Questura di Siena

Aggrediscono un ragazzo, rintracciati e denunciati dalla Polizia due minorenni

Ieri sera la Sala Operativa della Questura ha ricevuto la segnalazione, effettuata da un passante, che un giovane si trovava riverso per terra, nei pressi dell’uscita delle scale mobili di questa Piazza San Francesco, apparentemente esanime.

Gli Agenti della Sala Operativa hanno subito constatato, dalla visione delle telecamere del sistema di videosorveglianza, la veridicità della segnalazione e, visionando attentamente i filmati, sono riusciti ad individuare un gruppo di ragazzi che, dopo aver aggredito con calci e pugni il giovane, si erano poi allontanati per le vie del centro, sempre costantemente monitorati dalle immagini della videosorveglianza che li riprendevano durante il loro percorso.

La Sala Operativa ha, quindi, prontamente inviato un equipaggio delle Volanti dell’Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico ed uno del soccorso 118 sul luogo ove si trovava riverso per terra l’aggredito e, contestualmente un altro equipaggio nella zona in cui il gruppo degli aggressori si era nel frattempo portato, in questa piazza Matteotti.

Sono stati identificati quattro soggetti, tre uomini, di cui uno maggiorenne, ed una ragazza minorenne, condotti in Questura per l’accertamento dei fatti.

A seguito di tale verifica è emerso che due giovani del gruppo dei quattro, entrambi minorenni dimoranti in questa provincia ed entrambi conosciuti alle forze dell’ordine per analoghi episodi, dopo aver avuto una discussione scaturita per futili motivi con un ragazzo 21enne, l’hanno colpito con calci e pugni lasciandolo poi esanime per terra.

Al termine della minuziosa attività di ricostruzione dei fatti i due minorenni sono stati deferiti alla competente Procura minorile.

L’aggredito, soccorso da personale del 118 e condotto presso il locale nosocomio, è stato sottoposto alle cure del caso.

Badante infedele ruba in casa di un’anziana senese, denunciata dalla Polizia di Stato dopo le indagini dai Compro Oro

Assunta d’estate come badante di una ottantaseienne senese, ha approfittato delle sue mansioni per sottrarle denaro e vari oggetti preziosi custoditi in casa, ma la figlia si è accorta che qualcosa non andava e si è rivolta alla Polizia di Stato.

Gli investigatori della Squadra Mobile della Questura di Siena hanno, infatti, avviato le indagini a seguito della denuncia sporta dalla figlia, sessantenne, convivente dell’anziana, che si era avveduta degli ammanchi di denaro contante e gioielli vari.

I poliziotti si sono da subito concentrati su tutti i “Compro Oro” del centro cittadino.

In effetti, dai registri dei versamenti eseguiti presso alcuni esercizi nel mese di luglio, sono risultate alcune operazioni a nome della badante, cinquantenne di origine rumena, prima sospettata dei furti in questione.

Dalle immagini custodite, per obbligo di legge, dagli esercenti dei “Compro Oro”, la figlia dell’anziana ha riconosciuto tutti i gioielli di proprietà, corrispondenti ovviamente a quelli versati dalla rumena.

Purtroppo, a causa del tempo trascorso, l’oro era già stato fuso.

La donna, messa alle strette, ha confessato di aver anche sottratto ulteriore denaro, in distinte soluzioni, durante lo svolgimento delle proprie mansioni a casa dell’anziana.

Il valore della refurtiva, fra denaro contante e preziosi venduti, si aggira intorno al migliaio di euro.

La badante è stata pertanto denunciata per furto.

Riunione in Prefettura a Siena sull’applicazione del Dpcm 13 ottobre 2020

Si è tenuta oggi in Prefettura, presieduta dal prefetto di Siena, Maria Forte, una riunione di coordinamento delle forze di polizia, alla quale hanno partecipato il Questore Costantino Capuano, il comandante provinciale dell’Arma dei Carabinieri Colonnello Nicola Ferrucci ed il comandante provinciale della Guardia di Finanza Colonnello Giuseppe Antonio Marra. Read More

Siena, peruviano ubriaco soccorso e sanzionato per la terza volta dalle Volanti

La notte tra sabato e domenica scorsi viene segnalato un uomo, in via Piccolomini, riverso per terra.

Gli Agenti dell’Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico, allertati dalla Sala Operativa, si portano sul posto; un soggetto, di nazionalità peruviana, risulta palesemente ubriaco, ed a stento riesce a reggersi in piedi.

Gli Agenti delle Volanti provvedono a soccorrerlo ed a chiamare i sanitari del 118 che lo conducono in Ospedale per le cure necessarie. Riconoscono, però, il soggetto: negli ultimi mesi per ben tre volte, in occasione del fine settimana, è stato soccorso dai poliziotti per il suo palese e molesto stato di ubriachezza e sanzionato anche per tale motivo, una volta a Monteroni d’Arbia, poi nel centro di Siena.

Anche in questa occasione, naturalmente, dopo i soccorsi, gli Agenti hanno provveduto a sanzionarlo per l’ennesima volta.

Aggredisce i controllori del bus e poliziotti delle volanti, arrestato pregiudicato 44enne di origini sarde

Sabato scorso le Volanti della Questura di Siena sono state impegnate a gestire una situazione alquanto rischiosa per l’incolumità delle persone, nell’area di questa piazza Gramsci adibita a sosta dei bus cittadini.

 

Poco prima delle 18.00 la Sala Operativa della Questura ha ricevuto la richiesta di urgente intervento poiché un controllore del bus è stato aggredito da un uomo. Read More

Aggressioni e molestie in Piazza del Mercato

Nota della Questura

Ieri, alle 19 circa, è giunta una segnalazione alla sala operativa della questura, in merito ad una rapina, commessa nei confronti di un minore in Piazza del Mercato, da parte un coetaneo, che lo avrebbe colpito con un pugno al volto per sottrargli un euro.
Immediato l’intervento della Polizia di Stato.
Acquisiti i primi elementi, i poliziotti delle volanti dell’ U.P.G. e S.P., intervenuti sul posto, hanno rintracciato e bloccato, dopo un breve inseguimento, l’autore, identificato per un 15enne. A seguito degli accertamenti del caso il minorenne e’ stato denunciato per rapina, alla Procura della Repubblica presso il Tribunale per i Minorenni di Firenze.

Alle successive 22 circa, al 118 e’ giunta la segnalazione di una minore, anche lei 15enne, esanime ed in coma etilico in un vicolo adiacente.

Sul posto, la ragazza è stata subito soccorsa dai sanitari e, con l’ausilio della Volante, condotta al Pronto soccorso da una ambulanza, ove, dopo le prime cure, ha ripreso conoscenza.

Contestualmente, da quanto emerge dai primi accertamenti effettuati dalla polizia, un gruppo di residenti, circa un centinaio, probabilmente allarmati dalla notizia della rapina e dal malore della giovane, si è portato in Piazza del Mercato, dove si è registrato qualche momento di tensione, per la presenza di gruppi di giovanissimi, ritenuti abitualmente dediti ad arrecare molestie e a creare situazioni di degrado nel quartiere.

Tale protesta, contenuta grazie alle forze di polizia presenti per appositi servizi, si e’ protratta per circa 15 minuti, con qualche accesa discussione con alcuni giovani frequentatori della piazza; al termine della protesta i residenti sono rientrati.

Dopo circa un’ora, nell’adiacente Vicolo delle Scotte, si è registrato un ulteriore momento di tensione tra i residenti ed alcuni minori. Anche in questa circostanza, l’intervento delle forze di polizia ha consentito di ripristinare la calma, grazie anche all’allontanamento dei giovanissimi verso Piazza del Campo, ove si sono dispersi.

Nel corso dell’intervento sono state identificate alcune persone. Proseguono ora le attività investigative da parte della Polizia di Stato, che verranno approfondite anche con la visione delle immagini del sistema di videosorveglianza.
Sono stati, inoltre, intensificati come disposto dal Questore, i servizi di vigilanza interforze.

Lite familiare rischia di finire in tragedia, denunciato trentacinquenne peruviano

I fatti si sono verificati intorno a mezzanotte e mezzo della notte compresa fra domenica e lunedì appena trascorsi.

A quell’ora, la Sala Operativa della Questura di Siena inviava presso il locale Pronto Soccorso una pattuglia delle Volanti a seguito di segnalazione circa la presenza di persona – un quarantaseienne di origini peruviane – ricoverata a causa di alcune ferite da arma da taglio sul torace e sui fianchi. Read More

Tratta di esseri umani, schiavitù e prostituzione: 6 arresti in maxi operazione della Polizia

Nell’Operazione Agadez della Polizia di Stato ha partecipato la Squadra Mobile della Questura di Siena

Sono state eseguite 7 misure cautelari delle 12 emesse dal Gip del Tribunale di Firenze, su richiesta della Direzione Distrettuale Antimafia all’esito delle indagini condotte dalla Polizia di Stato, con l’operazione Agadez. Read More

Piazza del Campo, maxi controlli della Polizia per evitare assembramenti

Cinque volanti della Polizia e diversi agenti in azione ieri sera in Piazza del Campo per far rispettare le normative anti-contagio da Covid-19.

Di seguito il comunicato pubblicato nella pagina Facebook della Questura di Siena :

“Cambiano le regole ma non i controlli da parte della Polizia di Stato. La salute di tutti i cittadini, in questo momento, è il nostro principale obiettivo.

Proprio per questo, nella notte appena trascorsa, abbiamo messo in atto un servizio finalizzato ad evitare assembramenti di persone e a verificare il rispetto delle regole, perché sia assicurato il distanziamento tra le persone, soprattuto nei luoghi di aggregazione della movida senese, come Piazza del Campo.

Con fermezza, senza far mancare la nostra comprensione, vogliamo ricordare a tutti che gli assembramenti potrebbero costituire un pericolo, comportare una ricaduta, una ripresa del contagio.

Il nostro invito al rispetto delle regole è rivolto soprattutto ai giovani, che spesso tendono ad assembrarsi, specie dopo un periodo così lungo di segregazione.
Con questi comportamenti, nocivi per tutti, i sacrifici che abbiamo fatto finora potrebbero essere infatti vanificati.
I controlli proseguiranno nei prossimi giorni con gli stessi obiettivi.”

 

Si ringrazia per la foto la redazione di Siena News

Il Commissario Capo Riccardo Signorelli è il nuovo dirigente della Squadra Mobile della Questura di Siena

Un nuovo funzionario della Polizia di Stato è arrivato alla Questura di Siena.

Riccardo Signorelli, Commissario Capo, fiorentino di 35 anni, è il nuovo dirigente della Squadra Mobile, incarico che ha assunto a seguito dell’avvicendamento con il Vice Questore Aggiunto Enzo Tarquini, che ha lasciato Siena per proseguire il proprio percorso professionale alla Squadra Mobile della Questura di Forlì-Cesena.

Signorelli, laureato in Giurisprudenza, al termine del corso biennale alla Scuola Superiore di Polizia a Roma, nel gennaio del 2015, è stato assegnato alla Questura di Nuoro, dove ha ricoperto, prima, l’incarico di dirigente dell’Ufficio Tecnico Logistico, per poi passare al Commissariato di Pubblica Sicurezza di Tortolì, che ha diretto per 4 anni.

Trasferitosi alla Questura di Rovigo nel mese di aprile del 2019, fino a ieri, è stato il Dirigente del Commissariato di Pubblica Sicurezza di Adria.

Il Commissario Capo, approdato nella nostra città in un momento particolare per l’emergenza sanitaria, è stato accolto dal Questore Capuano e dai colleghi.

Un augurio ad entrambi i Funzionari per un futuro professionale brillante e ricco di soddisfazioni!

Scroll to top