realtà impegnate nelle scienze della vita.

Precari GSK Vaccines, riprende il dialogo

La Filctem Cgil annuncia che riprenderà il dialogo con la GSK Vaccines sul tema dei precari

Dopo l’interruzione della scorsa primavera, riprenderà il dialogo sul tema dei precari in GSK Vaccines. Ad annunciarlo è la Filctem Cgil:

“Dopo incessanti e ripetute richieste di riapertura di un confronto sul tema dell’utilizzo massiccio della forma lavorativa denominata ‘somministrazione’, recentemente la GSK Vaccines si è resa disponibile a riprendere il dialogo iniziato e poi interrotto a primavera.

Il confronto, che la componente FILCTEM CGIL della RSU ha fermamente richiesto, si concentra sul rivedere e migliorare un accordo aziendale già in essere che norma le forme precarie di lavoro: l’obiettivo è dare concrete prospettive di stabilizzazione – e quindi assunzione – alle dirette dipendenze dell’azienda farmaceutica.

Non è più tollerabile un turn over tra lavoratori precari per ricoprire la stessa posizione, così come non è più accettabile che ci siano ‘somministrati’ che prestano la loro attività in GSK – e prima ancora Novartis – da oltre 10 anni.

Siamo fermamente convinti che questa missione dei delegati sindacali impegnati al tavolo di trattativa sia l’unica strada per dare certezze ai lavoratori ‘in affitto’ che da troppo tempo non riescono a vedere la fine di una condizione che dovrebbe essere solo temporanea.

Cogliamo l’occasione per ringraziare il Consiglio della Regione Toscana che il 10 ottobre scorso ha approvato all’unanimità una mozione per chiedere e promuovere la riapertura del confronto tra le parti sindacali e l’Azienda”.

 Segreteria provinciale FILCTEM CGIL Siena

Posata la prima pietra dell’International School of Siena

Realizzato da Inspired, grazie a un accordo con GSK Vaccines, potrà ospitare circa 300 studenti

Con una cerimonia ufficiale, alla presenza delle autorità locali, si è svolta la posa della prima pietra che sancisce l’inizio dei lavori per la costruzione del nuovo campus di International School of Siena. La scuola fa parte del gruppo International School of Europe, membro del Gruppo Inspired, il network di scuole d’eccellenza presente in tutto il mondo che ha deciso di mettere in atto questo consistente investimento in Italia grazie a un accordo siglato con GSK Vaccines srl per l’utilizzo del terreno all’interno del campus di Siena. La nuova struttura ospiterà, a lavori ultimati, circa 300 studenti dai 3 ai 18 anni, garantendo continuità nel percorso di studi agli allievi già iscritti ed espandendo notevolmente la capacità della sede attuale.

Ad accogliere gli ospiti intervenuti per l’occasione il professor Stephen Spurr, Group Education Director del Gruppo Inspired, che ha illustrato gli obiettivi che la scuola potrà raggiungere grazie alla nuova sede e le tempistiche della costruzione, ringraziando tutti coloro che hanno contribuito alla riuscita dell’operazione. A partire da GSK Vaccines srl che, attraverso la presenza del proprio amministratore delegato Rino Rappuoli, ha ribadito la propria soddisfazione per aver contribuito alla realizzazione di questa importante iniziativa di educazione internazionale, fondamentale per il territorio senese.

Marc Ledermann, CEO Inspired Europe e Victoria Watson, Principal di IS Siena, hanno ripercorso le principali tappe della costante crescita della scuola, fondata nel 2010, anticipando le prospettive future che la attendono all’interno di una realtà dinamica e all’avanguardia come Inspired.

Al termine dei lavori, la nuova sede di International School of Siena si svilupperà su una superficie coperta di 3.400 mq distribuita su 2 piani, e 3.500 mq di giardino per le attività all’aperto. Le aule e i laboratori – ampi, luminosi e attrezzati – sono stati concepiti come spazi non solo didattici ma polifunzionali, con l’obiettivo di favorire il benessere e la socializzazione degli studenti. Per rispettare gli spazi e le esigenze delle diverse età scolastiche, nello sviluppo del progetto sono stati separati i vari cicli di insegnamento. Il piano terra, con ingressi indipendenti, e apertura diretta sugli spazi verdi, sarà dedicato alla scuola dell’infanzia (Early Years) e alle elementari (Primary Years Programme) mentre il primo piano sarà dedicato agli studenti delle scuole medie  (Middle Years Programme e, in previsione, Diploma Programme).

International School of Siena è ufficialmente autorizzata a utilizzare i programmi formativi dell’IB (International Baccalaureate® – www.ibo.org) appositamente studiati per le scuole di ispirazione internazionale, adottati oggi da più di 4700 istituti in oltre 150 nazioni. Qui a Siena, come in tutte le scuole del Gruppo, l’inglese è utilizzato come lingua veicolare e le programmazioni linguistiche sono differenziate in funzione delle esigenze dei singoli allievi: International School of Siena accoglie, infatti, studenti di tutte le nazionalità, in un clima realmente internazionale e senza frontiere.

Scroll to top