Sara Pugliese

Primo piano – Presentazione libro “Fantasiosamente…3”

Presentato presso la Biblioteca degli Intronati il libro sul vernacolo senese “Fantasiosamente…3”. Al termine della presentazione, sono state intervistate l’assessore alle politiche giovanili Sara Pugliese, la presidente dell’Auser comunale di Siena Giuliana De Angelis e Simonetta Losi, docente presso l’Università per Stranieri di Siena

IN COMUNE – Sara Pugliese

intervista all’assessore Sara Pugliese

Oltre quaranta appuntamenti per Siena Città Aperta ai Giovani

E’ stato presentato ieri il cartellone di oltre quaranta eventi che animeranno il festival Siena Città Aperta ai Giovani

Oltre quaranta eventi che animeranno Siena fino alla metà di giugno con appuntamenti dedicati alla danza e al teatro, alla musica, al linguaggio e arti visive fino a incontri e workshop.
Il cartellone del festival Siena Città Aperta ai Giovani è stato presentato ieri mattina a Palazzo Berlinghieri in un incontro con la stampa che ha visto la partecipazione dell’assessora alle Politiche giovanili Sara Pugliese, di Tarcisio Lancioni, delegato del Rettore alla Comunicazione dell’Università di Siena, di Anna Maria Beligni, dirigente Area Assicurazione Qualità dell’Università per Stranieri di Siena, di Marco Forte, direttore generale della Fondazione MPS e amministratore unico di Vernice Progetti Culturali e di Chiara Galgani, responsabile Servizio Relazioni Media di Banca Mps.

«Siena Città Aperta sarà interamente dedicato alle nuove generazioni e l’impianto complessivo del festival è frutto di un percorso condiviso tra le istituzioni per mettere insieme un programma fatto dai giovani per i giovani – ha esordito Sara Pugliese – Vogliamo che Siena sia più attrattiva per i giovani, inclusiva e all’avanguardia con tante proposte che ci accompagneranno fino alla metà di giugno», ha proseguito l’assessora ricordando il percorso del bando che ha selezionato le proposte delle associazioni senesi: «Sono state presentate 21 proposte, due di queste sono arrivate fuori dai termini, mentre cinque non erano ammissibili. Delle 14 rimaste, 11 sono state quelle premiate dalla commissione e dunque finanziate dal Comune». In totale l’amministrazione ha sostenuto con 28mila euro i progetti presentati per Siena Città Aperta ai Giovani. «La grande partecipazione al bando dimostra la vitalità del territorio e delle associazioni di giovani che vi operano e da parte dell’amministrazione c’è la volontà di valorizzare queste esperienze anche in futuro«, ha concluso Pugliese.

«L’Università di Siena partecipa con grande impegno a questa edizione di Siena Citta Aperta ai Giovani, con molti eventi di approfondimento culturale, volti in particolar modo ad analizzare le trasformazioni del mondo contemporaneo e le risposte della società»,  ha detto il professor Tarcisio Lancioni, delegato del Rettore alla Comunicazione. «Le nostre iniziative toccano temi strategici per lo sviluppo dell’Ateneo, come la ricerca scientifica e la sua divulgazione, le competenze trasversali e la formazione interdisciplinare, il rapporto sempre più stretto con il territorio e con la città».

«Avvicinare i giovani alla cultura e aprire l’università alla cittadinanza sono tra i nostri obiettivi e per questo fin da subito abbiamo partecipato e collaborato con entusiasmo al festival», ha detto Anna Maria Beligni aggiungendo che «l’Università per Stranieri organizzerà e ospiterà tanti eventi per offrire occasioni di arricchimento per i nostri studenti, e non solo» e ricordando l’appuntamento con “La Notte della Poesia” del 22 maggio.

«Per il terzo anno consecutivo sosteniamo con convinzione, sia come Fondazione Mps che come Vernice Progetti Culturali, il progetto Siena Città Aperta che abbiamo accompagnato nella sua crescita con l’obiettivo di ampliare l’offerta culturale della nostra città. Un supporto non solo finanziario, ma anche organizzativo e promozionale. In occasione delle celebrazioni della Giornata Mondiale dell’Acqua, Fondazione Mps e Vernice Progetti Culturali proporranno una serie di approfondimenti culturali e creativi rivolti ad un pubblico giovane. Particolare attenzione sarà riservata al sesto centenario del completamento della costruzione della Fonte Gaia di Jacopo della Quercia in collaborazione con il Comune di Siena, l’Università, l’Associazione La Diana e il Museo dell’Acqua», ha commentato Marco Forte, direttore generale Fondazione Mps e amministratore unico di Vernice Progetti Culturali.

«Banca Monte dei Paschi di Siena conferma anche quest’anno il suo sostegno alla rassegna Rinnòvati Rinnovati – cartellone di eventi all’interno di “Siena Città Aperta” – un appuntamento ormai atteso dal pubblico giovanile e universitario senese, capace di unire generi artistici differenti, coniugando tradizione e innovazione. Il teatro, la musica e i giovani sono sinonimo di cultura e di futuro ed è per questo che Banca Mps, da sempre attenta alla promozione delle iniziative culturali che portano un valore aggiunto alla comunità, ha deciso di appoggiare questo importante progetto per la città di Siena e per il suo territorio», ha sottolineato Chiara Galgani, responsabile servizio Relazioni Media di Banca Mps.

I progetti del bando

Undici i progetti premiati dal bando di Siena Città Aperta ai Giovani che sono entrati a far parte del cartellone. Di questi, quattro riguardano il mondo della danza, tre rispettivamente il teatro e i linguaggi e le arti visive e uno l’ambito musicale, anche se tutti si caratterizzano per essere proposte culturali multidisciplinari che si sostanziano attraverso percorsi formativi e laboratoriali rivolti a gruppi  di giovani.

Per il teatro si tratta del laboratorio “Prometeo scatenato”, che coinvolge  35 studenti universitari ed è affiancato da incontri di docenti e studenti universitari nelle scuole superiori relativi alla responsabilità della scienza. Si usa quindi la modalità peer to peer  per coinvolgere i giovani in una formazione finalizzata a un festival del teatro studentesco. “Corpi in movimento”, un progetto di promozione del teatro contemporaneo intorno al concetto di corpo, articolato in una fase formativa intensiva (due giorni per 30 studenti) e una performativa.

“Agorà. Il teatro e la città”, un workshop intensivo di una settimana rivolto a 20 giovani attori di età compresa fra i 18 e i 25 anni, per rileggere la storia attraverso il teatro.

Per la musica è stato premiato il progetto “Sienager”, un contest musicale di 3 giorni che si terrà al Museo dell’Acqua per giovani  fra i 18 e i 35 anni, di qualunque nazionalità, ma che vivono a Siena.

Tre gli appuntamenti dedicati ai linguaggi e arti visive premiati. “Step Up” in cui un gruppo di artisti contemporanei costruirà una “pedana mobile della comunicazione”, opera d’arte e simbolo di comunicazione accessibile da esporre in workshop con studenti delle superiori e esperti in linguaggio dei segni. “Comunicazioni visive e tattili” in cui un gruppo di 5 detenuti di età compresa fra i  18 e i 35 anni realizzerà all’interno della Casa Circondariale di Siena un bassorilievo della città con materiali riciclati nell’ambito di un laboratorio di pittura già attivo da alcuni anni. L’opera sarà poi donata al circolo dei non vedenti di Siena. “Mappe del tempo, archivio e memoria. Workshop con Francesco Levy” che prevede una formazione di tre incontri per la conoscenza delle arti visive contemporanee, in particolare della fotografia per 25 studenti di scuole superiori e  università, fino all’allestimento di una mostra.

Quattro infine i progetti premiati collegati alla danza. “Contamin-Arti”, un laboratorio performativo multidisciplinare di 15 giornate e una performance multimediale in teatro con l’obiettivo di creare  un network per i giovani talenti della città. “Il rito del the” che vede protagonisti 15 studenti dell’Università per Stranieri che avranno il compito di costruire soggetto e coreografia in 3 fasi: workshop di introduzione al linguaggio coreografico, laboratorio di scrittura creativa per realizzare una piccola drammaturgia, performance site-specific di 10 minuti. “Nice to meet me” che vedrà un gruppo di dieci artisti multidisciplinare selezionati tramite bando rivolto al target 18-35 anni che si confronterà in un percorso formativo e performativo per permettere l’incontro culturale fra danza contemporanea, danza aerea, arti circensi  e danza indiana. Infine  “Come sarebbe… se fosse stato?”: produzione di uno spettacolo con nove giovani fra danzatori e coreografi integrati da un attore e da una cantante, in cui si parla di una Siena antica e magica fatta di valori e tradizioni.

Il programma degli eventi

L’edizione di quest’anno di Siena Città Aperta ai Giovani si presenta con modalità totalmente rinnovate e punta sul rapporto tra i giovani e la cultura attraverso un variegato programma di appuntamenti che spaziano su più arti e linguaggi.

Il titolo scelto per il 2019 è “La città luogo di incontro e contaminazione culturale per la generazione 4.0” e comprende anche gli spettacoli della rassegna Rinnòvati Rinnovati.

In calendario, già questo pomeriggio alle 17 nell’Aula Magna Storica del Rettorato, “Studium”, il ciclo di incontri mensili in cui i ricercatori dell’Università di Siena si confrontano con i cittadini. Primo appuntamento dal titolo “Filosofare. La costruzione del pensiero libero e critico nell’era dei like”, a cui seguiranno altri incontri in programma il 28 marzo, il 17 aprile e il 30 maggio.

Numerosi gli appuntamenti da mettere in agenda a marzo a partire da “L’acqua in Campo”, seminari, eventi e spettacoli per celebrare la Giornata mondiale dell’acqua e il sesto centenario di Fonte Gaia (1419-2019), in programma dal 22 al 30 marzo tra Palazzo Sansedoni e Piazza del Campo.

Spazio all’approfondimento il 4 marzo con “Donne e Sport: nuovi significati e prospettive ampliate” , Palazzo Patrizi alle 16, il 13 marzo alle 17 nel Cortile del Rettorato con “Bene comune, bene proprio”, primo appuntamento del format multidisciplinare “Connessioni”, e il 25 marzo con “Le trasversalità e la contaminazione di competenze e di stili nel lavoro del musicista”, un incontro con Alessio Bertallot, Giuseppe Vitale, Willie Peyote & Raige, che il 27 marzo terranno un concerto al Teatro dei Rinnovati.

Numerosi, infatti, gli spettacoli in programma a marzo: il 12 marzo ai Rozzi “It’s app to you”, il 16, 18 e 21 marzo “Corpi in concerto” e sempre il 21 marzo nell’Aula Magna del Rettorato “La Madonna Bionda”, uno spettacolo nato dallo studio dell’opera teorica e performativa di Carmelo Bene.

E ancora il 16 marzo protagonista la danza con “Contamin-Arti” alle 21.15 al teatro dei Rinnovati, mentre dal 15 marzo al 2 aprile sono in cartellone gli workshop con Francesco Levy sulle arti visive dal titolo “Mappe del tempo, archivio e memoria” a Palazzo Sansedoni.

Il cartellone prosegue ad aprile con tanti appuntamenti da non perdere a partire dalla danza con “Nice to meet me” (1-15 aprile), “Il rito del the” (3, 6, 13 e 14 aprile) e “Come sarebbe… se fosse stato?” (16 aprile alle 21 all’Auditorium dell’Università per Stranieri). Spazio anche a un approfondimento dedicato alla figura di Fabrizio De Andrè a venti anni dalla scomparsa con un doppio appuntamento il 18 aprile: l’incontro “Il linguaggio di De Andrè” alle 18 nell’Aula Magna Storica del Rettorato e il concerto-tributo de Gli Amici di Pippo alle 21 nel cortile del Rettorato.

Ancora musica l’11 aprile ai Rinnovati con “Rancore. Cleaver Gold” e sempre a teatro in programma lo spettacolo dell’associazione Liceone (17 aprile Teatro dei Rozzi).

Tra gli spettacoli da segnalare anche “Shampoo in corso” dedicato al recupero dell’opera teatrale e cinematografica di Giuseppe Bertolucci (17 aprile alle 21 nell’Aula Magna del Rettorato), mentre tra gli approfondimenti spazio a “Loading Future”, il 13 aprile al S. Niccolò una giornata dedicata al confronto tra alumni, docenti, studenti, professionisti e cittadini.

Gli appuntamenti del mese di maggio mettono al centro la poesia e le letture, le arti visive e il teatro con rassegne e appuntamenti dedicati.

Si comincia con “Ciclomaggio” (dal 2 al 30 maggio), l’iniziativa creata dagli studenti del polo umanistico dell’Università di Siena per promuovere la conoscenza e l’approfondimento di un autore della contemporaneità italiana. L’edizione 2019 è dedicata a Pier Vittorio Tondelli, la cui figura sarà al centro di cinque giornate di approfondimento sulla produzione letteraria e sul contesto storico, sociale e culturale degli anni ’80.

Il 22 maggio torna la “Notte della Poesia”, la rassegna, giunta alla decima edizione, sarà dedicata alla lettura di poesie in tutte le lingue del mondo.

Il 30 maggio alla Corte dei Miracoli alle 21 l’appuntamento è con “Agorà. Il teatro e la città”.

Il 31 maggio sarà la volta del laboratorio teatrale “Prometeo Scatenato” (ore 21 al Teatro dei Rozzi).

Dal 14 al 30 maggio torna anche “In Box”, mentre dal 9 all’11 maggio al Teatro dei Rozzi è in programma l’operetta goliardica.

A giugno gli appuntamenti di chiusura della rassegna con la mostra “Comunicazioni visive e tattili” alla Galleria Olmastroni di Palazzo Patrizi (1°-15 giugno), la musica di Sienager (13-15 giugno al Museo dell’Acqua), il secondo appuntamento di Connessioni (14 giugno al Cortile del Rettorato) e le arti visive con Step Up (15 giugno a Palazzo Sansedoni).

C’è il bando per la terza edizione di “Siena Città Aperta”

Pubblicato l’avviso pubblico per recepire i progetti sui quali si articolerà la rassegna “Siena Città Aperta” dedicata quest’anno ai giovani

Il rapporto tra i giovani e la cultura sarà al centro della terza edizione di “Siena Città Aperta”, il festival promosso dall’assessorato alle Politiche Giovanili del Comune di Siena, Fondazione MPS, Università degli Studi di Siena e Università per Stranieri di Siena .

“La città luogo di incontro e contaminazione culturale per la generazione 4.0” è il titolo della rassegna che si articolerà su un cartellone di sei mesi che prenderà il via nei prossimi giorni con l’inizio della stagione di Rinnòvati Rinnovati, per concludersi a giugno. Per l’occasione, all’Albo pretorio online del Comune,  è stato pubblicato l’avviso pubblico da 28.000 euro per recepire i progetti sui quali si articolerà il Festival.

«L’obiettivo – ha sottolineato l’assessora alle politiche giovanili Sara Pugliese –  è determinare uno spazio fisico, mentale e simbolico dedicato alle voci giovanili presenti nel territorio, aprendo nuove opportunità per la comunità attraverso il coinvolgimento degli under 35. Verranno privilegiati i progetti  ispirati a criteri di multidisciplinarietà e trasversalità, premiando le collaborazioni tra diverse tipologie di attori locali che coinvolgano il pubblico giovanile anche nelle fasi di ideazione  e sperimentazione sul campo».

Arte e cultura, formazione e ricerca, benessere, lotta alla marginalità. Sono questi i quattro ambiti di interesse di “Siena Città Aperta ai Giovani”. Le proposte progettuali che andranno ad integrare l’offerta culturale della rassegna, saranno rivolte esclusivamente ad un target giovanile, compreso tra i 18 ed i 35 anni di età, e dovranno prevedere obbligatoriamente attività di formazione, e rientrare nelle seguenti tipologie: linguaggi e arti visive, cinema e videomaking, musica, teatro e danza.

«Tanti e variegati momenti di inclusione – ha evidenziato Pugliese – durante i quali saranno valorizzate le sensibilità e professionalità individuali che daranno vita a contaminazioni culturali e scambio di saperi».

Tra le categorie di soggetti titolati alla presentazione delle proposte sono ammessi enti senza scopo di lucro pubblici e privati, anche in forma di partenariato: università e istituti scolastici, fondazioni, associazioni, comitati, cooperative sociali od operanti nel mondo dello spettacolo, dell’informazione e del tempo libero. Ciascun soggetto può presentare una proposta in qualità di capofila, ma potrà partecipare anche a più partenariati.

Le idee progettuali dovranno riportare un budget dettagliato in voci di costo per la loro stessa realizzazione. Tutte le spese di produzione e organizzazione, compresi gli oneri previdenziali e assistenziali e quelle per la Siae, sono a carico dei proponenti. Il sostegno finanziario varia da un minimo di 1.000 a un massimo di 3.000 euro, e non potrà comunque essere superiore al 80% del costo complessivo del progetto.

Le proposte dovranno pervenire entro le ore 12 del 4 febbraio  soltanto in formato elettronico all’indirizzo di posta certificata comune.siena@postacert.toscana.it attraverso la compilazione del modulo disponibile nel portale www.comune.siena.it. In caso di partenariati, soltanto il soggetto capofila è tenuto a compilarlo. Gli esiti della valutazione saranno pubblicati sul sito web del Comune di Siena.

Per precisazioni e informazioni rivolgersi esclusivamente tramite mail a progetticulturali@comune.siena.it

Mancanza di segnale TV, potenziato l’help desk

Potenziato il servizio di help desk per le segnalazioni relative alla mancanza di segnale per le TV collegate con la fibra ottica

Dal prossimo 2 gennaio potenziato e ampliato il servizio di help desk per le segnalazioni relative alla mancanza di segnale TV (fibra ottica).

Il servizio di segnalazione è curato dal Comune di Siena e le riparazioni sono eseguite dalle strutture tecniche di Telecom Italia.

«Le professionalità che risponderanno al numero verde 800222777 – ha spiegato l’assessora ai Servizi Informatici Sara Pugliese – saranno infatti in grado di verificare, già da una prima analisi telefonica, se il guasto interessa il segnale oppure l’apparecchio televisivo, così da accorciare i tempi per la risoluzione del problema».

L’orario del servizio con operatore sarà inoltre ampliato e sarà in funzione dalle 9 alle 19 dal lunedì al venerdì e il sabato dalle 8,30 alle 13,30 esclusi i festivi. Fuori orario sarà possibile lasciare un messaggio nella casella vocale, o inviare e-mail a  guastitv@comune.siena.it  con nome e cognome, indirizzo, recapito telefonico, tipologia guasto.

Isola d’Arbia, sabato riapre il centro di aggregazione giovanile

Il centro di aggregazione giovanile “Sale e Pepe” di Isola d’Arbia riaprirà da questo sabato. Lo gestirà l’associazione Sobborghi

Sabato prossimo, 22 dicembre, alle 17, si terrà l’inaugurazione del Centro di Aggregazione Giovanile  (CAG) “Sale e Pepe” di Isola d’Arbia (via della Mercanzia 50), per condividere con tutta la cittadinanza la riapertura di un servizio importante per la zona.

«Anche grazie al Patto di collaborazione con il Lions Club di Siena – ha detto l’assessora alle Politiche giovanili Sara Pugliese -, che si è impegnato a mettere a disposizione dell’Amministrazione, a titolo spontaneo e volontario, energie, risorse e competenze, è stato possibile dare una stabilità ai servizi a favore del quartiere».

Infatti il servizio è stato affidato, fino a giugno 2020, all’associazione Sobborghi ONLUS di Siena, a seguito di procedura selettiva pubblica.

Sobborghi garantirà un’apertura dal lunedì al venerdì dalle 17 alle 20, ma anche la partecipazione ad eventi aggregativi locali quali la manifestazione “Isola d’Arbia in festa”.

«Il Centro – ha evidenziato Pugliese – costituirà un punto di aggregazione per i pre-adolescenti, gli adolescenti e i giovani della zona, che potranno, con il supporto degli operatori dell’associazione, dedicarsi ad attività ludico-ricreative ed espressive e sviluppare capacità di interrelazione sociale e autonomia, soprattutto grazie ai laboratori di teatro, di musica e di scrittura creativa, ma anche ai momenti di gioco libero auto-organizzato, e agli incontri con le realtà sociali e di volontariato esistenti sul territorio».

La struttura, grazie all’apporto dei volontari del Lions Club di Siena, fornirà un servizio di supporto per i compiti, che si inserisce in un piano più ampio di prevenzione dell’abbandono scolastico.

I locali di “Sale e Pepe” ospiteranno inoltre, in fasce orarie differenti da quelle di apertura del CAG, un corso di alfabetizzazione linguistica e mediazione culturale rivolta agli adulti, finalizzato a migliorare il livello di integrazione sociale dei gruppi familiari residenti.

La frequenza del CAG è gratuita, previa iscrizione.

Per ulteriori informazioni contattare l’Ufficio Politiche Giovanili allo 0577 292176,  o inviare una mail all’indirizzo  sobborghi@libero.it.

Una app per una Siena accessibile

Stamani è stata presentata l’app Siena accessibile, uno strumento utile per il supporto ai cittadini e ai turisti disabili

Presentata, questa mattina in conferenza stampa, la app Siena accessibile.

«Da oggi – ha illustrato Sara Pugliese, assessora alle Pari Opportunità e Servizi Informatici – è possibile scaricare gratuitamente sugli smartphone Android e iOS questa applicazione che raccoglie le informazioni e i servizi destinati a disabili, così da renderli immediatamente fruibili dagli utenti. Tutta una serie di notizie che, suppur già presenti sui canali web del Comune, adesso diventano ancora più facili da raggiungere per migliorare la vita delle persone».

«Tengo a sottolineare – ha aggiunto Pugliese – che per questa amministrazione non esistono cittadini di serie A e B, e con la presentazione di questa mattina iniziamo una serie di azioni volte a confermare e concretizzare i nostri obiettivi di governo».

«Il nuovo dispositivo – ha commentato il vicesindaco Andrea Corsi – renderà sempre più smart la città di Siena permettendo che i diritti già in essere siano pienamente goduti da tutti i cittadini».

Con l’app Siena accessibile sarà infatti possibile avere a disposizione la mappa completa di tutti i parcheggi per disabili presenti nella nostra città, supportata da foto e indicazioni utili che ne faciliteranno l’individuazione. La sezione #TiSegnalo consentirà l’invio di segnalazioni, alla polizia municipale, relative ad occupazioni indebite dei posti auto, o alla presenza di barriere architettoniche. Mentre un’altra sezione contiene le indicazioni per ottenere il contrassegno per disabili (CUDE). 

Tramite l’app informazioni sul servizio di assistenza scolastica e ADI (ex aiuto alla persona), e, sotto la voce “sportinsieme”, l’elenco delle associazioni e strutture sportive che prevedono l’accesso ai disabili, le varie discipline, indirizzi, orari, referenti e contatti telefonici.

«Obiettivo dell’Amministrazione – ha evidenziato l’assessore al Turismo Alberto Tirelli – è quello di mantenere per Siena, come avviene in economia, le tre “A”: affascinante, accessibile, accogliente. E, in effetti, con l’app Siena accessibile sarà più facile con l’uso del cellulare accedere alle offerte, nei vari settori di competenza comunale;  recepire informazioni utili, e attraverso la sezione “segnalazioni” poter comunicare le  problematiche che gli utenti possono trovare sul territorio, così che il Comune possa intervenire».

La sezione “Info” contiene, invece, una serie di funzionalità utili alle informazioni e all’assistenza, l’accesso agli articoli pubblicati dal Comune e ai bollettini di viabilità, e, attraverso “messaggi push”, l’opportunità di prendere visione delle notifiche inviate ai detentori dell’app. Infine, digitando “note legali” saranno a disposizione notizie istituzionali del Comune.

La realizzazione dell’app Siena accessibilerealizzata con una grafica in B/N in modo da essere meglio utilizzabile anche da persone con disabilità visiva,  non ha comportato nessun costo a carico del Comune grazie alla disponibilità gratuita dell’azienda Virgle che già da tempo collabora con Siena Parcheggi.

Scroll to top