ospedale le scotte siena

Incidente nella notte sulla Lauretana: due feriti in codice giallo

È successo dopo le 2 della scorsa notte, sulla strada Lauretana, nei pressi di Sinalunga. Dopo l’incidente sono immediatamente intervenuti sul posto i sanitari del 118 e hanno prontamente portato all’ospedale Le Scotte i due feriti: trattasi di un uomo di 43 anni ed una donna di 44 anni. Nel frattempo, le forze dell’ordine stanno indagando sulle cause e le dinamiche del sinistro stradale.

Nuovo test genetico per il tumore al seno operativo a Siena

  1. COMUNICATO STAMPA
    Tumore al seno, innovativo test genetico a disposizione dell’Anatomia patologica dell’Aou Senese.
    È la prima struttura ad utilizzarlo in Toscana

    Operativo a Siena, per la prima volta in Toscana, un innovativo test predittivo in campo oncologico per il tumore al seno, che studia l’mRNA delle cellule per supportare l’oncologo nella scelta della terapia post intervento chirurgico. Si chiama “Prosigna” ed è il nuovo kit prognostico a disposizione della UOC Anatomia Patologica, diretta dal professor Lorenzo Leoncini, all’interno del Dipartimento Oncologico, diretto dal professor Michele Maio che spiega: «L’Azienda ospedaliero-universitaria Senese è la prima struttura in Toscana a poter disporre di questo test. Si tratta di un’opportunità importante che dimostra l’attenzione per i pazienti oncologici da parte del Dipartimento e dell’ospedale nell’offrire le migliori soluzioni diagnostiche e terapeutiche».
    Le caratteristiche del test sono illustrate dal professor Leoncini: «Dopo un intervento chirurgico per asportazione di tumore al seno, il medico oncologo valuta quale percorso, terapeutico e di follow-up dovrà seguire la paziente – spiega il professor Leoncini -. Questa valutazione avviene normalmente sulla base di fattori clinico-patologici (stato dei linfonodi, dimensioni e grado del tumore, età della paziente, ecc.) e di fattori immunoistochimici (marcatori di proliferazione cellulare, espressione di recettori ormonali, ecc). Attraverso questo test, la nostra struttura offre all’oncologo ulteriori informazioni utili a individuare la terapia e il percorso più indicato per le pazienti – aggiunge Leoncini -, compresi i casi in cui la chemioterapia può essere evitata».
    Il test “Prosigna” si avvale dell’analisi di espressione genetica, cioè dello studio dell’RNA, per individuare pazienti con tumori a bassa probabilità di recidiva nei 10 anni successivi all’intervento chirurgico. In questo modo, offre informazioni aggiuntive a quelle clinico-patologiche e immunoistochimiche. «In sostanza – specifica ancora il professor Lorenzo Leonini – quest’analisi permette di classificare geneticamente i tumori al seno e, contemporaneamente, di valutare la categoria di rischio di recidiva del tumore a 10 anni in donne sottoposte a intervento chirurgico. Si avvale di un sistema di analisi che valuta il profilo di espressione di un gruppo di 50 geni implicati nella progressione del carcinoma della mammella. Il rischio di recidiva – prosegue Leoncini – viene espresso con un punteggio da 0 a 100 che serve a definire tre categorie di rischio, cioè basso, intermedio e alto».
    La particolarità e l’utilità del test sono sottolineate anche dall’oncologa Stefania Marsili, dell’UOC Oncologia Medica diretta dal professor Michele Maio: «La classificazione genetica del tumore permette un orientamento più accurato circa la scelta della terapia migliore per ogni singola paziente e indicazioni relative alla prognosi. Grazie a queste informazioni – conclude la dottoressa Marsili – l’oncologo possiede un’arma in più per poter definire, in selezionate pazienti e in maniera personalizzata, il percorso terapeutico migliore».

    in foto il professor Lorenzo Leoncini

    ​​————————-
    Ufficio Stampa, Comunicazione e Redazione Web
    Responsabile: Ines Ricciato, tel. 0577 585591
    Tommaso Salomoni, Andrea Frullanti, tel. 0577 585569

    Policlinico Santa Maria alle Scotte
    Centro direzionale, Strada delle Scotte, 14 – Siena

    http://www.ao-siena.toscana.it/index.php/comunicazione
    https://twitter.com/aousenese
    https://www.youtube.com/AouSenese_LeScotte

Alex Zanardi: archiviata l’inchiesta sull’incidente

Tutto iniziò il 19 giugno 2020, quando Alex Zanardi, ex pilota e atleta paralimpico, guidava la sua handbike durante una gara nei pressi di Pienza e San Quirico d’Orcia, fino a quando non ci fu il fatidico scontro con un tir.

Il campione fu trasportato d’urgenza alle Scotte per poi essere trasferito al centro “Unità gravi cerebrolesioni” a Vicenza, dove si trova tutt’ora per cercare di recuperare e tornare alla normalità il prima possibile.

Nel frattempo però è stata anche aperta un’inchiesta sull’incidente. Dopo mesi e mesi di studi si è arrivati a capire la dinamica e il giudice Ilaria Cornetti è arrivato alla conclusione che non vi siano responsabilità per il camionista coinvolto, ed ha dunque proceduto con l’archiviazione.

Screening cardiaco post-infezione da SARS-CoV-2: essenziale prima del ritorno allo sport

Il cardiologo Flavio D’Ascenzi: «L’infezione da Covid può avere conseguenze per il cuore dei giovani sportivi. Per questo è importante sottoporsi ad uno screening prima di tornare a praticare sport» Read More

Congresso internazionale sulle malattie autoinfiammatorie a Siena

Un summit internazionale di esperti sulle malattie autoinfiammatorie: è questo l’obiettivo del congresso “7th International AIDA Meeting” che si terrà il 1° aprile Read More

Scroll to top