Trovato positivo all’alcool test. Scatta la denuncia, ritirata la patente

La notte del 27 agosto scorso, durante l’esecuzione di un posto di controllo
stradale, un quarantaseienne è stato fermato dalla Guardia di Finanza alla guida
di un’auto.
L’uomo, originario della provincia di Napoli ma residente a Chiusi, è apparso in
palese stato di ubriachezza ed è stato quindi sottoposto ad alcool-test, dal quale
è risultato un tasso alcolemico superiore alla soglia di rilevanza penale (come
noto, tra 0,5gr/lt. e 0,8 gr/lt la sanzione è di natura amministrativa) e ricompreso
nell’ipotesi più grave (oltre 1,5gr/lt).
I militari delle Fiamme Gialle hanno quindi immediatamente ritirato la patente di
guida e consentito che il veicolo, intestato ad un parente, fosse recuperato dal
proprietario.
Il nominativo è stato segnalato alla Procura della Repubblica di Siena per l’ipotesi
di reato contravvenzionale prevista dall’articolo 186 del Codice della Strada
(“guida in stato di ebbrezza”): l’uomo rischia fino ad un anno di arresto e la
sospensione della patente fino a due anni.
La Guardia di Finanza vanta una competenza esclusiva in materia economica
e finanziaria ma agisce in tutti i settori dell’ordinamento quale polizia giudiziaria,
amministrativa e di pubblica sicurezza.
I posti di controllo stradali eseguiti dal Corpo sono rivolti principalmente alla
prevenzione e repressione di violazioni sulla circolazione dei beni e delle merci, a
contrasto di ogni forma di commercio illecito e a tutela del mercato dei beni e
servizi in generale.
Nell’ambito di tali controlli, che nel periodo estivo sono stati oggetto di una
significativa intensificazione sull’intera provincia di Siena, i militari vigilano
anche sul rispetto della normativa prevista dal Codice della strada.
L’impegno della Guardia di Finanza di Siena prosegue, incessantemente e in ogni
comparto dell’ordinamento, al fine di garantire e difendere la sicurezza, economica
e fisica, di tutti i cittadini senesi.

Scroll to top